Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Risparmio e Investimenti / Come pagare la spesa con il cellulare? App, costi, vantaggi

Come pagare la spesa con il cellulare? App, costi, vantaggi

Scopriamo come pagare la spesa con il cellulare e quali sono le migliori app per farlo.

di Alda Moleti

Gennaio 2023

Negli ultimi tempi abbiamo visto un vero e proprio boom di pagamenti digitali, e soprattutto, aumentano sempre più le persone che in negozio preferiscono pagare direttamente con lo smartphone. Oggi perciò andremo a vedere proprio come pagare la spesa con il cellulare (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Come pagare la spesa con il cellulare

Tutti i cellulari di nuova generazione, i cosiddetti smartphone, a prescindere dalla marca offrono la possibilità di pagare un acquisto semplicemente avvicinando il lettore al POS, proprio come se si trattasse del bancomat o della carta di credito.

Ecco di seguito elencate le migliori app con cui è possibile pagare con smartphone:

I vantaggi di pagare con il cellulare sono notevoli, perché per uscire a fare la spesa basta portare con sé solo lo smartphone, il servizio inoltre non ha per l’acquirente nessun costo aggiuntivo e non c’è nessuna commissione extra applicata dalla banca.

Ci sono poi molte applicazioni gratuite, messe a disposizione dai principali supermercati, che permettono non solo di pagare, ma addirittura di fare la spesa direttamente con il cellulare.

Andiamo perciò a vedere in dettaglio come pagare la spesa con il cellulare e quali sono le app migliori a questo scopo.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come pagare la spesa con il cellulare: Apple Pay su iPhone

Tutti gli iPhone hanno un metodo di pagamento integrato chiamato Apple Pay e accessibile aprendo un’app pre-installata che si chiama Wallet e che è presente nella schermata principale del telefono, già pronta per l’uso.

L’unica cosa necessaria è un bancomat o una carta di credito con attivo il contactless, cioè il sistema con cui si paga avvicinando la carta al POS, senza dover inserire il PIN.

Per pagare con l’iPhone non bisogna fare altro che associare allo smartphone un bancomat o una carta di credito o debito, fotografandola o inserendo i dati presenti su di essa, come il numero, il CVC (il codice presente sul retro) e la data di scadenza.

La procedura di configurazione di Apple Pay è molto facile e basta seguire i passaggi illustrati nella guida ufficiale di Apple.

Al momento di pagare non si dovrà fare altro che avvicinare l’iPhone al POS del negoziante, poi autenticarsi con il Face ID, l’impronta digitale o il codice, a seconda del telefono che si possiede, e il pagamento sarà automatico.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=7KLKUWbrhmc&w=560&h=315]

Come pagare la spesa con il cellulare: Google Pay su Android

Anche i cellulari Android dispongono di un’applicazione già installata che consente di associare al cellulare un bancomat o una carta di credito e quindi usarlo per i pagamenti in negozio.

Il metodo di pagamento digitale su Android si chiama Google Pay e funziona in modo identico al sistema Apple Pay: dopo aver associato carta o bancomat, fotografando o inserendo manualmente i dati, basta avvicinare lo smartphone al POS, sbloccarlo con riconoscimento facciale, impronta o codice e il pagamento sarà effettuato.

La guida ufficiale di Google spiega in dettaglio i passaggi da compiere per configurare Google Pay sul proprio smartphone.

come-pagare-la-spesa-con-il-cellulare-android
In Foto una persona che tiene in mano un cellulare Android.

Come pagare la spesa con il cellulare: Samsung Pay

I telefoni Android di marca Samsung, oltre alla possibilità di usare Google Pay, hanno anche un’altra applicazione esclusiva per pagare con lo smartphone, che può essere scaricata gratis e si chiama Samsung Pay.

Samsung Pay funziona in modo identico a Apple Pay o Google Pay, cioè dopo aver associato carta o bancomat, semplicemente fotografandola, basta avvicinare il dispositivo al POS, poi autenticarsi con impronta digitale, scansione dell’iride o PIN.

Scopri la pagina dedicata alla gestione del risparmio e agli investimenti.

Come pagare la spesa con il cellulare: codice QR

Un’altra alternativa per pagare con lo smartphone, se il negoziante lo permette, è attraverso il QR code. Sullo scontrino di molti negozi è presente infatti un codice QR, con cui va appunto effettuato il pagamento secondo questa modalità.

Basta aprire l’app della propria banca (es. Intesa San Paolo, BNL, Unicredit, ecc.) o di un sistema di pagamento come PayPal o Satispay e si procederà al pagamento semplicemente inquadrando con la fotocamera il codice presente sullo scontrino.  

Come pagare la spesa con il cellulare: app dei supermercati

Oltre a pagare in negozio con il cellulare, è anche possibile fare direttamente la spesa online, cioè scegliere i prodotti del proprio supermercato preferito e pagarli, per ritirarli di persona o farseli consegnare direttamente a casa.

Sono infatti moltissimi i supermercati (Carrefour, Conad, Coop, ecc.) che mettono a disposizione dei propri clienti un’app con cui fare direttamente la spesa con il cellulare.

In tutti i casi, si tratta di applicazioni gratuite, basta installarle sullo smartphone, esplorare la sezione dei prodotti, metterli nel carrello, scegliere tra il ritiro e la consegna e poi procedere al classico pagamento online con carta.

Il ritiro in negozio a differenza della consegna a domicilio è un servizio gratuito, ma altrettanto comodo perché il supermercato provvederà a sistemare la spesa nelle buste e invierà una email al cliente quando l’ordine è pronto per il ritiro.

Le applicazioni dei supermercati hanno anche il vantaggio che, oltre al pagamento, è possibile tenere traccia dei punti raccolti quando si fa la spesa.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp