Mazzone su Twitter a 84 anni: boom di followers

Carletto Mazzone ha quasi 84 anni e, con la guida del nipote, ha aperto un account su Twitter ricevendo in poche ore migliaia di adesioni, in continuo aumento, a dimostrazione dell’affetto che riscuote l’ex allenatore che in occasione degli 80 anni era sbarcato su Facebook e Instagram.

3' di lettura

Non è mai troppo tardi per diventare social. Tra poco più di un mese, il prossimo 19 marzo, Carletto Mazzone – nonno e pure bisnonno – compirà 84 anni, ma questo non gli ha impedito di decidere di affrontare con la consueta verve una nuova la sfida col mondo dei social, aprendo un account Twitter.

In occasione degli 80 anni, Mazzone era sbarcato su Facebook e Instagram, con pagine ufficiali, entrambe seguite da oltre centomila follower, imitato presto, sempre per l’ottantesimo compleanno, da Giovanni Trapattoni.

Lanciò Totti e Pirlo, rilanciò Baggio

Quasi 1300 panchine da allenatore e 797 presenze in Serie A, Mazzone era stato etichettato come difensivista, ma non era così. Grande conoscitore di calcio ha lanciato Totti e ridato verve a Baggio, ma soprattutto ha cambiato posizione a Pirlo, ai tempi del Brescia.

Con l’Ascoli si è tolto grandi soddisfazioni, ha guidato anche il Catanzaro, la Fiorentina, il Napoli, il Lecce, la Roma, il Bologna, il Cagliari, il Perugia e il Livorno, che è stata la sua ultima squadra.

Adesso, per gioco e per divertimento del nipote, Mazzone ha dato l’okay per l’iscrizione anche a Twitter, ottenendo in poche ore migliaia adesioni e in continuo aumento, dimostrazione dell’ affetto che ancora riscuote l’ex tecnico.

A seguire il tutto è ancora una volta il nipote, Alessio Lancianese, che gestisce le pagine di @CarloMazzone795, un richiamo alle partite dirette in panchina nella sua carriera in serie A, che restano un record.

Mazzone su Twitter a 84 anni: boom di followers
Carlo mazzone nella celebre esultanza durante Brescia – Atalanta.

Tre foto: lui, Totti e Guardiola

L’ex calciatore e allenatore ha esordito sul suo nuovo profilo con tre foto: con la maglia dell’Ascoli da giocatore, poi da allenatore, la seconda di famiglia con moglie e nipoti e la terza da bisnonno.

Poi, l’altra famiglia, quella del pallone e dei suoi figlioli più amati: Francesco Totti che dice: «Per me è stato un secondo padre: mi ha cresciuto in campo ma soprattutto fuori e non c’è volta che non ricordi l’esordio con Mazzone e quel ‘a ragazzì vatte a fa la doccia và..‘», quando qualche giornalista cercò di far parlare l’esordiente Totti.

E ancora, Pep Guardiola: «Mazzone è stato il più forte di tutti. E’ una persona che merita il meglio. Non scorderò mai quanto mi ha aiutato a Brescia, in un momento duro della mia carriera».

L’effetto nostalgia gli ha dato ulteriore popolarità e l’affetto è triplicato. Mazzone è diventato anche, suo malgrado, un «meme» per la famosa corsa sotto la curva dell’Atalanta in un derby con il Brescia.

In fondo, lui social lo è sempre stato perché tra i video più cliccati su Youtube dagli amanti del pallone e di personaggi sanguigni come Mazzone, c’è quello della leggendaria corsa sotto la curva bergamasca del 30 settembre 2001, dopo Brescia-Atalanta 3-3. La fece al grido tipicamente romano: «limortaccivostra!», dopo essersi beccato cori offensivi per tutta la partita.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie