Chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari?

Ecco svelato se chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari, quali sono le condizioni e alcuni esempi.

6' di lettura

Chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari? Vista la condizione particolare del Reddito di cittadinanza e i dubbi che ne possono derivare, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Negli ultimi articoli di TheWam.net ci siamo concentrati sui pagamenti del bonus 200 euro su Rdc partiti il 30 luglio, dei ritardi nelle ricariche dovuti a ulteriori controlli da parte dell’INPS e dell’ultima novità riguardo al bonus 200 euro su Rdc con scadenza a giugno 2022.

Il governo ha lanciato anche un nuovo bonus 200 euro che coinvolge soprattutto la platea di beneficiari esclusi dal primo bonus 200 euro. Dai un’occhiata alle prossime probabili date di pagamento per l’assegno unico su Rdc.

Indice

Chi ha il reddito di cittadinanza è a carico: cosa significa

Prima di affrontare una questione delicata come “chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari”, è bene chiarire innanzitutto che cosa significa essere fiscalmente a carico.

Avere un familiare fiscalmente a carico vuol dire provvedere al suo sostentamento economico e accedere quindi a delle agevolazioni sulle tasse.

Devi sapere, però, che non tutti i familiari possono essere a carico dei contribuenti. Infatti, per avere un familiare fiscalmente a carico è necessario che questi sia:

  • coniuge;
  • convivente;
  • figli;
  • discendenti dei figli;
  • genitori;
  • fratelli e sorelle;
  • nonni;
  • generi e nuore;
  • suocero e suocera.

Cosa comporta avere un familiare a carico? Poiché occuparsi economicamente di un’altra persona non ha un costo basso, la legge prevede delle agevolazioni e detrazioni fiscali per chi si prende questa responsabilità.

In questo modo, si riduce l’importo delle imposte sul reddito dovute.

Ma non è tutto.

Per essere fiscalmente a carico di un familiare vi sono altre condizioni da rispettare, a meno di eccezioni:

  1. essere convivente, quindi avere la stessa residenza del familiare che provvede per te;
  2. avere un reddito annuo inferiore a 2.840,51 euro.

Ed è proprio su queste condizioni che bisogna spostare la propria attenzione, soprattutto quando la persona a carico fiscale percepisce il Rdc.

Come funziona in caso di familiare a carico con reddito di cittadinanza? Si possono ricevere detrazioni oppure no? Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari?

Adesso veniamo al tasto dolente, e in particolare cerchiamo di rispondere alla domana: Chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari?

La risposta non è semplice, perché dipende da alcuni fattori, ma faremo del nostro meglio per fornire dei chiarimenti.

Prima di tutto, è necessario specificare che il Reddito di cittadinanza si distingue da tutti gli altri tipi di reddito (per esempio da lavoro) perché rientra tra i sussidi corrisposti dallo Stato a titolo assistenziale. Proprio per questo motivo, essendo erogato per fornire assistenza a chi ne ha diritto, è esente da IRPEF e non concorre alla formazione del reddito annuale.

Il fatto che il Rdc sia esente da IRPEF è molto importante perché indica che se per esempio un figlio o un genitore percepisce il sussidio anti-povertà e convive con un familiare (con la mamma o il padre nel caso del figlio, con il figlio nel caso del genitore) che provvede al suo sostentamento, allora può essere fiscalmente a carico del familiare.

Tuttavia, ci sono comunque delle condizioni a cui fare attenzione:

  • nel caso del figlio che percepisce il Rdc, può essere a carico del proprio genitore anche senza avere la stessa residenza;
  • invece, nel caso del genitore percettore di Rdc, per essere a carico del figlio o della figlia è obbligatorio che convivano nella stessa abitazione.

Altre condizioni su cui fare chiarezza sono quelle reddituali.

Come abbiamo detto poco fa, per essere fiscalmente a carico di un familiare non bisogna percepire redditi che superino la soglia di 2.840,51 euro annui.

Chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari?

Però qui c’è da fare una precisazione. L’articolo 3, comma 4, del decreto legge n. 4/2019 stabilisce che “Del reddito di cittadinanza, infatti, non si tiene conto ai fini della verifica del limite di reddito percepito in un periodo d’imposta per essere considerati a carico“.

In parole povere, questo significa che il Reddito di cittadinanza non rientra tra i redditi percepiti durante l’anno e quindi non sussiste il limite di 2.840,51 euro per essere consdierati fiscalmente a carico.

Dall’altro lato, se un genitore o un figlio, oltre al Rdc, percepisce anche altri redditi, allora in quel caso bisogna rispettare la soglia indicata sopra.

Chi ha il reddito di cittadinanza è a carico: esempi

Per rendere ancora più chiara la questione, che è piuttosto particolare, cerchiamo di fare qualche esempio, prendendo i casi di utenti che si sono trovati in questa situazione.

Un primo caso è quello di una donna lavoratrice che provvede al sostentamento dei suoi genitori, i quali vivono in un’altra città. La figlia, pur non convivendo con i genitori, ha la residenza a casa loro, dal momento che la casa è intestata a lei, così come tutte le utenze e le bollette. Quindi, la figlia ha il domicilio nella città in cui lavora, ma la residenza nella stessa casa dei genitori. Questa situazione rende genitori e figlia conviventi.

Passiamo alla situazione reddituale. L’unico reddito percepito dai genitori è il Reddito di cittadinanza, che spetta nello specifico alla madre.

Ora se ci chiedessimo, facendo riferimento a questa situazione in particolare “chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari”? La risposta sarebbe senz’altro sì.

La ragione è che sussistono i due requisiti fondamentali per far sì che i genitori siano fiscalmente a carico della figlia, ossia hanno la stessa residenza e non hanno altri redditi al di fuori del Rdc. Inoltre, a questo si aggiunge che la figlia ha pieno diritto alle detrazioni fiscali dovute.

Un altro caso è quello di una madre che chiede se la figlia può essere fiscalmente a carico suo, pur percependo il Reddito di cittadinanza e vivendo in un posto diverso.

In questo caso, visto che per i figli non vale la condizione della convivenza con i genitori, la madre in questione può avere tranquillamente accesso alle detrazioni fiscali e quindi provvedere al sostentamento della figlia. L’unico requisito da rispettare è quello reddituale, e cioè non devono esistere altri redditi (al di fuori del Rdc) superiori a 2.840,51 euro.

Dunque, anche attraverso quest’ultimo esempio, abbiamo appurato che alla domanda “chi ha il reddito di cittadinanza è a carico dei familiari?” la risposta è sì, purché si rispettino le condizioni di parentela e di residenza.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie