Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Reddito di cittadinanza / Carta Rdc: spese, controlli, bonifici. Cosa devi sapere

Carta Rdc: spese, controlli, bonifici. Cosa devi sapere

Carta Rdc, ecco quello che puoi acquistare, quali sono gli acquisti vietati, limiti a prelievi e a bonifici.

di Sara Fannino

Ottobre 2022

La carta Rdc è quello strumento in cui vengono accreditate mensilmente le rate del reddito di cittadinanza, con gli importi spettanti. È a tutti gli effetti una carta Postepay che viene rilasciata Poste Italiane, vediamo insieme come funziona (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Carta Rdc, ecco come funziona e gli acquisti vietati

Come dicevamo, la Carta Rdc è quello strumento di pagamento in cui vengono accreditati mensilmente i pagamenti della misura di contrasto alla povertà del reddito di cittadinanza. Con questa carta è possibile fare acquisti, prelevare e fare trasferimenti bancari, tuttavia essendo strettamente collegata a una agevolazione che viene corrisposta mensilmente dallo Stato, occorre rispettare alcune regole.

Chi è senza figli può avere l’assegno unico su Rdc?

Gli acquisti che possono essere effettuati, infatti, sono gli stessi della vecchia carta Rei. Si tratta, insomma, di beni e servizi di prima necessità, ma anche beni e servizi che garantiscono un pieno reintegro nel tessuto sociale. Parliamo tanto di prodotti alimentari, farmaci e medicinali, pagamenti di bollette o rifornimento di carburante, quanto di vestiti, giocattoli, libri e materiale scolastico, prodotti di tecnologia e smartphone.

Scopri subito come avere il reddito di cittadinanza, quanto tempo ci vuole per i primi pagamenti del reddito di cittadinanza dopo la domanda e quante volte si può fare il rinnovo dell’Rdc

Dall’altro lato, però, gli acquisti che non possono essere effettuati con la Carta Rdc sono diversi. Ricordiamo per esempio che tutti i giochi che implicano una vincita di denaro, come le scommesse, i gratta e vinci, le slot machine e simili, sono assolutamente vietati. Ma ci sono anche altre spese non concesse:

Ecco chi non riceverà il Rdc ad ottobre.

La carta Rdc, inoltre, non potrà essere usata al di fuori dei confini nazionali. Per una questione di privacy, le autorità non possono effettuare controlli specifici sui singoli acquisti effettuati dai percettori della misura del reddito di cittadinanza, quindi, lo Stato effettuerà controlli generali.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Carta Rdc, bonifici e ricezione di soldi, si possono fare?

Si possono fare bonifici con la carta del reddito di cittadinanza? La risposta è sì. È possibile effettuare dei bonifici, ma solo in alcuni casi, per esempio il pagamento della rata del mutuo, del canone di locazione e del mantenimento per i figli.

Questi sono gli unici movimenti bancari che è possibile effettuare con la carta Rdc, tutti gli altri trasferimenti di denaro sono vietati. Per chi, invece, si sta chiedendo se la carta Rdc può essere utilizzata per ricevere denaro da parte di terzi, la risposta è no. Il denaro può essere accreditato sulla carta del reddito di cittadinanza unicamente dall’istituto INPS, oppure da altre istituzioni, come per esempio i Comuni.  

carta Rdc
Carta Rdc tutto quello che devi sapere

Quanto spendere dei soldi che vengono accreditati sulla carta Rdc e limiti a prelievi

Quanto si può spendere con la carta Rdc? Bisogna sapere che l’importo che viene corrisposto mensilmente da INPS e da Poste Italiane deve essere speso nella sua totalità entro la fine del mese successivo. Non si possono, infatti, risparmiare soldi: gli importi residui vengono decurtati dalla ricarica del mese successivo, fino ad un massimo del 20% del sussidio. Sono esenti da questo discorso unicamente gli importi che vengono erogati come arretrati.

Ultima rata Rdc ad ottobre? Allora non avrai il bonus 150 euro.

Occorre anche sottolineare che è prevista la decurtazione dalla carta Rdc di tutti gli complessivamente non spesi o non prelevati nei 6 mesi precedenti, fatta eccezione per una mensilità.

Leggi quali sono le somme previste con l’Rdc, i limiti di prelievo in contanti e le spese vietate con i contributi economici, i motivi che causano la sospensione del reddito di cittadinanza e i reati che fanno perdere l’Rdc.

Passiamo, ora ai prelievi. È possibile prelevare il denaro dalla carta del reddito di cittadinanza? La risposta è sì anche in questo caso, ma anche qui sono stati imposti dei limiti. Il limite prelevabile varia a seconda della numerosità del nucleo familiare e delle caratteristiche dello stesso (presenza di familiari non autosufficienti o disabili gravi.

Andando più nello specifico, se il sussidio economico anti povertà viene corrisposto ad un nucleo composto da una sola persona, il prelievo massimo consentito è pari a 100 euro. Per scoprire quali sono gli altri limiti prelevabili occorre moltiplicati per la scala di equivalenza per le maggiorazioni previste:

Scopri come controllare il saldo del reddito di cittadinanza, come usare l’App Postepay per controllare gli importi dell’Rdc e come funzionano il numero verde e i servizi legati alla carta del reddito di cittadinanza.

Il massimo raggiungibile è di 2.2 per nuclei familiari numerosi con un membro non autosufficiente o con una disabilità grave. Vediamo insieme nel dettaglio cosa intendiamo:

Ricordiamo che tutti i limiti riguardano il mese solare, quindi i soldi saranno prelevabili dalla data di accredito (15 o 27 del mese) fino al termine del mese successivo (28,30 e 31). Una persona single, infatti, potrà prelevare 1.200 euro all’anno e un nucleo numeroso 2.640 euro in totale.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp