Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Cartelle esattoriali, in arrivo nuova sanatoria

Cartelle esattoriali, in arrivo nuova sanatoria

Cartelle esattoriali, in arrivo nuova sanatoria: all'interno del governo una larga fetta della maggioranza spinge per la Rottamazione Quater.

di The Wam

Aprile 2022

Cartelle esattoriali, in arrivo nuova sanatoria, a spingere per una rottamazione quater c’è un pezzo importante dell’attuale maggioranza di governo. (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Potrebbero rientrare in questa nuova pace fiscale anche i cittadini che sono rimasti indietro con il fisco nei ruoli che sono maturati tra il 2018 e il 2019.

Se non si è ancora certi di un sì immediato è solo per un motivo: questa operazione ha un costo non irrilevante, un miliardo di euro. Ma è anche vero che il nostro Paese vanta un record non proprio positivo: i crediti non riscossi hanno superato la cifra monstre di 1.100 miliardi. Con dei crediti che sono in attesa di essere riscossi da 22 anni.

«Una situazione ingestibile», come ha sottolineato lo stesso direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini.

Con un quadro del genere un miliardo in più o in meno rischia di avere ben poca rilevanza.

!Quali banche concedono un mutuo 100% per comprare casa

Cartelle esattoriali: riaperti i termini

Qualche settimana fa il Parlamento ha riaperto i termini (con il decreto Sostegni ter) per consentire il pagamento agevolato ai contribuenti che non sono riusciti a versare le rate scadute nel 2020 e nel 2021 concordate con il fisco per sanare la posizione debitoria.

Cartelle esattoriali: scadenze

Scadenza che al momento è questa:

entro il 30 aprile deve pagare chi non ha versato con regolarità nel 2020 (ma i termini, per via dei giorni festivi è prolungata e se si contano anche i cinque giorni di tolleranza, il limite slitta fino al 9 maggio).

Mutuo con legge 104: tutte le agevolazioni

Riuscire a saldare il debito è fondamentale: i pagamenti in ritardo o parziali sanciscono la fine delle agevolazioni e quindi l’obbligo di versare tutto il dovuto (in genere tasse arretrate), senza usufruire del taglio di sanzioni, interessi e more. Ma non solo: anche i pagamenti che sono già stati effettuati avranno valore solo come una sorta di acconto al debito complessivo.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Cartelle esattoriali: tolleranza

La tolleranza di 5 giorni vale anche per le altre scadenze in programma:

Cartelle esattoriali: dove pagare

Vi ricordiamo che per versare queste rate dovranno essere utilizzati i bollettini che l’Agenzia delle Entrate ha già inviato e riportano le scadenze delle rate. Si possono chiedere qui.

Si può pagare in banca e sui bancomat che sono abilitati. Ma anche da casa (con l’home banking), negli uffici postali e nei tabaccai.

Prestito senza busta paga e senza garante; tutte le alternative

Cartelle esattoriali: le Regioni con più richieste

È anche possibile fare il versamento con la compensazione dei crediti commerciali (certificati) che sono maturati nei confronti della pubblica amministrazione.

In tutto sono 530mila i cittadini che hanno fatto ricorso alle sanatorie.

Queste le prime regioni interessate:

Cartelle esattoriali: i crediti non riscossi

Ma come detto, quella in vigore, potrebbe non essere l’ultima sanatoria. Se quelle precedenti erano state decise per cercare di arginare le difficoltà originate dalla pandemia di Covid, la nuova sanatoria potrebbe essere decisa per mitigare gli effetti negativi dell’inflazione del rincaro dei prodotti energetici innescati dalla guerra in Ucraina.

Ma del resto i numeri dell’Agenzia delle Entrate parlano chiaro: all’Agenzia entrano ogni anno 70 miliardi di crediti, ma ne vengono riscossi solo 10. Ovvero uno su sette. Una sproporzione abnorme, che segnala come l’evasione fiscale non sia solo – in molti casi – un modo di eludere le tasse da parte dei “furbetti”, ma una esigenza di tantissimi che non riescono a far fronte ai debiti fiscali.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp