Clan Cava, Santolo Fabi resta al carcere duro

Clan Cava, inammissibile il ricorso di Santolo Fabi. Resta al carcere duro.

1' di lettura

Resterà al carcere duro Santolo Fabi, esponente di primo piano del clan Cava, considerato uno degli uomini più vicini al boss Biagio Cava, morto lo scorso anno a causa di un tumore. I magistrati della I sezione di Cassazione hanno confermato, di fatto, la decisione del Tribunale di Sorveglianza che aveva rigettato il reclamo del detenuto. Anche alcune intercettazioni, raccolte in carcere, avevano giocato un ruolo decisivo nella decisione dei giudici. Il Tribunale di Sorveglianza aveva evidenziato come: “Fabi soffriva per un disturbo… si trattava di una condizione che non incideva sul rischio di sussistenza di un rischio nel contatto con l’esterno poiché egli aveva mantenuto la sua lucidità”. I giudici di Cassazione hanno ritenuto inammissibile il ricorso di Fabi.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!