Carmine Ioanna, l’uomo nato con la fisarmonica ha conquistato il mondo

2' di lettura

Carmine Ioanna ha 33 anni ed è un musicista irpino con uno spiccato talento per la fisarmonica. Oggi ha una fama internazionale ed è impegnato in tour fuori confine. Conosciamolo meglio.

“Sono originario di Ponteromito – dice -, una piccola frazione tra i comuni di Nusco e Montemarano. In Alta Irpinia. Durante le mie pause lavorative, mi ritiro nel mio piccolo borgo. Anche se per poco tempo all’anno”.

”Non ricordo la mia vita senza fisarmonica”

“Ho cominciato a suonare a tre anni circa. In casa avevo mio nonno, alcuni cugini e mia sorella più grande che suonavano o studiavano musica. Non ricordo il momento esatto di quando ho amato la fisarmonica, ero troppo piccolo. So solo che non ricordo la mia vita senza la fisarmonica. Poi ho studiato pianoforte al conservatorio di Avellino. E fisarmonica al conservatorio di Frosinone.

Nel frattempo – più o meno dagli 8 anni – ho suonato tantissima musica differente. Dal folk al rock, fino alla musica balkan. Qualche anno dopo il mio incontro con il jazz grazie a un disco di Oscar Peterson che mi ha letteralmente folgorato”, racconta.

La carriera e i progetti

“Al momento ho fatto due album – continua -. Il primo è del 2013 e si intitola Solo. Mentre il secondo è nel 2018 e ha il nome di Soli in viaggio. E sono andati benissimo. In più, ho diversi progetti condivisi con altri musicisti. Ad esempio Aqustico e Petra con Luca Aquino, Favolando con Francesco Bearzatti, Melódia con Giovanni Montesano e Rino De Patre, Irpinia con Luca Roseto, Duo Thenø con Roy Paci e il tango del Marinaio con Amanda Sandrelli.

Ho suonato in più di quaranta paesi nel mondo – continua -. E non è finita qui. Da dicembre sono in tour in Sud America (Brasile Paraguay Uriguay Argentina e Cile) con il Cirque du Soleil nello show OvO. Qui suono la fisarmonoca e il pianoforte.

Le prossime tappe saranno Colombia, Panama, Costa Rica, Usa e Canada. Tuttavia, di tanto in tanto, torno in Europa. A settembre sarò in giro con il mio quartetto e con Roy Paci, in Italia e Svizzera. Poi – conclude -, dove sono ora, a Santiago ho inciso un nuovo album – di cui ancora non posso dire molto – con due musicisti cileni. Ed è probabile che mi vedrete in giro per un bel po’ con questo nuovo progetto”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!