Certificato medico sportivo: quando è obbligatorio?

Certificato medico sportivo obbligatorio: quando è necessario rilasciarlo per praticare attività sportiva? Scopri di più in questo articolo.

5' di lettura

Certificato medico sportivo obbligatorio: in quali casi è necessario avere a disposizione la certificazione medica per praticare sport?

In questo articolo analizzeremo quali sono le condizioni necessarie e i costi per ricevere il certificato medico sportivo obbligatorio e non obbligatorio (Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Innanzitutto cos’è un certificato medico sportivo e a cosa serve? Continua a leggere questo articolo.

Certificato medico sportivo: cos’è?

Il certificato medico sportivo è un documento che attesta l’idoneità fisica di un individuo che vuole praticare attività sportiva. La legge differenzia le attività sportive in diverse tipologie, in base alle quali cambia la certificazione da produrre. In seguito a visita medica “positiva”, il certificato medico sportivo viene rilasciato dal medico di famiglia o dal medico dello sport, figura di riferimento in ambito sportivo, che opera nelle strutture pubbliche o private ed è in possesso della specializzazione a operare.

Il certificato medico sportivo ha un anno di validità dalla data del rilascio. È composto dall’indicazione del medico o della struttura sanitaria che ha certificato le buone condizioni di salute del richiedente, dai risultati della visita medica, dall’oggetto specifico della certificazione, dal timbro e dalla firma del medico e ovviamente della data e del luogo in cui è stato rilasciato.

Tipologie di certificato medico

I certificati medici sportivi cambiano in base all’attività sportiva che si vuole praticare. La legge ne prevede cinque:

  • Certificato medico per attività sportiva agonistica
  • Certificato medico per attività sportiva non agonistica
  • Certificato medico per attività agonistica sostenuta da persone con disabilità
  • Certificato medico per le attività ludico-motorie
  • Certificato medico per le attività sportive che prevedono un elevato impegno cardiovascolare.
Certificato medico sportivo obbligatorio: quando è doveroso averlo? Scoprilo in questo articolo

Certificato medico sportivo obbligatorio: quando?

Il certificato medico sportivo è obbligatorio per chi pratica attività agonistica o non agonistica.

Quali sono le attività sportive agonistiche? In questa categoria rientrano gli sport praticati in maniera continua, con partecipazioni a gare e incontri. Vengono svolte da tesserati a Federazioni sportive nazionali, agli enti di promozione sportiva riconosciuta dal CONI e alle discipline associate.

In questo caso il certificato medico è obbligatorio e deve essere rilasciato, in seguito a visita medica approfondita, dal medico dello sport. Ha un costo, che dipende dal listino del medico di riferimento, varia in base alle regioni e si aggiunge ai costi degli esami per la visita medica.

Scopri per quali attività sportive è obbligatorio rilasciare il certificato medico

Le attività sportive non agonistiche sono comunque svolte da tesserati di società sportive affiliate alle Federazioni, alle Discipline associate e agli Enti sportivi riconosciuti dal CONI. Inoltre sono quelle attività svolte da chi, per esempio, partecipa a giochi studenteschi o dagli alunni delle scuole nel corso di attività parascolastiche, che non rientrano nelle ore di educazione fisica e si svolgono in orario extra-scolastico.

In questo caso il certificato medico sportivo può essere richiesto al pediatra, al medico curante o al medico dello sport. È gratuito, di norma, ma è a pagamento e varia in base al listino prezzi se viene rilasciato da un medico dello sport.

È obbligatorio il certificato medico sportivo per le attività agonistiche praticate dai disabili (CIP). In questo caso la visita di controllo tiene conto delle patologie dell’individuo e del rischio che si incorre praticando l’attività sportiva in gara o in allenamento. La visita medica e il costo del certificato variano in base al listino e alle regioni, ma i costi si possono portare a detrazione dal reddito.

È obbligatorio il certificato medico sportivo anche per gli sportivi non tesserati che partecipano a manifestazioni non agonistiche o di tipo ludico-motorio (per esempio le maratone oltre i 20km, il nuoto, lo sci di fondo, il ciclismo). Queste sono tutte attività che prevedono un elevato impegno cardiovascolare. Il certificato può essere rilasciato dal pediatra, dal medico curante o dal medico dello sport. È a pagamento (tra i 35 e i 60 euro), durante la visita medica si controlla la pressione arteriosa e si procede a un elettrocardiogramma oltre a vari altri accertamenti a discrezione del medico.

Certificato medico sportivo obbligatorio: per gli over 60 è raccomandato il rinnovo ogni anno

Certificato medico sportivo non obbligatorio

Il certificato medico sportivo non è obbligatorio per chi pratica attività ludico-motoria, ovvero quell’attività svolta in maniera amatoriale, individuale o collettiva da non tesserati e che rientra nelle attività necessarie per il mantenimento psico-fisico del proprio corpo (runner, ciclisti o calcettisti amatoriali, per esempio). Sono esclusi dal rilascio del certificato medico anche i tesserati che non svolgono attività fisica sportiva (dirigenti, impiegati amministrativi, dipendenti).

Gli over 60 o le persone con problemi cardiovascolari devono ripetere la visita medica ogni anno. In questo caso si tratta di una raccomandazione e non di un obbligo per le società che praticano sport come il golf, il tiro con l’arco ecc.

È stato eliminato l’obbligo di presentazione della certificazione medica per i bambini tra 0 e 6 anni. Il certificato medico sportivo non è obbligatorio, tranne in alcuni casi indicati dal proprio pediatra.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie