Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Gestione del Debito / Cartelle esattoriali, multe e tasse che sarebbero cancellate

Cartelle esattoriali, multe e tasse che sarebbero cancellate

Cartelle esattoriali. Scopri quali sono le multe e le tasse che verrebbero cancellate con il piano di maxi rottamazione 2023.

di Antonio Dello Iaco

Novembre 2022

Cartelle esattoriali. Scopriamo insieme in questo articolo quali sono le multe e le tasse che sarebbero cancellate in caso di approvazione del piano di rottamazione (scopri le ultime notizie sul fisco e sulle tasse e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo nel dettaglio anche quali sono le possibiltà di rottamazione delle cartelle esattoriali già attive oggi.

Indice

Cartelle esattoriali: per quali atti?

Il governo a trazione Meloni nelle prossime settimane si avvia a ratificare il nuovo piano di rottamazione delle cartelle esattoriali da far entrare in vigore nel 2023. È pronta a partire infatti una maxi regolarizzazione del debito per un’ampia platea di cittadini italiani.

Scopri la pagina dedicata alla gestione dei debiti e a metodi per evitare il pignoramento.

Ai debitori sarà concesso di regolarizzare il dovuto in un tempo limitato, risparmiando molto sugli oneri di sistema e sulle sanzioni che andrebbero versate in caso di saldo regolare delle cartelle.

È ovvio che questo piano non riguarderà qualsiasi tipologia di debito pendente per i contribuenti ma in particolare sarà sfruttabile da chi ha passività da versare di:

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

DATE BONUS 200 EURO, ASSEGNO UNICO, NASPI, RDC 7-15 NOVEMBRE

Rottamazione cartelle esattoriali: chi sono gli esclusi?

Come avrai potuto notare nel paragrafo precedente, il nuovo piano di rottamazione delle cartelle esattoriali che dovrebbe partire nel 2023 riguarda quasi tutte le fonti di indebitamento principale nei confronti dello Stato.

In particolare però, non rientreranno nel piano di maxi condono le cartelle maturate per contributi previdenziali non versati allo Stato.

I contribuenti che infatti devono saldare questi debiti, dovranno seguire le procedure previste dalla norma per evitare di incorrere in sanzioni più gravi come il recupero forzoso del credito che può avvenire tramite:

Rottamazione cartelle: occhio agli importi

Bisogna poi fare attenzione agli importi delle cartelle debitorie che hai maturato. La rottamazione non porterà infatti uguali benefici per tutti i debitori. In particolare, secondo le bozze della proposta di governo, è previsto:

Solo i cittadini con debiti inferiori a mille euro, al di là della situazione redditale e patrimoniale dei singoli, potranno godere della cancellazione totale delle cartelle senza dover versare alcun onere. 

Cartelle esattoriali, multe e tasse che sarebbero cancellate
Cartelle esattoriali, multe e tasse che sarebbero cancellate

Cartelle esattoriali: la rateizzazione oggi

Se da un lato il governo ha intenzione di intervenire sul tema della rottamazione delle cartelle di debito, capiamo quali sono le opportunità che puoi sfruttare tu già oggi.

In particolare puoi perseguire la strada della rateizzazione. La procedura da seguire varia a seconda del debito maturato negli anni:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp