Maxi sequestro. Trovati a Summonte con un chilo e duecento grammi di coca. Due in manette



1' di lettura

Il traffico di cocaina non si ferma con il coronavirus. I carabinieri hanno arrestato due persone: trasportavano un chilo e duecento grammi di cocaina purissima. E’ accaduto a Summonte. I due, di 19 e 37 anni, entrambi di Calvizzano, erano a bordo di una Fiat Panda. Sono stati fermati a Starze di Summonte, a un posto di blocco istituito per controllare il rispetto delle norme anticontagio.

I due hanno mostrato ai carabinieri una autodichiarazione nella quale si affermava che stavano recandosi in una clinica privata della zona. Un documento che è risultato fasullo. E che ha spinto i militari ad effettuare una perquisizione sulla vettura.

Nel vano motore è stata trovata la sostanza stupefacente. Un pacco ben confezionato. I due sono stati accompagnati in caserma e poi reclusi in una cella del penitenziario di Bellizzi. Sono indagati di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Da quella droga sarebbe stato possibile ricavare seimila dosi. Il valore sul mercato è di circa quattrocentomila euro.

E’ il più corposo sequestro di cocaina in provincia di Avellino negli ultimi mesi.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Hai qualcosa da segnalare? Clicca qui e scrivici su WhatsApp.