Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Lavoro / Come leggere la busta paga correttamente: guida rapida

Come leggere la busta paga correttamente: guida rapida

Come leggere la busta paga in modo corretto? Ecco una rapida guida per verificare tutte le informazioni contenute in busta paga.

di Carmine Roca

Febbraio 2023

In questo articolo troverete una guida pratica su come leggere la busta paga in modo corretto (scopri tutti gli annunci e le offerte di lavoro sempre aggiornati. Ricevi su Telegram la rassegna stampa con le ultime novità sui concorsi e sul mondo del lavoro. Prova il nostro tool online per la ricerca di lavoro in ogni parte d’Italia. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Come leggere la busta paga: di cosa parliamo?

La busta paga è il documento che riporta i dettagli sulla retribuzione, sui rapporti che intercorrono tra il dipendente e il datore di lavoro e tra il lavoratore e lo Stato e gli enti previdenziali.

Attualmente, i dipendenti pubblici possono consultare la busta paga sul sito della Pubblica Amministrazione NoiPa e verificare se lo stipendio sia conforme con quanto stabilito dal contratto sottoscritto e dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, in base al numero di ore lavorate, alle ferie maturate e ad altri aspetti.

Inoltre, è possibile verificare l’importo dei contributi previdenziali versati dal proprio datore di lavoro. Tanti buoni motivi per imparare a leggere correttamente una busta paga, senza rischiare di essere “fregati” da datori di lavoro senza scrupoli.

Scopri la pagina dedicata alle offerte di lavoro e ai diritti dei lavoratori.

Aggiungiti al canale Telegram di news sul lavoro ed entra nella community di TheWam per ricevere tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come leggere la busta paga: composizione

La busta paga si compone di tre parti:

Come leggere la busta paga: prima parte

La prima parte, dunque, è quella relativa all’importo della retribuzione.

Può contenere anche informazioni sull’azienda e tutti i dati identificativi del lavoratore o della lavoratrice, come i dati anagrafici, la qualifica lavorativa e l’anzianità di servizio.

Sono tutte informazioni che consentono di calcolare correttamente l’importo dello stipendio.

Nell’intestazione presente nella prima parte della busta paga potete trovare:

Nella prima parte della busta paga possiamo individuare le voci che compongono la retribuzione del lavoratore o della lavoratrice, come:

Come leggere la busta paga: seconda parte

Nella seconda parte della busta paga si entra più nello specifico ed è possibile individuare l’ammontare della retribuzione mensile.

Possiamo trovare indicate diverse informazioni per ciò che concerne il calcolo dello stipendio, al lordo delle trattenute e dei contributi, come:

In determinati mesi dell’anno, come dicembre o luglio, possono essere riportate delle mensilità aggiuntive, come la tredicesima o la quattordicesima. Oppure gli anticipi sul TFR, i premi di produttività e altre situazioni particolari.

Come leggere la busta paga: terza parte

Nella terza parte sono presenti tutte le voci che indicano l’ammontare dello stipendio netto del lavoratore o della lavoratrice dipendenti, come:

Il Trattamento di fine rapporto viene riconosciuto ed erogato al lavoratore o alla lavoratrice nel momento in cui è cessata l’attività lavorativa per licenziamento per giusta causa, per dimissioni o per la scadenza di un contratto a termine.

Il TFR è sottoposto a tassazione separata: quando viene erogato è soggetto a una ritenuta d’acconto del 20%. Sarà poi l’Agenzia delle Entrate a stabilire la tassazione definitiva del TFR sulla base dell’aliquota media di tassazione degli ultimi 2 anni.

L’ultima voce è lo stipendio netto, ovvero la somma di denaro che il lavoratore o la lavoratrice percepisce regolarmente.

Come leggere la busta paga
Come leggere la busta paga: nella foto una lente di ingrandimento poggiata su un foglio di carta.

Come leggere la busta paga: le trattenute IRPEF

Ai fini di una corretta lettura della busta paga è necessario saper leggere e comprendere le trattenute IRPEF che influiscono sull’ammontare della retribuzione.

Ricordiamo che l’IRPEF è l’imposta sul reddito delle persone fisiche e si calcola su 4 scaglioni in base al reddito.

Dal 1° gennaio 2022 e per il 2023, gli scaglioni sono i seguenti:

Per calcolare l’importo netto di uno stipendio partendo da un importo lordo, bisogna prima di tutto individuare la parte di retribuzione su cui calcolare l’IRPEF, ovvero l’imponibile.

Una volta sottratta dall’importo lordo la quota di tasse da pagare, rimangono da calcolare le detrazioni di imposta, ad esempio per familiari a carico, per i figli (compresi i figli adottivi o affidatari) e di qualsiasi altra persona a carico, convivente, come indicato nell’articolo 433 del codice civile.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul lavoro domestico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp