CBD non è droga. Lo ribadisce la Corte di Giustizia Europea

Il CDB non è una droga psicotropa. Lo ha deliberato la Corte di Giustizia dell'Unione Europea. La scienza afferma che questa sostanza non è dannosa per la salute.

2' di lettura

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha deliberato che il CBD, Cannabidiolo, non è una sostanza stupefacente. Anche se è estratto dalla cannabis, non è una droga psicotropa. Non ci sono, inoltre, prove scientifiche fa faccia male alla salute.

Il giudizio della Corte

Secondo un recente giudizio della Corte di Giustizia dell’Unione Europea il CBD, ovvero il Cannabiolo, non è da considerarsi una sostanza stupefacente.

Il CDB è un componente estratto dalle piante di canapa o marihuana. L’impiego è principalmente terapeutico, essendo utilizzato per trattare l’ansia, insonnia e dolore cronico.

Non essendo una sostanza “psicotropa”, la legge non la deve trattare come tale. Non è legittimo, secondo la Corte, vietarne o limitarne la compravendita.

Una sentenza inaspettata che giunge per regolare un contenzioso francese.

Il caso francese

Come racconta Politico, il caso dibattuto, al centro delle attenzioni della Corte, riguarda il bando imposto dalla legge francese verso una compagnia KanaVape (Repubblica Ceca), esportatrice di olio di CBD.

Questo prodotto, estratto dalla pianta della canapa, è un preparato per sigarette elettroniche. Ma in base alla legge francese vigente, solo le fibre e i semi di canapa (che contiene meno dello 0,2% di THC) possono essere usato per fini commerciali, non la pianta intera.

Il giudizio della Corte però ha messo in discussione questo principio, affermando che non ci sono evidenze documentate che “il CBD abbia effetti psicotropi e che faccia male alla salute” ,

Per questo, restringerne l’importazione significa limitare in modo ingiustificato la circolazione di merci dentro il mercato unico europeo.

Scrive ancora la Corte: “La decisione di proibire il marketing del CBD, che costituisce un una estrema restrizione della compravendita di beni prodotti secondo la legge in altri Stati membri dell’Unione, è adottabile solo se il rischio è sufficientemente dimostrabile”.

Anzi. Non essendo una sostanza psicotropa registrata dall’UN, spiega Politico, non ci sono gli estremi per un veto così restrittivo.

I giudici hanno sottolineato che in Francia il CBD sintetico, che ha gli stessi effetti di quello estratto dalla canapa, non è vietato. L’unica distinzione è l’origine, ma de facto non ci sono prove che sia “dannoso alla salute pubblica”.

A corroborare questa posizione anche le parole dell‘Organizzazione Mondiale della Sanità. Il CBD, dice l’OMS, è “generalmente tollerato bene e quindi ha un buon profilo di sicurezza e non ci sono prove di eventuali problemi di “salute pubblica” derivanti dell’uso” (The Guardian).

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie