Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Ecco chi prende i 150 euro a febbraio 2023

Ecco chi prende i 150 euro a febbraio 2023

Tra i destinatari del bonus una tantum c’è chi prende i 150 euro a febbraio 2023. Scopri le categorie interessate.

di Chiara Del Monaco

Novembre 2022

Dopo la pubblicazione della circolare INPS è possibile sapere con certezza chi prende i 150 euro a febbraio 2023 e chi invece dovrà aspettare meno tempo. In questo articolo spieghiamo tutti i dettagli (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Anche se i pagamenti del bonus 150 euro sono partiti a novembre 2022, fin dalla sua introduzione con il Decreto Aiuti ter non è stato specificato quante persone lo ricevono a novembre e quante devono aspettare di più. A chiarire questo dettaglio è stato l’Istituto di previdenza sociale attraverso una circolare apposita pubblicata il 16 novembre 2022.

Grazie a questa comunicazione ufficiale, non solo è stato illustrato il calendario dei pagamenti del bonus una tantum, ma anche le modalità di erogazione del sussidio da 150 euro. Nei prossimi paragrafi chiariamo chi prende i 150 euro a febbraio 2023 e chi ha già cominciato a riceverli o li riceverà entro dicembre.

Leggi tutti i dettagli sul bonus 150 euro: quando arriva il contributo economico e quali sono i requisiti reddituali. Scopri anche quando spetta ai lavoratori, ai pensionati, agli invalidi e disabili e ai percettori di Reddito di cittadinanza.

Indice

Chi prende i 150 euro a febbraio 2023? Le categorie

Come anticipato in apertura del nostro approfondimento, lo scorso dicembre l’INPS ha pubblicato la circolare 127/2022 dedicata ai tempi e alle modalità di erogazione del bonus 150 euro introdotto dal Decreto Aiuti ter.

In particolare, per capire chi prende i 150 euro a febbraio 2023 è necessario andare nella PARTE IV della suddetta circolare, intitolata Pagamenti e istruzioni contabili, e leggere il primo punto, ossia Calendario dei pagamenti. In questa sezione l’INPS ha elencato tutte le tempistiche di pagamento relative all’indennità da 150 euro. In base a queste, alcune categorie ricevono il bonus a novembre 2022 (per esempio i titolari di trattamenti pensionistici), mentre altre dovranno aspettare addirittura a febbraio 2023.

Ad aspettare il nuovo anno saranno sia coloro che devono presentare un’apposita domanda sia una parte dei destinatari che hanno diritto al contributo d’ufficio, quindi in automatico. Nello specifico, le persone che lo riceveranno in automatico a febbraio 2023 sono le seguenti:

Queste categorie appena elencate riceveranno il contributo una tantum nel mese di febbraio 2023 perché devono aspettare l’invio da parte dei datori di lavoro delle denunce UniEmens relative alle retribuzioni di novembre 2022.

Eppure loro non saranno gli ultimi in assoluto a vedersi erogare il bonus 150 euro. Infatti, come specifica la circolare INPS, le categorie che concluderanno le fasi di accredito del bonus 150 euro saranno coloro che devono fare domanda, e cioè:

Il motivo di queste tempistiche così lunghe per chi prende i 150 euro a febbraio 2023 e deve fare domanda è che il termine ultimo per richiedere il bonus una tantum è il 31 gennaio 2023. Quindi, se rientri tra questi gruppi appena elencati, ti informiamo che potrai presentare la domanda del bonus 150 euro sul sito dell’INPS entro il 31 gennaio 2023. Il pagamento arriverà solo dopo questa data, rispettando i tempi necessari per elaborare tutte le richieste dei cittadini.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Chi prende i 150 euro a febbraio 2023 e chi prima: calendario

Nel paragrafo precedente abbiamo visto chi prende i 150 euro a febbraio 2023 tra coloro che devono fare domanda e coloro che lo ricevono in automatico. Come sappiamo, però, le categorie menzionate non sono le uniche ad aver diritto all’indenità una tantum, ma c’è ancora un ampio gruppo di beneficiari a cui spetta e che riceverà il contributo da 150 euro prima del 2023.

In particolare, secondo il calendario degli accrediti indicato nella circolare dell’INPS, il bonus 150 euro arriverà a novembre 2022 a questi beneficiari;

Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato, non sono da escludere eventuali slittamenti del pagamento a dicembre 2022. Ciò si deve alle tempistiche di erogazione della busta paga: chi riceve la retribuzione alla fine del mese in corso, avrà i 150 euro entro il 30 novembre 2022; al contrario, coloro che percepiscono lo stipendio entro i primi 10 giorni del mese successivo, vedranno i 150 euro solo a dicembre 2022.

In ogni caso, sarà nostra premura fornire tutti gli aggiornamenti necessari in caso di cambi di programma o anomalie con gli accrediti dell’indennità una tantum.

Chi prende i 150 euro a febbraio 2023: le categorie

Chi prende i 150 euro a febbraio 2023 e chi dovrà restituirlo

Finora abbiamo visto chi prende i 150 euro a febbraio 2023 e chi invece lo riceverà entro novembre o dicembre 2022. Tuttavia, è bene fare attenzione a un dettaglio importante: è possibile che dopo i controlli dell’INPS qualcuno dovrà restituire il contributo da 150 euro. In particolare, la restituzione coinvolge tutti coloro che ricevono il bonus una tantum indebitamente, ossia senza averne diritto.

Di conseguenza, dopo che tutti i pagamenti saranno stati erogati e che l’Istituto avrà effettuato i dovuti controlli, dovranno restituire i 150 euro queste categorie di persone:

Ecco perché è molto importante conoscere i requisiti per accedere al contributo una tantum, così da non rischiare di dover restituire i soldi.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp