Colf e badanti permessi e congedi: ecco come funziona

Colf e badanti permessi e congedi: quali sono i vari tipi di permessi e congedi per i collaboratori domestici e come varia la retribuzione in base al caso.

3' di lettura

Colf e badanti permessi e congedi – Come funzionano secondo il contratto collettivo nazionale dei collaboratori domestici e in quali casi i permessi e i congedi sono retribuiti? Continua a leggerci per saperne di più sull’argomento (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Colf e badanti permessi e congedi retribuiti

Colf e badanti permessi e congedi: secondo il contratto collettivo, vi sono casi in cui l’assenza dall’attività lavorativa dà comunque diritto alla retribuzione solita stabilita dalle parti.

Di seguito ti elenchiamo tutti i permessi retribuiti a cui hanno diritto i collaboratori domestici:

  • Le visite mediche, il rinnovo del permesso di soggiorno o il ricongiungimento familiare danno diritto a 16 ore di permesso per i collaboratori conviventi full-time, 12 ore per collaboratori part-time conviventi o non conviventi con almeno 30 ore settimanali. Per i non conviventi con meno di 30 ore le ore di permesso vanno calcolate sulla base dell’orario settimanale;
  • La nascita di un figlio, invece, prevede 7 giorni di congedo obbligatorio per i padri. Per le madri invece sono previsti due mesi prima del parto e tre dopo;
  • Il lutto per famigliari entro il primo grado dà diritto a 3 giorni di permesso;
  • La formazione professionale permette 40 ore annue di permessi retribuiti;
  • Per la donazione del sangue o del midollo osseo il collaboratore o la collaboratrice potranno assentarsi dal lavoro e richiedere il rimborso della prestazione direttamente all’Inps;
  • Vi sono poi permessi sindacali e permessi elettorali previsti dal contratto collettivo. Nel primo caso si hanno fino a 6 giorno all’anno per partecipare alle riunioni del sindacato, mentre il lavoratore che ricopre il ruolo di scrutatore, segretario o presidente del seggio elettorale ha diritto per legge ad assentarsi e a percepire comunque l’intera retribuzione della giornata lavorativa.

Oltre ai permessi vi sono anche congedi retribuiti, che comprendono casi di vittime di violenza di genere, in cui è prevista un’astensione dal lavoro fino a un massimo di 3 mesi presentando un preavviso di almeno 7 giorni al datore di lavoro.

Un altro caso in cui è previsto un congedo retribuito riguarda il matrimonio, che dà diritto a 15 giorni di assenze retribuite.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Permessi non retribuiti

Colf e badanti permessi e congedi – Come abbiamo visto sono molti i casi in cui le assenze dal lavoro possono dare diritto a giornate pagate come da contratto.

L’unico caso in cui non si può accedere al diritto di retribuzione è quello che riguarda i cosiddetti permessi di studio.

Nonostante l’articolo 23 del contratto collettivo nazionale dei collaboratori domestici preveda la possibilità per i lavoratori di assentarsi dal lavoro per frequentare corsi scolastici, tali permessi non sono retribuiti.

Inoltre, la motivazione dell’assenza deve essere appositamente documentata e l’attestazione di frequenza di tali corsi deve essere consegnata al datore.

L’unico caso in cui un permesso di studio può comunque dare diritto alla retribuzione riguarda le assenze per svolgere eventuali esami.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi sulle norme per colf e badanti permessi e congedi non esitare a scriverci su Instagram.

Colf e badanti permessi e congedi: ecco come funziona
Colf e badanti permessi e congedi: ecco come funziona

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie