Cartelle esattoriali in arrivo: 9 milioni dal 2 agosto

Cartelle esattoriali in arrivo: nove milioni a partire dal 2 agosto come ha specificato l'Agenzia delle Entrate rispondendo alle domande degli utenti. La sospensione scade il 30 giugno, ma l'ente di riscossione farà partire le cartelle un mese dopo quella data. I numeri regione per regione e gli importi. Timore per i pignoramenti.

5' di lettura

Cartelle esattoriali in arrivo. Cartelle e pignoramenti: una pioggia di avvisi in arrivo, a partire dal prossimo 2 agosto. In piena estate. Al momenti non si prevedono nuove sospensioni, ma non sono da escludere: il governo potrebbe imporre all’Agenzia delle Entrate di attendere, per la riscossione, fino a settembre. Ma nulla è deciso.

L’AdE ha anche aggiornato le risposte alle domande più frequenti per le novità che sono state inserite nel decreto Sostegni Bis. Una fra tutte, e che riguarda i pagamenti in sospeso, quelli per i quali le cartelle esattoriali sono in arrivo, con l’incubo pignoramento, reso più semplice dalle nuove normative.

Cartelle esattoriali in arrivo: saranno scaglionate

Ebbene l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che inizieranno a essere effettuati il mese successivo la data di scadenza della sospensione.

Se quindi l’ultima proroga termina il 30 giugno, saranno inviate a partire dal 31 giugno. Che però è sabato e per questo – come detto, salvo nuove proroghe – dal due agosto potrebbe iniziare l’invio delle cartelle e dei pignoramenti.

Nove milioni di atti pronti a partire

È una data attesa con timore da molti italiani. Le cartelle esattoriali in arrivo solo oltre 9 milioni.

Non saranno consegnate tutte insieme. Ci sarà un invio scaglionato.

È allo studio infatti un sistema che tuteli almeno in parte gli italiani da questa onda anomala di cartelle esattoriali in arrivo: gli atti di pagamento potrebbero intasare le caselle postali o le e mail certificate dei contribuenti.

L’ordine di priorità e gli importi

Si stanno valutando dei criteri per stabilire l’ordine di priorità per il recupero dei crediti vantati dall’Erario o da altri enti.

Il 90% di questi “avvisi di pagamento” sono inferiori ai 5mila euro. Anzi, 6,5 milioni sono alche al di sotto dei mille euro.

Solo il 36% sono cartelle dell’Agenzia delle Entrate riferite a imposte non dichiarate, non versate o al disconoscimento di agevolazioni.

Cartelle esattoriali in arrivo regione per regione

Nel 18% dei casi le cartelle fanno riferimento a violazioni del codice della strada e a tributi locali (come Tari e Imu), contestati dai comuni.

Ma vediamo regione per regione, il numero delle cartelle esattoriali in arrivo e gli importi:

Come potete vedere il Lazio è la regione con il maggior numero di cartelle esattoriali in arrivo, quasi 1,6 milioni. Ma solo il 15% di questi atti si trova nella fascia tra 1.000 e 5.000 euro.

Il 77% degli atti di recupero è inferiore a mille euro.

La percentuale delle cartelle esattoriali in arrivo al di sotto dei mille euro raggiunge l’85% in Puglia, e l‘82% in Liguria e Toscana.

Cartelle esattoriali in arrivo, cosa accade

Come saprete il Decreto Sostegni Bis ha prorogato dal 30 aprile 2021 al 30 giugno 2021 il termine per la sospensione dei versamenti delle entrate tributarie (e non solo), dovute con le cartelle di pagamenti, gli avvisi di accertamento esecutivo, gli avvisi di addebito Inps.

La sospensione riguarda tutti quei pagamenti in scadenza tra l’8 marzo 2020 e il 30 giugno 2021.

La sospensione è stata estesa anche alle rate dei piani di dilazione del debito, naturalmente per quelli che erano in scadenza nello stesso periodo.

La decisione ricalca quella adottata nel decreto Cura Italia dell’8 marzo. Il primo provvedimento del governo emanato per far fronte all’emergenza sanitaria.

L’Agenzia delle Entrate sostiene che i debiti per molti contribuenti dovrebbero essere sostenibili. Ma c’è da valutare l’impatto che il lockdown e la frenata dell’economia hanno avuto sulla liquidità di tante imprese e famiglie.

La questione è delicata.

Il rischio pignoramento

Anche perché nel frattempo le norme sul pignoramento sono cambiate: l’Agenzia delle Entrate può pignorare un conto corrente senza aspettare la decisione di un giudice.

E a proposito dei pignoramenti, sono stati sospesi fino al 30 giugno del 2021. Se si adotta la stessa strategia delle cartelle esattoriali dovrebbero iniziare a essere notificati entro i primi giorni di agosto.

In particolare sono stati sospesi i pignoramenti effettuati prima dell’entrata in vigore del decreto Rilancio (il 19 maggio dello scorso anno) su stipendi, salari, pensioni e trattamenti simili.

Restano sospese fino al 30 giugno 2021 anche tutte le verifiche per eventuali inadempienze delle pubbliche amministrazioni e delle società che sono a prevalente partecipazione pubblica.

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie