Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Tecnologia / Come avere lo SPID nel 2024: tutti i metodi spiegati facile

Come avere lo SPID nel 2024: tutti i metodi spiegati facile

Come si può avere lo Spid nel 2024? Ecco tutti i metodi per attivare lo Spid e accedere ai portali che lo chiedono

di Marco Cagiano

Aprile 2024

Come si può avere lo SPID nel 2024? Ecco tutti i metodi per attivare lo SPID e accedere ai portali che lo richiedono (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Come avere lo SPID nel 2024: i metodi

Fare lo SPID nel 2024 è piuttosto semplice, soprattutto per chi ha dimestichezza con la tecnologia. Ci sono diversi modi per portare a termine la procedura e in questo primo paragrafo li vediamo insieme, poi ci concentriamo sugli altri aspetti utili non solo per farlo concretamente, ma anche per capire come funziona e quali sono i provider autorizzati in questo momento.

Per richiedere lo SPID bisogna innanzitutto mettere in moto l’iter attraverso il sito di uno dei provider autorizzati (li vedremo nel prossimo paragrafo) e i passaggi principali sono tre:

  1. Inserimento di tutti i dati anagrafici della persona, in questa fase le informazioni da inserire sono le stesse per tutti i provider;
  2. Creazione delle credenziali SPID, ovvero di username e password che serviranno per accedere una volta che la procedura sarà terminata e lo SPID sarà attivo. Alcuni provider, al fine di garantire maggiore sicurezza, richiedono di modificare la password in maniera ricorrente (ad esempio, ogni tre mesi);
  3. Verifica e riconoscimento, ovvero la fase in cui la persona dimostra di essere veramente colui o colei che sta richiedendo lo SPID. Essendo uno strumento che permetterà di accedere a informazioni sensibili, è fondamentale che questa fase sia portata a termine con criteri ben precisi.

Come avere lo SPID nel 2024: modalità di riconoscimento

Ogni Provider può offrire diverse modalità di riconoscimento, con attenzione alle modalità online che permettono di portare a termine la procedura senza doversi recare fisicamente da nessuna parte. Le opzioni sono:

Come puoi verificare, ci sono diverse strade per farla online a fatica zero.

Se volessi saperne di più circa i pagamenti INPS in arrivo ad aprile (per accedere al sito INPS serve lo SPID, ad esempio), ecco un video di approfondimento:

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come avere lo SPID nel 2024: i Provider autorizzati

Ma quali sono i provider autorizzati? Ecco la lista delle possibilità:

Per ognuno puoi trovare sul relativo sito tutte le informazioni importanti, compresi modi e costi per attivare lo SPID da zero.

Un suggerimento importante che possiamo dare è quello di privilegiare il livello di sicurezza rispetto agli altri elementi (molti provider offrono servizi molto simili), perché come già anticipato lo SPID permette di accedere a informazioni anche molto riservate sui portali ufficiali di enti pubblici e non solo.

Insomma, lo SPID è importante e in alcuni casi necessario, ma proprio per questo motivo è fondamentale avere la certezza che il proprio profilo non venga violato, un po’ come succede per applicazioni delicate come quella della banca.

come-avere-lo-spid-nel-2024
Come si può avere lo Spid nel 2024? In foto: tessera digitale.

FAQ: Domande frequenti sull’utilizzo dello SPID

Che cos’è lo SPID?

Lo SPID è il Sistema Pubblico d’Identità Digitale, un sistema di autenticazione che permette ai cittadini italiani di accedere in modo sicuro ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei fornitori di servizi privati.

Quali servizi posso utilizzare con lo SPID?

Con lo SPID, è possibile accedere a una vasta gamma di servizi online, sia della Pubblica Amministrazione (es. INPS, Agenzia delle Entrate, ecc.) che di aziende e enti privati che hanno aderito al sistema.

Come posso ottenere lo SPID?

Per ottenere lo SPID, è necessario rivolgersi a uno degli Identity Provider (IDP) accreditati, come ad esempio Poste Italiane, Aruba, InfoCert, o altri. Si dovrà seguire la procedura di registrazione indicata dal provider scelto e fornire i documenti necessari per la verifica dell’identità.

Quali documenti devo fornire per ottenere lo SPID?

documenti richiesti possono variare a seconda dell’Identity Provider. In genere, si richiede un documento di identità valido (carta d’identità, patente, passaporto) e un indirizzo email o numero di telefono verificabile.

Lo SPID è gratuito?

La registrazione allo SPID può avere un costo, che varia a seconda del provider scelto. Alcuni IDP offrivano piani gratuiti, ma ad oggi praticamente tutti richiedono un pagamento per determinati livelli di servizio. Fino a pochi mesi fa il sistema di Poste Italiane prevedeva la possibilità di portare a termine l’intera procedura dello SPID a costo zero, ma ormai non è più possibile.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su SPID e identità digitale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp