Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Previdenza e Invalidità » Scuola / Chi ha la 104 ha il sostegno? Quando spetta l’insegnante

Chi ha la 104 ha il sostegno? Quando spetta l’insegnante

Chi ha la 104 ha il sostegno: spetta l'insegnante di sostegno all'alunno titolare della 104? Ne parliamo in questo articolo.

di Carmine Roca

Luglio 2022

Chi ha la 104 ha il sostegno? È possibile richiedere l’insegnante di sostegno se si ha diritto alla Legge 104? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il sito Invalidità e diritti si è spesso soffermato sul tema Legge 104, con alcuni interessanti articoli. Se siete interessati a sapere come la 104 cambia la vostra pensione, potreste leggere questo articolo. È altrettanto importante sapere quando scade la 104, se si paga il passaggio di proprietà di un veicolo con la 104 o quali sono le agevolazioni per le università telematiche, per i titolari della Legge 104.

INDICE:

Chi ha la 104 ha il sostegno?

Gli studenti affetti da disabilità o portatori di handicap hanno diritto all’insegnante di sostegno, per comprendere meglio le lezioni in classe.

Parliamo di un docente qualificato, che sa gestire ed educare gli alunni più fragili, alle prese con patologie fisiche o psichiche. L’obiettivo dell’insegnante di sostegno è assistere l’alunno dentro e fuori la classe, formarlo e integrarlo col resto della classe e nel mondo della scuola.

Ogni studente con disabilità segue un piano educativo personalizzato, che vede la sinergia di scuola, servizi e famiglia, per un perfetto apprendimento e inserimento scolastico.

Ma è possibile avere l’insegnante di sostegno senza la 104? Cosa dice la legge in merito? Ne parliamo nei prossimi paragrafi.

Scopri la pagina dedicata ai benefici connessi alla Legge 104.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Chi ha la 104 ha il sostegno? Requisiti per l’ottenimento

L’insegnante di sostegno spetta agli alunni con handicap (Legge 104, art. 3 comma 1) o con handicap grave (art. 3 comma 3), che presentano i requisiti previsti dalla Legge 104.

Di conseguenza è necessario, ai fini dell’ottenimento dell’insegnante di sostegno, essere in possesso della certificazione medica rilasciata dall’Asl territorialmente competente, in seguito a regolare visita di controllo, effettuata previa domanda inviata all’INPS.

Il certificato medico attesterà la minorazione fisica, psichica o sensoriale stabile e progressiva dell’alunno. La disabilità o l’handicap provocando difficoltà nell’apprendimento, nell’integrazione e nelle relazioni sociali scolastiche dello studente, danno diritto all’insegnante di sostegno.

Per rispondere, quindi, alla domanda di apertura, possiamo dire che l’insegnante di sostegno spetta ai titolari della Legge 104.

Chi ha la 104 ha il sostegno? Il caso degli alunni con DSA

Per quanto riguarda gli alunni affetti dalla DSA, ovvero dai disturbi specifici dell’apprendimento (dislessia, disortografia, discalculia, disgrafia), questi non hanno diritto all’insegnante di sostegno.

Il motivo è duplice: i DSA sono regolamentati da un’altra legge, la numero 170 del 2010 e non dalla Legge 104.

Quindi questi disturbi non sono riconosciuti come handicap: il bambino ha un’intelligenza nella norma.

Chi ha la 104 ha il sostegno
Chi ha la 104 ha il sostegno?

Per loro sono previsti strumenti compensativi, ovvero strumenti didattici e tecnologici che facilitano attività altrimenti difficili per lo studente con le patologie indicate sopra.

Questi sono rappresentati da:

  1. Sintesi vocale (per ascoltare i brani anziché leggerli);
  2. Registratore (per evitare di scrivere gli appunti delle lezioni);
  3. Programmi di videoscrittura con correttore ortografico;
  4. Calcolatrice;
  5. Tabelle, formulari, mappe concettuali.

Inoltre, agli studenti con la DSA spettano misure dispensative. L’alunno eviterà attività difficoltose a causa del disturbo vissuto e che quindi sono inutili ai fini dell’apprendimento.

Parliamo di:

  1. Lettura a voce alta in classe;
  2. Lettura di brani la cui lunghezza non sia compatibile con il suo livello di abilità;
  3. Verifiche e di valutazioni personalizzate, coerenti con gli obiettivi previsti.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp