Come andare in pensione nel 2022

Come andare in pensione nel 2022: vediamo quali sono le possibilità di uscita ordinarie o anticipate per l'anno in corso, quali le novità e i punti fermi. In attesa che sia stabilita una riforma del sistema pensionistico, attesa per aprile ma slittata, forse, a fine anno.

4' di lettura

Come andare in pensione nel 2022: quali sono i trattamenti possibili per dipendenti e autonomi dopo le ultime modifiche e in attesa della riforma del sistema. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Un riepilogo veloce e utile per orientarsi tra le diverse uscite (con età anagrafica e requisiti contributivi diversi) che sono previste dalla normativa.

Come andare in pensione nel 2022: opzioni principali

Le opzioni principali (che come vedremo hanno all’interno una serie di varianti) sono queste:

  • pensione di vecchiaia;
  • pensione anticipata ordinaria;
  • quota 100 (per chi ha raggiunto i requisiti – 62 anni e 38 di contributi – entro lo scorso anno);
  • quota 102 (per chi raggiunge i requisiti – 64 anni e 38 di contributi) entro il 31 dicembre del 2022).

È ancora utile fare una distinzione tra quanti potranno accedere al trattamento pensionistico con il sistema misto (retributivo e contributivo) e quanti invece solo con il sistema contributivo.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come andare in pensione nel 2022: sistema misto

Al sistema misto sono ammessi i lavoratori che hanno iniziato a versare contributi prima del 31 dicembre 1995.

Per questi cittadini entro il 2022 è possibile accedere a questi trattamenti pensionistici:

  • pensione di vecchiaia: requisiti, 67 anni e 20 anni di contributi;
  • pensione anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi per le donne), in questo caso il requisito anagrafico è irrilevante;
  • pensione anticipata con 41 anni di contributi per i lavoratori precoci in particolari condizioni e dunque meritevoli di tutela (disoccupati, caregivers, invalidi almeno al 74%, addetti a mansioni gravose o usuranti). Ma bisogna aver versato contributi prima dei 19 anni di età;
  • pensione con quota 100: 62 anni e 38 anni di contributi, se i requisiti sono stati raggiunti entro il 31 dicembre dello scorso anno;
  • pensione con quota 102: 64 anni e 38 di contributi, se i requisiti vengono raggiunti entro il 31 dicembre di quest’anno.

Per il raggiungimento dei requisiti contributivi potrebbe essere utile il riscatto agevolato della laurea (bisogna fare due conti per capire se conviene).

Come andare in pensione nel 2022: sistema contributivo

Per i lavoratori che sono invece inseriti esclusivamente nel sistema contributivo perché hanno iniziato a versare contributi dopo il 31 gennaio del 1995, queste sono le uscite possibili nel 2022:

  • pensione di vecchiaia a 67 anni e con 20 anni di contributi (minimi), ma solo se l’assegno pensionistico avrà un importo non inferiore a 1,5 volte il valore dell’assegno sociale (702,65 euro mensili);
  • pensione di vecchiaia con 71 anni e 5 anni di contributi effettivi, non vengono quindi conteggiati quelli figurativi;
  • pensione anticipata con 64 anni e 20 anni di contribuzione effettiva (anche in questo caso non viene considerata la contribuzione figurativa), ma solo se l’importo complessivo del trattamento pensionistico non sia inferiore a 2,8 volte il valore dell’assegno sociale (1310,70 euro al mese);
  • pensione anticipata con 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi le donne), in questo caso non conta il requisito dell’età anagrafica;
  • pensione quota 100: 62 anni e 38 anni di contributi, se il requisito è stato raggiunto entro il 31 dicembre dello scorso anno;
  • pensione quota 102: 64 anni e 38 di contributi, se il requisito viene raggiunto entro il 12 dicembre del 2022.

Come andare in pensione nel 2022: uscite anticipate

Per il 2022 restano in vigore anche queste possibilità di uscita anticipata:

  • lavori usuranti: 61 e 7 mesi con almeno 35 anni di contribuzione;
  • la Rita: rendita integrativa anticipata dal fondo di previdenza complementare;
  • opzione donna: per le lavoratrici dipendenti (58 anni e 35 di contributi) e per le autonome (59 anni e 35 di contributi);
  • Ape sociale, con 63 anni e 30 o 36 anni di contributi (la contribuzione dipende da alcune condizioni e l’eventuale inserimento in determinate categorie). Il requisito contributivo può essere ridotto per caregiver, disoccupati, invalidi al 74%, i lavoratori che sono impegnati in mansioni gravose.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie