Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità » Salute / Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile?

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile?

Chi ha la pressione alta può avere l'invalidità civile? La patologia è molto diffusa tra i cittadini e può comportare conseguenze gravi, vediamo.

di The Wam

Dicembre 2021

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile? L’ipertensione arteriosa è un disturbo molto diffuso in Italia. Gli ipertesi nel nostro Paese sono un esercito di 15 milioni di persone. Ovviamente in maniera più o meno grave. Questa patologia è comunque la concausa di 240.000 morti ogni anno.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Un disturbo che può avere, dunque, conseguenze gravi. Soprattutto se non è controllata. Uno dei problemi più seri è che di questi 15 milioni di ipertesi solo il 50% ne è consapevole. E, peggio ancora, solo un italiano su 3 sa cosa è davvero l’ipertensione arteriosa.

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: conseguenza gravi

La “pressione alta” può avere delle conseguenze molto gravi:

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: cos’è

L’ipertensione arteriosa si verifica quando la pressione del sangue nelle arterie è troppo elevata e causa l’affaticamento del cuore.

Proprio perché si tratta di un disturbo che può avere delle conseguenze molto serie (anche letali), ci chiediamo se chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile. O comunque una percentuale riconosciuta di invalidità.

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: tabelle Inps

Nelle tabelle Inps, viene riconosciuta questa riduzione della capacità lavorativa per chi soffre di pressione alta:

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: le percentuali

Come vedete percentuali che oscillano tra il 10 e il 100% a dimostrazione di un disturbo che può non essere avvertito o causare, in più di un caso, una totale incapacità di lavorare.

In particolare se causa arteriopatie ostruttive croniche come arteriosclerosi o aterosclerosi.

Si riconosce invece una invalidità che oscilla tra il 21 e l’80% per disturbi come l’aneurisma dell’aorta.

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: niente pensione

E dunque la pressione alta da sola non dà diritto al trattamento pensionistico. Accade solo se l’ipertensione innesca disturbi gravi (come quelli indicati sopra), che sono invalidanti e riducono non solo la capacità lavorativa del paziente ma ne minano in modo grave anche il grado di autonomia.

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: assenze dal lavoro

Partiamo dai lavoratori che soffrono di pressione alta. A cosa hanno diritto?

Proprio come per chi soffre di altre patologie dell’apparato cardiocircolatorio, chi è affetto da ipertensione arteriosa può assentarsi per malattia anche se deve effettuare un trattamento in day hospital o se le cure sono incompatibili con l’orario di lavoro.

Su questo punto l’Inps ha fornito dei chiarimenti. E quindi le assenze dal lavoro possono essere indennizzate come malattia in questi casi:

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: le certificazioni

Per indennizzare questa assenza dal lavoro è necessario che il centro medico produca una certificazione da inviare all’Inps. Può essere online o su carta.

Deve avere queste informazioni:

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: cicli di cure

Per chi soffre di pressione alta e delle patologie connesse all’ipertensione non sono improbabili dei cicli di cura piuttosto ricorrenti. Questi periodi possono essere equiparati ai giorni di malattia.

In tal caso il medico può comportarsi in due modi:

Questo certificato viene inviato all’inizio della terapia e deve contenere le date di tutte le prestazioni periodiche. Ovviamente la struttura sanitaria a sua volta rilascia una dichiarazione che conferma l’avvenuta prestazione medica.

Senza questo secondo documento il dipendente perde l’indennità di malattia.

Chi ha la pressione alta può avere l’invalidità civile: esami

Gli esami per l’ipertensione e le conseguenti patologie all’apparto cardiocircolatorio, se non richiedono molto tempo, non possono essere considerate assenze per malattia.

Con l’eccezione di questi casi:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp