Chernobyl 1986: perché non puoi perderti il film Netflix 

Chernobyl 1986: dopo l’acclamata miniserie HBO sulla ricostruzione del disastro nucleare arriva su Netflix la risposta dalla Russia. Ecco la trama.

3' di lettura

Chernobyl 1986: sin da subito la Russia ha criticato aspramente la miniserie HBO (di cui vi avevamo parlato qui) che ha conquistato il mondo con il suo spietato racconto sul disastro nucleare.

Dopo aver accusato il regista Craig Mazin di non aver saputo restituire una ricostruzione accurata e di voler effettuare un’azione “di propaganda”, il Cremlino scende in campo.

E lo fa attraverso il film distribuito globalmente da Netflix dal titolo Chernobyl 1986, di Danila Kozlovsky. Vediamo insieme la trama del film e perché è un evento Netflix che farà parlare di sé per molto tempo e con toni potenzialmente aspri.

La trama di Chernobyl 1986

Chernobyl 1986, prodotto dalla casa russa Central Partnership, approda su Netflix come esclusiva del catalogo.

Ad oggi si tratta del primo titolo russo a raccontare il disastro di Chernobyl “dall’interno”.

Al centro della storia troviamo Alexey Karpushin, un pompiere che ha da pochissimo lasciato Pripyat e il suo lavoro per raggiungere la fidanzata a Kiev.

Purtroppo la sua nuova vita non farà in tempo neppure a muovere i primi passi: verrà stroncato dalla nota esplosione del reattore 4 della centrale.

Alexey torna a Pripyat con un ingegnere e un sommozzatore con l’obiettivo di drenare l’acqua da un serbatoio posto proprio sotto il reattore.

La loro sarà una tragica battaglia contro il tempo, prima che si verifichi la fusione del nocciolo dell’RBMK-1000.

Dopo la discesa nella centrale, intorno a loro solo buio, increspature radioattive e il peso delle atrocità che stanno accadendo in quegli attimi.

L’accoglienza della critica

Per essere una risposta al miniserie di HBO – che ha postato sullo schermo non solo i risvolti umani della vicenda, ma anche le implicazioni politiche che le gravitavano intorno – sembra che il film Chernobyl 1986 non provi neppure a fare una ricostruzione dei fatti.

Si tratta più che altro di una sorta di americanata catastrofica, parafrasando le parole di Chris Brown di CBC News.

Secondo una buona parte della critica internazionale, i russi avrebbero puntato il tutto per tutto sull’eroismo del pompiere (un personaggio di fantasia, solo blandamente ispirato a Nikolai Chebushev).

E così facendo avrebbero accuratamente evitato di entrare nel merito delle responsabilità del disastro.

Chernobyl: un’immagine del disastro nucleare di Chernobyl avvenuto il 26 aprile del 1986

Anche secondo chi alla catastrofe ha preso parte, come l’ex generale Nikolai Tarakanov, Chernobyl 1986 è un’occasione mancata.

O forse una scappatoia che permette di parlare di Chernobyl senza pestare i piedi alle autorità.

A voi l’ardua sentenza.

Per avere sempre a disposizione le ultime novità dal mondo dell’intrattenimento e altri suggerimenti su cosa guardare in streaming, non dimenticarti di visitare la nostra sezione tv e spettacolo

E per sapere invece cosa c’è oggi in tv, entra nel nostro portale dedicato e scopri la programmazione.

Se non trovi qui cosa guardare in streaming che faccia al tuo caso, nel nostro sito trovi anche tutti gli aggiornamenti sulle serie tv e le novità cinematografiche più interessanti. In più, per avere sempre con te tutte le news, puoi entrare a far parte del nostro gruppo whatsapp gratuito.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie