Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati? Le scelte sull'istruzione dei figli rappresentano spesso un motivo di scontro tra ex coniugi. Cosa dice la legge, chi deve imporre la scelta, qual è l'orientamento della magistratura. La scelta tra scuola pubblica e scuola privata.

4' di lettura

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati con affido condiviso? La questione si pone spesso tra ex coniugi e può essere un grave motivo di attrito. Ma cosa dice la legge, ovvero chi ha l’ultima parola in questi casi rispetto a scelte rilevanti per la vita del figlio?

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

In diversi casi, quando non si riesce a raggiungere un punto d’intesa, è necessario fare ricorso al tribunale. In questo caso l’orientamento prevalente della magistratura è a favore della scuola pubblica. Ma non è certo in secondo piano la continuità didattica del ragazzo.

Ma vediamo nel dettaglio.

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati: norme di buon senso

Nelle separazioni e nei divorzi gli ex coniugi dovranno comunque avere un piano di confronto costante se ci sono dei figli minori. Un confronto che in larga parte (ma non solo) riguarderà proprio l’istruzione dei bambini. In particolare quando c’è un affido condiviso e non esclusivo.

Ci sono delle norme di buon senso che regolano questo confronto/collaborazione tra ex coniugi riguardo l’educazione e l’istruzione dei figli minori. Buon senso che deve sempre e comunque privilegiare gli interessi della prole, salvaguardando un equilibrio nei rapporti tra i due genitori.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati: se l’accordo è impossibile

In genere la questione “chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati” si pone quando il ragazzo deve scegliere a quale istituto superiore iscriversi. Se un coniuge insiste per un istituto (magari privato) e l’altro la pensa in maniera completamente diversa ci sono ovviamente dei problemi.

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati: il giudice

Se l’accordo è impossibile, l’unica soluzione per uscire dall’impasse è quella di rivolgersi al giudice.

Il magistrato fissa una prima udienza, durante la quale oltre ad ascoltare gli ex coniugi sentirà anche il parere del figlio, se ha più di 12 anni. Lo scopo è quello di trovare una soluzione che sia condivisa.

Se il tentativo di mediazione dovesse fallire, in quel caso sarà il giudice a decidere nell’interesse del minore.

Nel caso un genitore dovesse comunque insistere nel chiedere l’iscrizione del figlio a una scuola privata, in quel caso sarà lui a sostenere tutte le spese.

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati: scuola pubblica

I giudici, come detto, scelgono prevalentemente la scuola pubblica. Per quale motivo?

La giurisprudenza, citando l’articolo 1 della legge 26/2000 del 10 marzo del 2000, ritengono la scuola pubblica «espressione primaria e diretta del sistema nazionale di istruzione».

Dal che ne deriva che la scuola pubblica viene ritenuta più indicata per garantire al ragazzo una educazione più liberale o pluralista.

Potete essere d’accordo o meno, ma questo è l’orientamento prevalente.

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati: scuola privata

La scuola privata viene ritenuta una scelta necessaria se il bambino dovesse avere dei problemi di apprendimento,delle fragilità personali o difficoltà di inserimento.

In questi casi il giudice valuterà insieme ai genitori (e poi evidentemente da solo), la scelta migliore e più adatta per il minore. Che appunto potrebbe ricadere su un istituto privato.

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati: continuità didattica

Il giudice non dovrà comunque valutare solo qual è la scuola più adatta (pubblica o privata) per l’educazione e l’istruzione del bambino. Un altro aspetto che sarà opportuno valutare è la continuità didattica.

Significa che se un bambino ha iniziato un ciclo di studi in un istituto è in genere consigliabile non interromperlo. E quindi concludere quella parte dell’apprendimento nella stessa scuola. Solo dopo si potrà prendere in considerazione il trasferimento.

Chi decide la scuola del figlio tra genitori divorziati: conclusione

Le scelte dunque saranno sempre adottate nel prevalente interesse del figlio.

Sarebbe buona prassi per gli ex coniugi trovare una intesa. Ma, come abbiamo visto, in caso contrario, piuttosto che innescare situazioni di tensione (tutte a carico del bambino),è forse meglio rivolgersi a un giudice e attenersi alle sue disposizioni.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie