Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse » Pignoramento / Cartelle esattoriali, tempi lunghi per il pagamento

Cartelle esattoriali, tempi lunghi per il pagamento

Cartelle esattoriali, è stato firmato il decreto fiscale che allunga a 150 giorni il pagamento delle cartelle dal giorno della notifica e senza interessi.

di The Wam

Ottobre 2021

Tempi più lunghi per il pagamento delle cartelle esattoriali, ma anche un nuovo slittamento per il versamento delle rate previste nelle sanatorie. Il decreto fiscale ha previsto una serie di misure sulla riscossione. Ma al suo interno ci sono anche provvedimenti per arginare la diffusione del lavoro nero e un rifinanziamento della cassa integrazione.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Cartelle esattoriali e decreto fiscale: lunedì a Bruxelles

Il decreto fiscale, l’anticipo della Legge di Bilancio, sul consueto impianto che riguarda materie strettamente tributarie quest’anno punta anche sul lavoro, un’emergenza nell’emergenza, che si è aggravata in questi anni segnati dalla crisi sanitaria ed economica causata dalla pandemia.

La manovra sarà inviata lunedì a Bruxelles (come da prassi), poi arriverà il provvedimento completo.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Decreto fiscale: cartelle esattoriali e sanatorie

Le misure che riguardano il fisco sono caratterizzate da tre provvedimenti in particolare:

Decreto fiscale, non solo cartelle esattoriali: lotta al lavoro nero

Questo per quanto riguarda la riscossione e quindi le cartelle esattoriali. Ma nel decreto fiscale l’esecutivo Draghi, in accordo con i sindacati, sono state disposte delle misure che riguardano il contrasto al lavoro nero.

Sulla delicata materia del lavoro le linee guida individuate sono 5:

Decreto fiscale: rifinanziata la cassa integrazione

Cartelle esattoriali, nuovo scadenze per la rottamazione e misure incisive e concrete per la lotta al lavoro nero.

Nel decreto fiscale è stato anche previsto un nuovo rifinanziamento della cassa integrazione che è legata con la crisi Covid.

È stata concessa la possibilità alle aziende di utilizzare tredici settimane in più rispetto ai periodi di quarantena che si possono equiparare a malattia e congedi parentali per genitori che hanno figli con meno di 14 anni.

Incentivi auto tagliati

Sul fronte finanziamento incentivi per l’acquisto di auto a bassa emissione è andata meno bene.

Il provvedimento è stato finanziato. Ma con come tanti si aspettavano. Fino a fine anno sarà di 100 milioni, nelle bozze che circolavano prima dell’approvazione quella cifra era di 300. Una bella sforbiciata.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp