Come gestire un e-commerce riducendo le spese

Consigli su come gestire un e-commerce e ridurre il più possibile le spese.

5' di lettura

Se ti stai chiedendo come gestire un e-commerce sei nel posto giusto. Oggi parliamo soprattutto di come ridurre al massimo le spese. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Come gestire un e-commerce

Un negozio online, detto anche e-commerce, è un tipo di attività commerciale svolta prevalentemente tramite internet.

Si divide in tre categorie principali:

  • il Business to Business (B2B): scambio di servizi o prodotti tra aziende;
  • il Business to Consumer (B2C): un’azienda vende a dei privati;
  • il Consumer to Consumer (C2C): privati scambiano o vendono oggetti con altri privati. È il caso, a esempio, dei mercatini online o delle aste.

Il vantaggio degli e-commerce è dato da vari fattori:

  • velocità: il cliente sceglie e acquista in pochi click;
  • disponibilità: il negozio è aperto 24 ore su 24;
  • gestione: si può anche non avere un negozio fisico, risparmiando costi come l’affitto e le bollette;
  • raggiungibile ovunque: questo punto ha due vantaggi. Il primo riguarda i clienti, che possono visionare il negozio da qualsiasi paese del mondo. Ma ne ha anche uno per il proprietario: a seconda del tipo di attività, il commercio potrà essere gestito da qualsiasi parte del globo, basta una linea internet e un PC.

Nel frattempo scopri la pagina dedicata a prestiti personali, finanziamenti e mutui per l’acquisto della casa.

Proprio perché è un’attività lavorativa, sarà soggetta a tassazione. Le tasse per aprire un negozio online variano a seconda delle due tipologie di vendita effettuata dall’e-commerce:

  • Vendita diretta: quel tipo di negozio che vende dei contenuti digitali immediatamente disponibili, come brani musicali, immagini o software. Si tratta di beni immateriali o digitali.
  • Vendita indiretta: si tratta del commercio di beni fisici, scelti attraverso il negozio online, che arrivano poi a casa del cliente. L’esempio più famoso è Amazon.

Se vuoi approfondire il discorso sulla tassazione di un e-commerce, leggi il nostro approfondimento.

Ora andiamo a scoprire qualche metodo su come gestire un e-commerce riducendo le spese.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come gestire un e-commerce: ridurre le spese

Ci sono tanti metodi diversi su come gestire un e-commerce e risparmiare denaro. Ecco 7 regole che se seguite consentono di spendere meno denaro:

  • Investimenti mirati: un investimento è un ottimo inizio per far fruttare il proprio denaro, ma va fatto con intelligenza. È inutile fare grandissimi investimenti senza riflettere, meglio poco ma in maniera continuativa. Analizza ciò che serve davvero al tuo e-commerce, così da effettuare investimenti mirati.
  • Sconti sì, ma con intelligenza: coupon, buoni sconto, prodotti omaggio. Ci sono tantissime opzioni per “premiare” e cercare di attirare nuova clientela a comprare nel nostro negozio. Le offerte vanno benissimo, ma anche qui attenzione a non andare in perdita!
  • Pagamenti con metodi popolari: un e-commerce basa le sue transazioni su metodi di pagamenti online. Spesso si devono pagare dei canoni per far sì che ciò avvenga. Cerca le soluzioni più popolari, così da consentire a un pubblico ampio di comprare sul tuo negozio ma verifica sempre attentamente le tariffe che dovrai pagare.
  • Contratta per le spedizioni: se hai un e-commerce sai che una delle voci di spesa più pesanti è quella legata alle spedizioni. Proprio per questo cerca di trattare con la società a cui vuoi affidarti per ottenere un prezzo migliore.
  • Fai marketing correttamente: sono molti i modi per pubblicizzare e ampliare la propria clientela. Rivolgersi a un esperto può essere una soluzione, ma un imprenditore che si rispetti deve saper come fare marketing efficace e mirato. Naturalmente anche la conoscenza degli strumenti di analisi online non è un’opzione ma un obbligo.
  • Attenzione al chargeback: questo è un punto fondamentale. Ogni richiesta dei clienti, ogni ordine, ogni spedizione, ogni costo deve essere ben indicato e opportunamente documentato. Se ciò non dovesse avvenire e una persona dovesse contestare un addebito per un prodotto non ordinato, si rischia di perdere la contestazione con il relativo pagamento di una salatissima tassa di chargeback.
  • Fidelizza la clientela: ultimo punto su come gestire un e-commerce. Aumentare il pubblico fa bene, ma riuscire a mantenere la clientela attuale è ancora meglio. Non è semplicissimo, ma ricorda che costa molto di più ottenere un nuovo cliente rispetto a mantenerne uno già affezionato. Coinvolgili con i social, scrivigli delle email, senza cadere nello “spamming”, proponi sondaggi e premi. Tutto ciò porterà un cliente abituale ad acquistare sempre più spesso sul tuo e-commerce.

Ora che sai le basi su come gestire un e-commerce, non ci resta che augurarti buona fortuna!

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Come gestire un e-commerce riducendo le spese
Come gestire un e-commerce riducendo le spese
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie