Come pagare meno tasse con la Partita Iva?

Come pagare meno tasse con la Partita Iva? È una delle domande più ricorrenti tra autonomi e professionisti: una guida per pagare meno. I costi detraibili, quelli deducibili, la forma societaria più conveniente e tutti i metodi per ridurre il peso del carico fiscale. Una guida agile per entrare in argomento.

6' di lettura

Come pagare meno tasse con la Partita Iva? Una delle questioni centrali per autonomi e liberi professionisti. Ce ne occuperemo in questo articolo, valutando – sia chiaro – solo i sistemi legali per ridurre il peso della tassazione. Una piccola guida, che potrebbe rivelarsi utile.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

La questione si pone solo per i titolari di Partita Iva che non hanno aderito al regime forfettario. Perché? Beh, lo sapete: i contribuenti forfettari non possono scaricare costi. Nel loro caso la percentuale che si può detrarre viene assegnata in automatico con un coefficiente di redditività.

Come pagare meno tasse con la Partita Iva: il reddito imponibile

Come pagare meno tasse con la Partita Iva è dunque una questione che riguarda solo chi non ha aderito al regime forfettario (autonomo, ditta individuale o libero professionista). È a questa tipologia di titolare di Partita Iva che interessa in modo particolare verificare quali siano i costi da scaricare per pagare meno tasse e ridurre il reddito imponibile.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Come pagare meno tasse con la Partita Iva: reddito imponibile, calcolo

E partiamo dal reddito imponibile, come si calcola?

Si calcola con il principio di cassa, che rappresenta la tassazione dei compensi/ricavi e la deduzione delle spese (incassate o pagate), nell’anno di imposta.

Come pagare meno tasse con la Partita Iva: deducibili e detraibili

Prima una piccola precisazione:

  • quando parliamo di oneri deducibili, parliamo di spese che devono essere sottratte al reddito prima di calcolare l’imposta da pagare;
  • quando invece si fa riferimento a spese detraibili, si considerano quelle spese sottratte direttamente alle imposte da pagare.
  • Occorre in ogni caso la fattura, la ricevuta fiscale o lo scontrino fiscale parlante.

Come pagare meno tasse con la Partita Iva: farsi trovare pronti

Per gestire in modo adeguato il carico fiscale non bisogna farsi trovare impreparati. Nel senso che il controllo sulle entrate deve essere costante per agire in modo tempestivo ed efficace.

I metodi – secondo le regole del buon commercialista – sono diversi.

Ne segnaliamo i più decisivi:

  • la prima cosa da fare è quella di scegliere il regime fiscale adeguato (è davvero il caso non aderire a quello forfettario?) e organizzare in base a quella scelta il proprio business;
  • conoscere in anticipo tutte quelle spese che possono essere deducibili e detraibili Irpef (per intenderci: dalle spese mediche alle ristrutturazioni);
  • avere conoscenza precisa di tutti quei costi che si possono scaricare (completamente o solo in modo parziale);
  • esternalizzare alcuni servizi per ridurre il carico del personale dipendente;
  • scegliere la forma giuridica più adatta al vostro business (l’Srl e in alcuni casi le cooperative hanno costi fiscali più contenuti);
  • se dovete effettuare degli investimenti, fateli in leasing (i canoni per l’acquisto di un bene sono totalmente deducibili).

Su come pagare meno tasse con la Partita Iva, questi potrebbero essere i presupposti base. Ma naturalmente è solo il punto di partenza.

Come pagare meno tasse con la Partita Iva: scaricare integralmente

Vediamo ora quali sono i costi che possono essere scaricati integralmente.

In questo caso i costi si suddividono così:

  • inerenti, quelli connessi all’attività professionale;
  • non inerenti, quelli riconducibili all’attività personale del titolare della Partita Iva.

Alcuni esempi di costi che possono essere dedotti completamente:

  • corsi di formazione professionale (fino a 10.000 euro);
  • le spese sostenute per lavoro dipendente e per prestazioni occasionali;
  • acquisto di materiale di cancelleria, ma anche valori bollati e postali;
  • le spese sostenute in ufficio: energia elettrica, riscaldamento, acqua;
  • acquisto di libri e riviste per l’aggiornamento professionale;
  • acquisto di beni strumentali (computer, software, altri tipi di device e così via…).

Come pagare meno tasse con la Partita Iva: scaricare parzialmente

  • Come pagare meno tasse con la Partita Iva, abbiamo visto i costi che si possono ridurre per intero. Vediamo ora quelli che lo sono parzialmente, e che riguardano l’attività professionale o la sfera privata del titolare di Partita Iva:
  • Casa – Ufficio – Studio: si può detrarre il 50% dei costi di utenze, canone luce, gas, telefono e spese condominiali. Naturalmente i contratti devono tutti essere intestati al titolare della Partita Iva.
  • Automobili: le spese per autovetture possono essere dedotte al 20%. L’Iva si detrae invece al 40%. Rientrano queste spese:
  • costi di manutenzione e riparazione;
  • carburanti e lubrificanti;
  • costi di gestione e utilizzo;
  • ammortamento acquisto (fino a 18.076 euro);
  • canoni di leasing (fino a 3.615,20 euro).
  • Telefoni: sono deducibili quelli per i fissi e i cellulari, all’80%.
  • Rientrano queste spese:
  • ammortamento canoni di leasing e noleggio di apparecchi telefonici;
  • manutenzione e traffico telefonico;
  • connessione internet (50% da mobile, 100% da fisso).
  • Alberghi e ristoranti: queste spese (vitto e alloggio) sono deducibili al 75%. Dalla spesa documentata con fattura si può detrarre l’Iva.
  • Spese di rappresentanza: viaggi legati alla professione sono deducibili, ma non devono superare dell’1% i compensi percepiti nell’anno di imposta.
  • Omaggi ai clienti: deducibili non oltre l’1% dei compensi percepiti nell’anno di imposta.
  • Spese di formazione: deducibili al 100% fino a 10.000 euro.

Possono rientrare in queste spese:

  • master
  • corsi di formazione
  • corsi di aggiornamento professionale
  • convegni e congressi (iscrizione)

Come pagare meno tasse con la Partita Iva: Irpef, oneri deducibili

Come pagare meno tasse con la Partita Iva, una voce importante è quella delle deduzioni e detrazione dall’Irpef.

Vediamo quali sono gli oneri deducibili:

  • contributi previdenziali;
  • assegni periodici (in caso di separazione o divorzio);
  • erogazioni a favore di istituzioni religiose, organizzazioni non governative, organizzazioni non lucrative di utilità sociale;
  • rendite, vitalizi, assegni alimentari;
  • gli oneri dei contributi previdenziali per collaboratori domestici.

Come pagare meno tasse con la Partita Iva: Irpef oneri detraibili

Vediamo ora gli oneri che sono detraibili dall’Irpef:

  • spese sanitarie (per quelle che eccedono 129,11 euro);
  • spese sanitarie per disabili (nessun limite)
  • veicoli per disabili (fino a 18.075,99 euro);
  • istruzione secondaria e universitaria (importo non superiore a quello degli istituti statali)
  • attività sportive minorenni;
  • canoni di locazione studenti universitari fuori sede;
  • asili nido;
  • oneri contributivi versati per il riscatto della laurea;
  • interessi passivi per l’acquisto di un immobile che diventa l’abitazione principale;
  • ristrutturazioni edilizie: il 50% per spese fino a 96mila euro da suddividere il 10 anni;
  • risparmio energetico: 65% in dieci anni.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie