Carta acquisti Inps: via al pagamento. Saldo: come verifico

Carta acquisti Inps: inizia il pagamento degli 80 euro riferiti ai mesi di ottobre e novembre. Come controllare il saldo ed ecco un riepilogo dei requisiti.

4' di lettura

Sono iniziati i primi accrediti per chi è titolare della Carta acquisti 2020. Molto utile per compare beni di prima necessità come alimenti, farmaci, bollette della luce e gas. Facciamo il punto sui versamenti e vediamo come si fa a controllare il saldo.

Indice:

  1. La scheda

  2. Il pagamento

  3. A chi spetta

  4. I requisiti

  5. Come funziona

  6. Come controllo il saldo

Carta acquisti 2020

La carta acquisti garantisce 40 euro al mese (ricarica bimestrale, quindi 80 euro ogni due mesi) per comprare beni di prima necessità: ci sono gli alimenti, i farmaci, il pagamento delle spese mediche o delle bollette della luce e del gas (tra l’altro, i beneficiari hanno tariffe agevolate sulle utenze energetiche).

Il sistema utilizzato è quello delle convenzioni: il bonus sulla scheda si può spendere nei negozi che aderiscono all’iniziativa (abilitati al circuito Mastercard) o eseguire i pagamenti presso gli uffici postali. In questo articolo vi forniremo la lista aggiornata dei negozi convenzionati. (Qui un approfondimento anche su Bonus asilo nido e un assegno di maternità)

Carta acquisti Inps. La guida
Carta acquisti Inps.

Pagamento carta acquisti

Come scrivevamo nel nostro calendario , dedicato a tutti i pagamenti del mese di novembre 2020, l’accredito sulla scheda è previsto in media fra il 9 e il 10 del mese. Però, da ieri, sono tante le famiglie che stanno ricevendo il versamento. Quindi gli ottanta euro dovuti per ottobre e novembre.

Carta acquisti Inps: a chi spetta?

La scheda può essere chiesta da tutti i cittadini italiani, da quelli residenti in Italia da lungo periodo e ai rifugiati. L’età: può chiedere la carta che ha almeno 65 anni oppure ha figli con meno di tre anni. Nel caso dei bambini il titolare della carta acquisti Inps è chi ha la patria potestà del bambino o della bambina. Per poter accedere a questa misura di sostegno economico è necessario rispettare dei requisiti di reddito

I requisiti

Per chiedere la carta acquisti Inps non bisogna ricevere ulteriori trattamenti assistenziali, previdenziali o di altro tipo che garantiscono importi pari o inferiore a 6.966,54 euro all’anno per chi ha dai 65 ai 70 anni. Stesse soglie economiche per chi ha bimbi più piccoli di tre anni. Il “tetto” sale a 9.288,72 euro per gli over 70.

Rispetto al patrimonio ci sono dei divieti estesi anche al coniuge (persona con la quale siete sposati): non si possono avere intestati più di un’utenza domestica per ogni servizio erogabile (per esempio acqua e luce), di utenze non domestiche, di un immobile a uso abitativo o di quota pari o superiore al 25% di edifici a uso non abitativo o pari o superiore al 10% di categoria C7. ll patrimonio mobiliare non deve superare 15mila euro.

Inps sito down pirati informatici

Come funziona la scheda?

Dalla Carta acquisti Inps non si può prelevare denaro contante (anche se può essere ricaricata con risorse proprie). Nei negozi che aderiscono all’iniziativa (si può consultare un elenco a questo link) la scheda si può usare per fare la spesa o pagare le spese relative alle utenze (gas e luce).

Sempre presso gli stessi esercizi commerciali è possibile ottenere uno sconto del 5% sui beni. Come si richiede? Basta compilare dei moduli resi disponibili (cambiano per under 3 e over 65) dall’Inps nella sezione “Domanda” del servizio dedicato alla Carta (La guida illustrata a questo link).

Una volta completati con le informazioni richieste, i documenti vanno consegnati allo sportello di un qualunque ufficio postale: presso lo stesso ufficio si verrà invitati per ritirare la carta con l’importo già caricato per il bimestre successivo. Di seguito il link per la lista dei negozi che aderiscono all’iniziativa.

Saldo carta acquisti: come si verifica?

Per controllare il saldo della scheda si può chiamare il numero verde (gratuito) 800666888 da telefono fisso. Il servizio è, invece, a pagamento per chi telefona con un cellulare al numero 199100888. La voce guidata chiederà di inserire il numero di carta e la data di nascita (due cifre per giorno e mese, quattro per l’anno). In alternativa ci si può iscrivere al sito di Poste.

Potrebbero interessarti:


  1. Calcolo Naspi e pagamento: la guida completa

  2. Nuovo reddito di emergenza e Rdc: sono compatibili?

  3. Reddito di cittadinanza con bonus Covid: come funziona
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie