Come mandare i figli nelle migliori università

Come mandare i figli nelle migliori università per assicurare una adeguata formazione ai ragazzi. Molte famiglie non possono permetterselo, ma è possibile centrare l'obiettivo se si inizia subito un piano di accumulo. Ce ne sono di diversi tipi, da quelli meno cari a quelli più costosi, ma sostenibili, se si punta a iscrivere il futuro studente a università come la Bocconi.

8' di lettura

Come mandare i figli nelle migliori università per assicurare una adeguata formazione ai ragazzi. È il desiderio di ogni genitore. Un percorso di studi di un certo tipo, in un ateneo prestigioso e che si trova in un’altra città, o in uno privato, può offrire maggiori garanzie per il futuro dei figli (o dei nipoti). (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Un desiderio che spesso però si contra con una amara realtà, i costi. Per molte famiglie le spese da affrontare sono insostenibili. È necessario quindi pensarci in anticipo, accantonando le somme necessarie per garantire le spese di vitto, alloggio e per le rette. Anche perché in molti casi bisogna pensare a una formazione che avviene lontano da casa.

Scopri la pagina dedicata ala gestione del risparmio e agli investimenti.

Una inchiesta del CorriereEconomia, realizzata insieme a Consultique e Smileconomy, ha previsto quattro piani per l’università.

Potrebbe interessarti un articolo che spiega se conviene di più un buono postale o un conto deposito; un focus sulle case in affitto: si spenderà molto di più; e un approfondimento per chi ha i soldi fermi in banca: in due anni s’è perso il 10%.

Come mandare i figli nelle migliori università: esempi e costi

Quattro piani perché le cifre cambiano e tanto, dipende molto sia dalla città, sia dal tipo di ateneo scelto.

Un esempio:

frequentare per tre anni economia a Verona ha un costo di 10mila euro (se non si è fuori sede);

frequentare invece la Bocconi da fuori sede ha un costo per le famiglie non inferiore a 109mila euro per cinque anni di corso.

C’è una differenza notevole. Ovviamente questi costi sono relativi a ora. Ma non bisogna dimenticare i possibili effetti dell’inflazione. Se non dovesse ridursi tra qualche anno frequentare Verona costerebbe 12mila euro e la Bocconi 155mila.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come mandare i figli nelle migliori università: budget Bocconi

Direte, ma non è assurdo iniziare a pensare di risparmiare soldi per un bimbo piccolo per gli studi universitari? Non molto se si pensano ai costi futuri da affrontare e al rischio di dover dire di no alle aspirazioni del ragazzo.

Del resto per predisporre un budget adeguato per uno studente fuori sede che desidera iscriversi alla Bocconi si deve immaginare una cifra molto vicina a 155mila euro.

Beh, in questi casi come bisognerebbe agire?

L’obiettivo potrebbe essere realizzato con un investimento iniziale di 20mila euro. Più versamenti mensili di 211 euro (sono comprese anche le commissioni). In questo caso l’investimento verrebbe diversificato per ridurre al minimo i rischi tra bond, titoli ad alto rendimento e un po’ di mercato monetario.

Come mandare i figli nelle migliori università: piano di accumulo

Prima si parte con il piano di risparmio per assicurare una adeguata formazione ai figli e meno si dovrà versare ogni mese.

Il piano di accumulo a sua volta dipende comunque da diversi fattori, come questo:

  • se l’accumulo parte da zero o si versa subito una certa cifra;
  • chi attiva il piano fino a che punto è disposto sopportare una eventuale volatilità.

Come mandare i figli nelle migliori università: investimenti e rischio

Gli esperti ritengono che per ottenere i migliori risultati è preferibile destinare una parte del capitale (anche piccola) a investimenti a medio rischio. Ma sempre se le condizioni e le situazioni economiche lo consentono (per queste operazioni il momento non è esattamente dei migliori).

E comunque agendo in questo modo oltre agli interessi maturati sul capitale sicuro potrebbero sommarsi anche quelli che sono derivati dai mercati di anno in anno (in questo settore gli investimenti a lungo termine difficilmente riservano sorprese, è la storia degli ultimi 20 anni).

Come mandare i figli nelle migliori università: partire presto

Gli esperti ritengono che chi parte in anticipo, a 10, 15 anni dall’inizio dell’università, e ha una discreta propensione al rischio, può avere dai mercati un grande vantaggio.

Si potrebbe puntare su un portafogli con una esposizione elevata alle borse fino al 60% del capitale. Non di più, perché in questo momento ci sono anche strumenti a reddito fisso che offrono buoni rendimenti.

Ma comunque sia il bilanciamento tra azioni (un po’ più rischiose) e obbligazioni (sicure), dipende dal singolo investitore e, come accennato, dalla sua propensione al rischio. Minore sarà la percentuale in azioni e minore sarà il rischio ma anche il possibile rendimento.

Come mandare i figli nelle migliori università: azioni e obbligazioni

Gli esperti del settore per un piano di investimenti di lunga durata, propongono di partire con un portafogli più sbilanciato sul mercato azionario. Con una quota da ridurre gradualmente man mano che si avvicina il giorno dell’iscrizione all’università (così da azzerare qualsiasi rischio).

In pratica a 5 anni è meglio passare alle obbligazioni, perché se il mercato vive una fase negativa si rischia di non avere poi il tempo di recuperare.

Come mandare i figli nelle migliori università: quanto al mese

Ma quali sono i costi, ovvero quali i fondi da stanziare ogni mese per assicurare l’iscrizione e la frequentazione universitaria dei vostri figli (o nipoti)?

Per finanziare una spesa di 12mila euro dopo 5 anni possono servire 180 euro al mese. Quindi l’accantonamento dovrebbe iniziare quando il futuro studente universitario ha 13 anni.

Questo risultato si può ottenere con un investimento conservativo (quindi molto sicuro): 80% di obbligazioni societarie e 20% di azioni.

Come mandare i figli nelle migliori università: piano prudente

Come si fa a realizzare un piano di questo tipo.

Una delle possibilità è offerta dai fondi bilanciati e prudenti. Si tratta di fondi che hanno una esposizione azionaria inferiore al 35%, il resto è tutto investito in bond.

I soldi non potranno mai ridursi, ma si rischia di avere dei rendimenti molto bassi (e con una inflazione alta anche negativi).

Questa scelta è consigliata agli investitori che non sanno bene come muoversi in questo settore e preferiscono scegliere per semplicità un solo strumento.

C’è però, in questo caso, da fare attenzione ai costi di gestione, che sono alti. Oltre a commissioni di entrata e uscita che potrebbero pesare in negativo sul risultato finale.

Gli esperti di Economia hanno formulato anche qualche esempio. Può essere utile per comprenderci meglio. Altrimenti tra obbligazioni, azioni e fondi di investimento si rischia di rimanere molto nel vago.

Come mandare i figli nelle migliori università: altri esempi

Uno studente che intende laurearsi in giurisprudenza all’università di Firenze dovrà spendere tra studi, vitto e alloggio 88.500 euro. Una cifra che per molte famiglie sembra improponibile.

Ma non impossibile. Con l’aiuto di un piano ben calibrato, il tempo (se si parte presto anche di 15 anni) e i mercati, si può raggiungere.

Smileconomy ha studiato un paniere bilanciato e aggressivo, che prevede 80% di azioni, 20% di bond e senza un capitale iniziale.

In questo caso è previsto un versamento mensile che oscilla tra 249 e 261 euro al mese.

Si potrebbe utilizzare un fondo bilanciato aggressivo (o un etf). Si tratta di panieri che hanno una esposizione azionaria superiore al 65% e possono assicurare un rendimento annualizzato tra il 5,8 e l’8,8% in tre anni.

Come mandare i figli nelle migliori università: fondo pensione

L’alternativa può anche essere un fondo pensione. Che ha un vantaggio: i contributi versati a favore di un figlio a carico si possono dedurre fino a un massimo di 5.164 euro. Il che significa pagare anche meno tasse.

In pratica, se un genitore ha un reddito annuo di 35mila euro e versa 5.165 euro nel fondo pensione per figlio a carico, può risparmiare 2.000 euro di tasse. Cifra che salirebbe a 2.117 se il reddito fosse di 65mila e a 2.220 se fosse di 90mila.

Come mandare i figli nelle migliori università

Come mandare i figli nelle migliori università: conclusione

Comunque si voglia agire, fondi di investimento o fondo pensione, la cosa importante è muoversi con largo anticipo per assicurare ai figli la possibilità di frequentare università prestigiose o private. Prima si inizia e più si riducono i sacrifici. E se il figlio non volesse andare all’università? Beh, potreste avere i fondi necessari per aiutarlo ad avviare una sua attività.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie