Cigs e mobilità rifinanziate: 180 milioni entro fine aprile

Il ministro del lavoro, Andrea Orlando, ha firmato il decreto che stabilisce quanti soldi andrano alle regioni per il fondo destinato alla proroga Cigs e alla mobilità in deroga. Si tratta di 180 milioni di euro a cui le aziende potranno attingere ma solo a patto che attivino percorsi per la rioccupazione dei dipendenti.

4' di lettura

Il ministro del lavoro, Andrea Orlando, ha firmato il decreto che finanzia Cigs (Cassa Integrazione Straordinaria) e mobilità in deroga con 180 milioni di euro. I soldi saranno a disposizione delle imprese entro la fine di aprile.

Cigs proroga fino a 12 mesi

Le aziende che potranno beneficiare della Cigs e della mobilità in deroga sono quelle in crisi e che il loro fallimento avrebbe una gravissima ricaduta dal punto di vista occupazionale. (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).

Vista la complessità e la delicatezza dell’intervento gli strumenti canonici di sostegno non sono adatti, ecco perché bisogna ricorrere allo strumento della Cassa Integrazione Straordinaria.

I soldi a disposizione sono 180 milioni e sono stati stanziati nella Legge di Bilancio 2021. Il Decreto di Orlando è servito a ripartire i fondi nelle diverse aree del paese. (Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Le regioni interessate dal decreto del ministero del lavoro per la proroga Cigs e la mobilità in deroga sono:

Toscana37 milioni
Piemonte30,9 milioni
Lazio28,25 milioni
Marche16,78 milioni
Sardegna11,92 milioni
Umbria10,6 milioni
Puglia8,83 milioni
Abruzzo7,06 milioni
Veneto5,65 milioni
Molise3,74 milioni
Sicilia3,53 milioni
Friuli-Venezia Giulia1,77 milioni
Il riparto dei 180 milioni pe rla Cigs e la mobilità in deroga

Nello specifico, le zone interessate dai fondi sono:

  • Piombino e Livorno (Toscana);
  • Torino (Piemonte);
  • Frosinone e Rieti (Lazio);
  • Valle del Tronto-Piceno e distretto fermano maceratese (Marche);
  • Acerra-Marcianise-Airola, Torre Annunziata-Castellammare, Battipaglia-Solofra (Campagna);
  • Porto Torres e Portovesme (Sardegna).

Cigs, a chi spetta

La Cigs spetta ai lavoratori delle aziende che operano nelle aree indicate, ma solo se ovviamente ne faranno domanda. Ottenere la Cassa Straordinaria in Deroga per i propri dipendenti non è comunque una passeggiata. (Entra nei gruppi facebook: tutti i bonusofferte di lavoropensioni).

L’azienda dovrà infatti interfacciarsi con la regione e presentare un piano di recupero occupazionale che preveda percorsi di politiche attive del lavoro.

Cigs e mobilità rifinanziate: 180 milioni entro fine aprile
Cigs e mobilità rifinanziate dalla Legge di Bilancio per 180 milioni. Orlando ha firmato il decreto.

Quanto si guadagna con la cassa integrazione straordinaria?

La Cigs, come come la Cig, viene erogata dall’Inps e copre l’80% del salario del dipendente sospeso dall’attività lavorativa. Se l’impresa non è in gravissima difficoltà può succedere che anticipi il pagamento e poi faccia un conguaglio con l’Istituto.

In realtà però non si tratta di un 80% pieno, dato che ci sono dei massimali che non possono essere superati e alla somma va decurtato il 5,84% per contributi previdenziali.

I massimali per retribuzioni mensili fino a 2.159,48 euro sono 998,18 euro lordi (939,89 euro netti); quelli per retribuzioni mensili superiori a 2.159,48 euro sono 1.199,72 euro lordi (1.129,66 euro netti). (Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi).

Quanto tempo ci vuole per avere i soldi della cassa integrazione?

In condizioni normali dal momento della domanda della Cigs al momento in cui il lavoratore riceve il compenso passano dai 3 ai 5 mesi. Le condizioni legate alla diffusione del contagio e alla necessità di far ripartire la macchina però dovrebbero anticipare i tempi. (Scopri tutti i bonus disponibili e come averli).

A proposito di questo il ministro del lavoro Orlando, sentito dal Sole24Ore, ha dichiarato:

«In questo momento non possiamo permetterci di mantenere nessuna risorsa ferma. L’impegno prioritario è sbloccare tutte le risorse che attualmente non sono utilizzate, in particolar modo, quelle come la Cigs, destinate a contrastare o a contenere i processi di deindustrializzazione».

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie