Chi può ancora richiedere il bonus 200 euro e le scadenze

Scopri chi può ancora richiedere il bonus 200 euro, entro quando si può presentare la domanda e la procedura per farlo.

7' di lettura

Chi può ancora richiedere il bonus 200 euro? È proprio di questo che parleremo nell’articolo di oggi, concentrandoci quindi sulle categorie che per ricevere l’indennità una tantum devono presentare apposita domanda all’INPS. Vediamo meglio di chi si tratta, le scadenze per richiedere il beneficio e come farlo (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Alcuni pagamenti del bonus 200 euro sono in erogazione per i lavoratori domestici che non lo hanno ricevuto a luglio 2022. Anche molte famiglie che percepiscono il Reddito di cittadinanza sono ancora in attesa dell’integrazione di agosto 2022.

Alcune di queste, che avevano il Rdc in scadenza a giugno 2022, a detta dell’INPS, non riceveranno il sussidio una tantum.

A non ottenerlo saranno anche alcuni titolari di disoccupazione Naspi, come ha da poco affermato dall’Istituto di previdenza sociale.

Nel frattempo, il nuovo bonus 200 euro, inserito nella bozza del Decreto Aiuti, sarà destinato a chi non lo ha ricevuto la prima volta.

Indice

Chi può ancora richiedere il bonus 200 euro: le categorie

Sebbene in questi giorni siamo tutti in fibrillazione per il nuovo bonus 200 euro, destinato agli esclusi del primo Decreto Aiuti, ci sono ancora molte persone in attesa del primo bonus una tantum, i cui pagamenti sono iniziati ormai da un mese abbondante.

A fare da aprifila per gli accrediti dell’indennità di luglio sono stati in particolare i pensionati, i lavoratori dipendenti e alcuni lavoratori domestici. Agli sgoccioli del mese scorso, poi, sono arrivati anche i pagamenti per i percettori del Reddito di cittadinanza, ma non per tutti.

Questa categorie appena menzionate hanno ricevuto il bonus 200 euro in automatico su rispettivi cedolini, buste paga o carta Rdc. L’unica eccezione è rappresentata dai lavoratori domestici (che comprendono colf e badanti), che invece hanno dovuto inoltrare la domanda sul sito INPS. Ma non sono gli unici.

Infatti, la circolare INPS n. 73/2022 dello scorso 24 giugno, si era già espressa su chi dovesse fare richiesta del bonus 200 euro.

Nello specifico, si tratta di:

  • i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla Gestione separata e con un contratto attivo alla data del 18 maggio 2022 e reddito derivante dai suddetti rapporti non superiore a 35.000 euro per il 2021;
  • gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo, con 50 contributi giornalieri nel 2021, da cui deriva un reddito non superiore a 35.000 euro;
  • gli autonomi occasionali (senza partita IVA), non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, già titolari nel 2021 di contratti disciplinati dall’articolo 2222 del Codice Civile, iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022, che abbiano versato almeno un contributo mensile nel corso del 2021;
  • stagionali, a tempo determinato e intermittenti (compresi i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo) con 50 giornate di lavoro effettivo nel 2021 da cui deriva un reddito non superiore a 35mila euro;
  • incaricati alle vendite a domicilio, titolari di partita IVA attiva e iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022, che possano far valere per il 2021 un reddito superiore a 5.000 euro derivante da tale attività;
  • domestici, che devono avere almeno un rapporto attivo alla data del 18 maggio 2022, un reddito 2021 non superiore a 35.000 euro e non devono essere titolari – al momento della presentazione della domanda – di altra attività di lavoro dipendente o di pensione.

Ora che sappiamo chi può ancora richiedere il bonus 200 euro, vediamo un altro dato importante: le scadenze per presentare domanda. Continua a leggere per saperne di più.

Scopri la pagina dedicata a tutti bonus attualmente attivi e disponibili.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Chi può ancora richiedere il bonus 200 euro e quando?

Dopo aver fatto un riepilogo di chi può ancora richiedere il bonus 200 euro, è bene sapere anche entro quando si può presentare la domanda all’Istituto di previdenza sociale.

Partiamo innanzitutto dai lavoratori domestici, i quali per decorrenza di pagamento e scadenze, si discostano leggermente dalle altre categorie.

Per i domestici, come per esempio colf e badanti, il termine ultimo per inoltrare la domanda del bonus 200 euro è fissato al 30 settembre 2022.

Tuttavia, questi lavoratori sono gli unici che hanno già iniziato a ricevere l’indennità, a partire da luglio 2022.

Infatti, c’è chi ha visto il pagamento dei 200 euro erogato il 18 luglio, chi lo ha ricevuto il 28 luglio e, infine, alcuni collaboratori domestici ci hanno segnalato di aver visto la data di disposizione del sussidio per il 5 agosto 2022. Si tratta, con ogni probabilità, di chi ha inviato la domanda a luglio.

Invece, per tutti gli altri che devono fare domanda per il bonus 200 euro, la scadenza per presentarla è entro il 31 ottobre 2022. Per loro, l’erogazione del bonus partirà dal mese di ottobre.

Ora che sappiamo chi può ancora richiedere il bonus 200 euro e entro quando, vediamo brevemente qual è la procedura per richiederlo online.

Ma prima, dai un’occhiata all’ultimo video di Redazione TheWam sulle prossime date di pagamento dell’assegno unico di agosto.

Chi può ancora richiedere il bonus 200 euro e come fare domanda?

Dalla circolare INPS del 24 giugno emergono anche i dettagli sulla modalità di presentazione della domanda. Come al solito, chi non possiede delle credenziali digitali o non ha dimestichezza con gli strumenti telematici, può sempre rivolgersi agli intermediari abilitati, come gli uffici di Patronato presenti sul territorio.

Invece, per fare domanda autonomamente, bisogna innanzitutto entrare nel sito online dell’INPS e in particolare nella propria area riservata, accedendo tramite SPID, CIE o CNS.

A questo punto, bisogna cliccare sulla sezione Tutti i servizi in basso a sinistra, per poi seguire questi passaggi.

  1. selezionare Prestazioni dalla barra in alto;
  2. selezionare la lettera i sul filtro;
  3. cliccare sulla casella Accedi della scheda Indennità una tantum 200 euro.

In questo modo raggiungerai la sezione Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche, da dove sarà possibile selezionare “l’indennità una tantum” e iniziare con la procedura della domanda.

Per avere un quadro più dettagliato della procedura, ti consigliamo di consultare questa guida illustrata con tutti i passaggi da seguire.

Chi può ancora richiedere il bonus 200 euro e le scadenze

Chi può ancora richiedere il bonus 200 euro: quando arriverà?

In questo articolo abbiamo visto chi può ancora richiedere il bonus 200 euro, entro quando presentare la domanda e come farlo.

Adesso probabilmente ti starai chiedendo: “ma quando arriverà il pagamento dopo la domanda?”.

Ne abbiamo parlato proprio in questo articolo di TheWam.net, riportando la risposta dell’INPS a un utente che si chiedeva la stessa cosa.

Pur non potendo dare specifiche informazioni sui canali social (che sono quelli più usati ultimamente dai cittadini per chiedere informazioni), l’Ente ha dichiarato che di solito per far partire il pagamento sono necessari 10 giorni dopo che la domanda è stata accolta.

Da allora, non sono giunte altre notizie in merito, ma non mancheremo di aggiornarti appena avremo ulteriori novità.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie