Che cosa succede se non pago una multa?

Che cosa succede se non pago una multa? In quali rischi si incorre e quando una multa può essere contestata, è fuori dai termini o prescritta? I tempi, le more, le possibili vie d'uscita e le differenze se la riscossione è in mano all'Agenzia delle Entrate o a un Comune.

4' di lettura

Che cosa succede se non pago una multa? Se cioè quando la trovo sul parabrezza dell’auto faccio finta di niente e se ricevo una raccomandata la ignoro, nella speranza che faccia altrettanto chi l’ha inviata? Dopo quanto tempo vanno in prescrizione? Cosa bisogna fare se arriva una cartella esattoriale, un avviso o una intimazione di pagamento?

Diciamo subito che se vi arriva a casa la raccomandata con all’interno la multa e l’avviso di pagamento non ritirarla serve a poco. Anzi a nulla. La multa che non viene accettata risulta per la legge regolarmente notificata.

È lo stesso discorso che vale per le contestazioni che vi vengono mosse dalle forze dell’ordine al volante. Non firmare il verbale non annulla la multa.

Che cosa succede se non pago una multa? Le tre fasi

Le multe possono essere pagate in tre fasi distinte. E cambia anche molto l’ammontare della cifra che dovremo versare.

  • Entro i 5 giorni dalla contestazione o dall’arrivo della raccomandata. Chi versa il dovuto entro questa scadenza può ottenere uno scontro del 30%. L’importo viene segnalato sul bollettino che è allegato al verbale. I 5 giorni vengono conteggiati dall’arrivo della raccomandata. Se si paga subito dopo la contestazione si risparmiano altri 20 euro, che sono le spese postali.
  • Entro 60 giorni dalla contestazione o dall’arrivo della raccomandata. Si può ancora pagare con uno sconto. La cifra è riportata nel bollettino allegato.
  • Dopo i 60 giorni dalla contestazione o dall’arrivo della raccomandata. La multa in questo caso si paga per intero. Basta un giorno di ritardo per far scattare la mora. Ogni sei mesi di ritardo scattano interessi pari al 10% della somma.

Che cosa succede se non pago una multa? Iscrizione al ruolo

È chiaro dunque che la domanda che cosa succede se non pago la multa si riferisce a chi, anche dopo i 60 giorni, ha deciso di non versare denaro.

Non arriveranno altri solleciti. La sanzione viene iscritta a ruolo. In pratica diventa un credito da recuperare coattivamente.

Molto spesso l’incarico viene affidato all’Agenzia delle Entrate e della Riscossione che emette la cartella esattoriale e la notifica al diretto interessato.

All’interno della cartella, oltre all’ammontare della multa, sono aggiunti tutti gli interessi che nel corso del tempo sono maturati.

Che cosa succede se non pago una multa? Quando non si paga più

La multa a questo punto non è più contestabile. È possibile opporsi solo per qualche vizio di forma nella consegna della cartella (difetto di notifica). Ma non ci sono grandi chance.

Eccetto due:

  • le cartelle esattoriali devono essere consegnate entro i due anni da quando il ruolo è stato dichiarato esecutivo (se va oltre si può contestare la decadenza perché i termini sono decorsi);
  • dovete ricordare anche che se l’avviso di pagamento viene notificato 5 anni dopo la contestazione del verbale, la multa va in prescrizione.

La cartella esattoriale può essere prescritta se dopo che sono trascorsi 5 anni dalla notifica l’ente riscossore non invia altri solleciti o la misura esecutiva.

Che cosa succede se non pago una multa? Quando si rischia

Se tutto questo non accade, se cioè le cartelle esattoriali sono inviate nei termini e non sono trascorsi 5 anni da quando avete commesso l’infrazione, ebbene le conseguenze potrebbero essere gravi in caso di mancato pagamento.

Vediamo.

Può essere disposto il fermo amministrativo dell’automobile. Se la persona multata continua a non pagare la multa si apre la prospettiva del pignoramento dei beni.

Che può essere il quinto dello stipendio o della pensione o del conto corrente.

Che cosa succede se non pago una multa? Ingiunzione fiscale

Alcuni comuni possono decidere di agire in modo autonomo nella riscossione delle multe non pagate, evitando quindi il passaggio per l’Agenzia delle Entrate.

In questo caso all’automobilista viene inviata una ingiunzione fiscale (tramite la polizia municipale).

Se la multa è stata erogata dalla polizia stradale, provinciale, dai carabinieri, in quel caso – non c’entra il comune – la via sarà quella della riscossione tramite ruolo (e in genere passa all’Agenzia delle Entrate).

Con l’ingiunzione fiscale il comune chiede al debitore di versare la somma dovuta entro 30 giorni. Se non accade può avviare degli atti esecutivi.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie