Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di cittadinanza / Chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre 2022

Chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre 2022

Chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre 2022, in pagamento il prossimo venerdì? Tutti i 9 casi.

di Sara Fannino

Ottobre 2022

In questa breve guida andremo ad analizzare nel dettaglio chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre 2022 che è in pagamento nei prossimi giorni (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice:

Chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre 2022, la data

Prima di parlare di chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre 2022, ricordiamo che la prestazione economica dovrebbe arrivare proprio alla fine di questa settimana, e più precisamente il giorno 14. Solitamente la prima delle due ricariche del mese viene effettuata sempre nella data precisa del 15, mentre la seconda il 27.

Come mai questo mese si parla di anticipo al 14? Poiché il 15 capiterà di sabato e gli uffici postali saranno aperti solo durante il mattino. Per questo motivo, l’istituto di Previdenza Sociale provvederà a effettuare le lavorazioni in anticipo rispetto al solito, già a partire da domani, per poi permettere a Poste Italiane di accreditare la misura il prossimo venerdì.

Leggi anche Reddito di cittadinanza di metà ottobre in anticipo?

Ma a chi è rivolta questa ricarica? Si tratta della cosiddetta “ricarica speciale”, che dovrà essere erogata ai percettori non ordinari, dunque, non si tratta delle ricariche comprese tra la seconda e la diciottesima. In particolare, l’accredito di metà mese arriverà ai primi percettori in assoluto che hanno inoltrato la domanda all’INPS, a Poste Italiane o sul sito wwww.redditodicittadinanza.gov.it nel mese di agosto o di settembre.

Gli enti preposti controllano che il cittadino o il nucleo familiare siano in possesso di tutti i requisiti necessari per la percezione della misura, dunque, la cittadinanza italiana, UE o ExtraUE con permesso di soggiorno, la residenza da almeno 10 anni di cui due continuativi, l’ISEE entro i 9.360 euro, il reddito familiare entro i 6 mila euro, così come il patrimonio finanziario e, infine, il patrimonio immobiliare differente dalla casa di abitazione entro i 30 mila euro. Se il richiedente rispetta tutti questi requisiti, allora, INPS e Poste Italiane provvedono ad erogare il primo versamento il 15 del mese successivo a quello di accoglimento della domanda.

Scopri subito come avere il reddito di cittadinanza, quanto tempo ci vuole per i primi pagamenti del reddito di cittadinanza dopo la domanda e quante volte si può fare il rinnovo dell’Rdc

Le tempistiche per l’accoglimento della richiesta variano a seconda della quantità di domande presentate.

Ma non è finita qui: la prima ricarica del mese arriverà anche a chi ha chiesto il rinnovo a settembre. In particolare, nuclei e cittadini che hanno percepito la diciottesima o trentaseiesima ricarica di reddito di cittadinanza ad agosto hanno atteso il mese di settembre (in cui non hanno percepito il Rdc) per presentare una nuova domanda. Se i richiedenti sono ancora in possesso di tutti i requisiti idonei, allora INPS e Poste provvedono a corrispondere la ricarica il 15 del mese successivo.

Niente bonus 150 euro sul Rdc se questo scade ad ottobre?

Infine, il prossimo venerdì arriverà anche la ricarica degli arretrati della prestazione, per chi ha avuto nei mesi passati qualche intoppo burocratico.

Andiamo subito a scoprire chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=gsSHQNkRSZg&w=560&h=315]

Chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre: le ricariche ordinarie

Partiamo subito dicendo che tra chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre, il 14, troviamo anche chi attende la ricarica ordinaria, dunque, quella compresa fra la seconda e la diciottesima mensilità. Questi nuclei e cittadini, infatti, dovranno aspettare ancora qualche giorno, poiché l’accredito standard viene sempre effettuato a fine mese, nella data del 27.

Convocazioni per il reddito di cittadinanza, ecco che lavoro dovrai fare.

Ricordiamo che Poste Italiane eroga le prestazioni a flussi, dunque, non a tutti arriverà il sostegno il 27 preciso: alcuni lo riceveranno il 28, altri il 29 mattina e altri ancora il 31. Poste Italiane, infatti, ha a disposizione fino all’ultimo giorno bancabile del mese per effettuare gli accrediti.

Scopri come controllare il saldo del reddito di cittadinanza, come usare l’App Postepay per controllare gli importi dell’Rdc e come funzionano il numero verde e i servizi legati alla carta del reddito di cittadinanza.

Ma, ora, andiamo a vedere chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre per altre motivazioni.

chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre
chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre tutti i casi

Chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre, tutti i casi

Chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre? Tra le persone che non riceveranno il sostegno troviamo:

Ecco entro quando devi spendere il Rdc di metà mese.

  1. il cittadino o la famiglia che non ha effettuato la DID, cioè la dichiarazione di immediata disponibilità a lavorare
  2. chi, pur beneficiando del reddito di cittadinanza, non partecipa alle iniziative di formazione, di politica attiva, di riqualificazione professionale o di attivazione senza avere un valido motivo
  3. il titolare del beneficio economico di contrasto alla povertà che non sottoscrive il patto per il lavoro e il patto per l’inclusione sociale
  4. il cittadino o la sua famiglia che percepisce il reddito di cittadinanza non collabora in progetti utili per la collettività, anche se istituiti dal proprio Comune di residenza
  5. il cittadino percettore della misura non accetta due offerte di lavoro congrue, oppure, se dopo il rinnovo, non accetta la prima proposta di lavoro congrua
  6. la famiglia o il soggetto percettore di reddito di cittadinanza non comunica all’INPS eventuali variazioni della propria condizione occupazionale, oppure variazioni del nucleo familiare nella DSU (es. un membro in meno) per percepire un importo più elevato
  7. il nucleo o il cittadino dichiara il falso per avere una rata mensile più alta
  8. il soggetto titolare del trattamento economico o qualsiasi altro componente della famiglia viene scoperto dalle autorità competenti a svolgere un’attività di lavoro dipendente, oppure di lavoro autonomo o di impresa, senza aver dato comunicazione. Trattandosi di lavoro nero, in questo caso si rischia anche il carcere.

Leggi quali sono le somme previste con l’Rdc, i limiti di prelievo in contanti e le spese vietate con i contributi economici, i motivi che causano la sospensione del reddito di cittadinanza e i reati che fanno perdere l’Rdc.

Questo è l’elenco completo di chi non avrà il reddito di cittadinanza a ottobre.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp