Caserta, ucciso durante Barcellona – Juventus. Tre condannati dopo 29 anni

Tre condanne quasi trent'anni dopo per l'omicidio di Raffaele Paolella durante la semifinale di Coppa delle Coppe del 1991



1' di lettura

Fu ucciso il 10 aprile del 1991 durante la semifinale di Coppa delle Coppe tra Barcellona e Juventus, oggi è arrivata la condanna per i suoi assassini. Dodici anni per Salvatore Belforte e 16 anni ad Antonio Letizia e Vittorio Musono, questa la sentenza del gup del tribunale di Napoli al termine del rito abbreviato per l’omicidio Raffaele Paolella.

Il pubblico ministero della DDA aveva richiesto 20 anni per Belforte riconoscendo la collaborazione con gli organi di giustizia come attenuante, e 30 anni per Musono e Letizia. Il giudice ha accolto le attenuti richieste dalla difesa che ha sottolineato come tutti gli imputanti abbiano ammesso le proprie responsabilità in merito ai fatti del 1991.

L’omicidio di Raffaele Paolella rientra nella faida tra il clan Belforte e quello dei Piccolo per il controllo del territorio di Marcianise per vendicare un altro omicidio avvenuto poco tempo prima che vide coinvolto Giovanni Ruocchio.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Hai qualcosa da segnalare? Clicca qui e scrivici su WhatsApp.