Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro » Professioni e Mestieri / Come diventare guida turistica: esame, patentino e stipendio

Come diventare guida turistica: esame, patentino e stipendio

Scopriamo come diventare guida turistica in Italia. Ci focalizziamo sull'ottenimento del patentino, sugli esami da sostenere e sulla retribuzione media.

di Jonatas Di Sabato

Aprile 2021

L’Italia è un paese ricchissimo di monumenti, zone archeologiche e sitii dell’UNESCO. Sembra impossibile fare un passo senza poter toccare con mano un pezzo della nostra storia o fare uno scavo senza trovare le tracce di civiltà del passato. Proprio per questo sono molte le figure che lavorano nel campo turistico ed oggi ne analizzeremo una cercando di capire come diventare guida turistica.

Prima di continuare, se stai cercando un’occupazione, dai un’occhiata alla nostra rubrica dedicata al mondo del lavoro. Puoi anche scoprire come diventare insegnante di educazione fisica, nutrizionista, notaio, infermiere/a, fisioterapista o maestro/a di scuola elementare.

Come diventare guida turistica

Cosa fa una guida turistica?

Come dice il nome stesso la guida turistica è quella persona autorizzata e formata per accompagnare singoli o gruppi all’interno di musei, scavi archeologici, monumenti o siti di interesse turistico.

Ha il compito non solo di accompagnare ma anche di descrivere ciò che i turisti stanno vedendo, illustrando caratteristiche specifiche e valore storico-artistico dei vari luoghi visitati.

Quindi, come si deduce, lavora nel mondo della Cultura ed ha il compito di organizzare le visite guidate, in modo che siano chiare e comprensibili, magari corredate da cartine e brochure. Deve, poi, saper gestire i gruppi, prestando attenzione che le proprie spiegazioni siano recepite da tutti e fornendole in maniera coinvolgente ed adattate a seconda del pubblico che ha davanti.

Vista la mole del Patrimonio Culturale italiano, si può capire come sia un ruolo fondamentale sia nella trasmissione del sapere, sia nel cercare di educare le persone al rispetto del Bene Comune, ed è tra le professionalità più coinvolte nel far conoscere le migliaia di meraviglie italiane ai turisti stranieri che ogni anno soggiornano nella Penisola.

Come diventare guida turistica

Come diventare guida turistica?

C’è da premettere che non c’è un vero e proprio percorso professionalizzante ma, di sicuro, chi vuole intraprendere questa carriera dovrebbe concentrarsi su studi umanistici. È consigliato, quindi, fare un liceo classico, o artistico e scegliere una facoltà universitaria come Storia dell’Arte, Beni Culturali o Archeologia.

Oltre ai titoli occorre, però, una grandissima passione per l’arte, la storia, il parlare e divulgare alla gente ciò che compone il Patrimonio storico-artistico. È necessario creare empatia, sapersi esprimere in maniera chiara e parlare almeno 2 lingue straniere fluentemente (l’inglese è un obbligo) così da poter accogliere anche turisti non italiani.

Quando si sente di possedere i requisiti personali e si hanno ampie conoscenze sulla storia e l’arte sia dell’Italia, sia della zona in particolare dove si vorrebbe lavorare, si può tentare di ottenere il patentino abilitante.

In Italia, infatti, questa professione è regolamentata da uno specifico regolamento ed è vietato, per chi non possiede l’autorizzazione, poter guidare turisti in cambio di un compenso.

Come ottenere il patentino di guida turistica

Il Decreto Ministeriale dell’11 dicembre 2015 regola l’accesso a questa professione e prevede, tra i requisiti minimi, che il candidato abbia:

A cadenza biennale le Regioni e le Province autonome stabiliscono quale sia lo svolgimento delle sessioni di esame, tramite la pubblicazione di appositi bandi. Si dovrà, quindi, restare sempre aggiornati per sapere quando la propria Regione aprirà l’opportunità di accedere al concorso ed avere il patentino.

L’esame consisterà in tre prove:

Differenze fra guide turistiche

Ci sono diversi corsi e manuali di preparazione alla prova che, una volta superata, abilita alla professione di guida turistica, andando ad inserire il neo-iscritto nell’elenco nazionale del Ministero.

Specifichiamo, per chiarezza, che la guida turistica non è un accompagnatore turistico né una guida escursionistico-ambientale: queste tre figure hanno ruoli e formazioni diverse e concorrono, in un lavoro di squadra, nella riuscita della gita turistica a secondo dei territori di riferimento. In sostanza:

Come diventare guida turistica

Quanto guadagna una guida turistica?

La domanda può avere molteplici risposte e dipende prima di tutto dal luogo di lavoro: molto spesso la guida turistica è un professionista che lavora da autonomo, scegliendo un proprio tariffario. Dipenderà, poi, dal numero di turisti e, nel caso, anche dal contratto con il quale si entra in collaborazione con società, enti o cooperative.

Mediamente una guida turistica guadagna 1.300 euro al mese, con un guadagno orario di 35 euro, ma può, in alcuni casi, arrivare a guadagnare fino a 350 euro al giorno, con ricavi mensili che possono superare anche i 2.000 euro.

Come diventare guida turistica

Potrebbero anche interessarti:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp