Avvocato sorpreso in carcere mentre passa cellulari e droga a un assistito

E' accaduto nel carcere di Fuorni a Salerno. Il penalista sorpreso con 2 smartphone, otto microcellulari e dosi di hashish e cocaina. Sono stati gli agenti dei polizia penitenziaria a bloccare il penlista. La diffusione dei telefonini dietro le sbarre sta diventando sempre più preoccupante.

Avvocato sorpreso in carcere mentre passa cellulari e droga a un assistito
Un avvocato è stato soreso nel carcere di Fuorni a Salerno mentre consegnava a un detenuto 10 cellulari e dosi di hasish e cocaina.


1' di lettura

Dopo le parti intime, le padelle, il salame, le torte e i droni, ora i detenuti hanno trovato un nuovo sistema per introdurre carcere telefoni e droga nelle celle: l’avvocato. E’ accaduto nel carcere di Fuorni, a Salerno, dove gli agenti della polizia penitenziaria hanno bloccato un penalista mentre tentava di consegnare a un assistito 10 telefonini e dosi di hashish e cocaina.

Una situazione sconcertante

La notizia è stata diffusa Emilio Fattorello, segretario nazionale del Sappe (Sindacato autonomo polizia penitenziaria.

«L’avvocato – ha scritto in una nota Fattorello – si era recato nel carcere di Salerno per sostenere un colloquio con il cliente detenuto, è stato scoperto dalla Polizia Penitenziaria con droga e telefonini: 8 smartphone e due micro-cellulari, più 1,5 grammi di cocaina e 4,6 di hascisc oltre a cavetti usb. Tutto consegnato all’assistito e recuperato dagli agenti. Una situazione sconcertante».

Le conseguenze dei cellulari in cella

«Questi episodi – aggiunge Donato Capece, segretario generale del Sappe – oltre a confermare il grado di maturità raggiunto e le elevate doti professionali del Personale di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Salerno, ci ricordano che il primo compito della Polizia Penitenziaria è e rimane quello di garantire la sicurezza dei luoghi di pena e impongono oggi più che mai una seria riflessione sul bilanciamento tra necessità di sicurezza e bisogno di trattamento dei detenuti. Tutti possono immaginare quali e quante conseguenze avrebbe potuto causare l’introduzione di droga e telefoni cellulari in un carcere”.

La diffusione di micro cellulari e droga nelle prigioni campane sta assumendo in questo 2020 proporzioni notevoli. Gli agenti stanno invocando da tempo dei supporti tecnologicamente avanzati per intercettarli.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie