Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Salute / Come prevenire l’Alzheimer: buone abitudini per il cervello

Come prevenire l’Alzheimer: buone abitudini per il cervello

Come prevenire l'Alzheimer: ecco alcuni metodi per allenare il cervello e limitare al massimo il rischio di ammalarsi di Alzheimer.

di Carmine Roca

Maggio 2022

Come prevenire l’Alzheimer? Ecco alcune buone abitudini per allenare il cervello e prevenire l’insorgere della malattia (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Il sito Invaliditaediritti.it ha condiviso degli utili esercizi per allenare il cervello a rimanere in salute.

Alzheimer: cause e diagnosi

L’Alzheimer è una malattia neurodegenerativa che, si prevede, arriverà a colpire, nei prossimi 30 anni, il triplo delle persone che attualmente ne soffrono.

I sintomi dell’Alzheimer sono vari e questo provoca un ritardo della diagnosi e una mancata tempestività delle misure terapeutiche. Per diagnosticare l’Alzheimer si può ricorrere a indagini radiologiche, che verificano la presenza di accumuli di Beta-Amiloide, una proteina che si riscontra in notevole quantità nei malati di Alzheimer.

Se la PET – tomografia a emissione di positroni – dovesse dare esito negativo, probabilmente non siamo affetti dalla malattia; in caso di esito positivo non è detto che la persona soffra di Alzheimer, perché potrebbe trattarsi anche di altre patologie neurologiche e si renderebbero necessari altri accertamenti.

Questo tipo di controllo va effettuato in una fascia di età compresa tra i 50 e i 70 anni, ma l’amiloide tende ad accumularsi nel cervello anche 20 o 25 anni prima della comparsa dei primi sintomi di Alzheimer.

Le cause dell’Alzheimer possono essere genetiche o ambientali: ma se le prime non sono modificabili, le seconde sì e in buona parte. Significa che, è necessario prevenire l’insorgere della malattia.

Nei prossimi paragrafi vedremo insieme come prevenire l’Alzheimer seguendo alcune strategie per tenere allenato il cervello e il nostro corpo.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come prevenire l’Alzheimer?

Come prevenire l’Alzheimer. Alcuni studi hanno segnalato quelli che sono i fattori di rischio, modificabili dall’essere umano. Sono tutti legati allo stile di vita: obesità, diabete, fumo, ipertensione, depressione, inattività fisica e basso livello educativo.

Quindi, parlando di livello educativo e di scolarizzazione, è chiaro che la prevenzione dal rischio di Alzheimer inizia fin dalla più giovane età e prosegue nel corso della vita seguendo uno stile di vita regolare, praticando esercizio fisico, mantenendo un peso forma ideale, dedicando parecchie ore al riposo e al sonno ed evitando di fumare o di ingerire sostanze dannose per il nostro organismo.

Esistono, quindi, delle strategie che permettono di tenere allenato il cervello e il nostro corpo. Come prevenire l’Alzheimer? Semplice, seguendo queste 6 regole:

Come prevenire l'Alzheimer
Come prevenire l’Alzheimer: ecco alcuni metodi per allenare il cervello.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp