Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Gestione del Debito » Pignoramento / Come sapere se un conto è pignorato

Come sapere se un conto è pignorato

Il pignoramento del conto corrente è un evento davvero spiacevole per un debitore, perché impedisce di poter disporre e gestire le proprie liquidità. In questo articolo vedremo come sapere se un conto è pignorato.

di Imma Duni

Agosto 2022

Il pignoramento del conto corrente è un evento spiacevole per un debitore, perché impedisce di poter disporre e gestire le proprie liquidità. In questo articolo vedremo come sapere se un conto è pignorato (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE:

Come sapere se un conto è pignorato: cos’è il pignoramento?

Quando si viene iscritti nella black list del CRIF, le conseguenze finanziarie ed economiche sono pesanti. Ecco perché la cosa migliore sarebbe pagare sempre puntualmente i propri debiti.

Una delle conseguenze più gravi è il pignoramento del conto corrente, con la conseguente impossibilità di utilizzare le nostre liquidità.

Per le Banche e gli istituti finanziari il cattivo pagatore è colui che è inadempiente agli obblighi contrattuali e quindi è colui che paga in ritardo o non paga affatto una o più rate del prestito ricevuto.

O ancora è colui che è inadempiente rispetto ai suoi debiti fiscali e, dopo lettere di compliance o cartelle esattoriali inadempiute, l’Agenzia delle Entrate decide di pignorare anche il suo conto corrente.

Scopri la pagina dedicata alla gestione dei debiti e a metodi per evitare il pignoramento.

Come si verifica il pignoramento sul conto corrente?

Il pignoramento del conto corrente si verifica quando il creditore, che può essere anche la banca o una finanziaria, richiede al nostro istituto di credito il blocco dei soldi sul conto corrente, perché siamo debitori insolventi.

Di fatto si intima alla banca del debitore insolvente, di non permettergli di prelevare denaro dal conto.

Ovviamente il procedimento esecutivo, una volta avviato, si concluderà soltanto in tribunale, dove il giudice stabilirà quando e in quali modalità il debitore dovrà restituire il prestito e soddisfare così il creditore.

Come sapere se un conto è pignorato? Per fare in modo che si verifichi il pignoramento del conto bisogna che coesistano tre elementi fondamentali:

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Come sapere se un conto è pignorato: quanto può durare il pignoramento

La risposta è semplice: il pignoramento del conto dura fino a quando non viene saldato il debito.

Conviene non arrivare al punto di far verificare il pignoramento sul proprio conto corrente, anche perché a partire dal 22 giugno scorso, questo procedimento costa anche di più per il debitore.

Una volta che si è saldato il debito e il creditore è soddisfatto, quest’ultimo deve collaborare chiedendo la cancellazione del pignoramento del conto e il suo conseguente sblocco.

Nel caso in cui il creditore sia stato ormai soddisfatto, ma non si preoccupa di chiedere la cancellazione del pignoramento del conto, il debitore potrà fare opposizione e ricorso al tribunale, dimostrando che il credito ormai non esiste più, perché soddisfatto, e richiedendo la cancellazione del pignoramento.

Sarà direttamente il giudice a provvedere a cancellare il pignoramento.

Un altro dei modi per cancellare il pignoramento del conto è mediante un accordo col creditore. Stipulando un atto extragiudiziale di transazione con quest’ultimo e soddisfacendo le sue richieste, il debito si riterrà pagato e si potrà procedere alla cancellazione del pignoramento.

L’accordo non è altro che un atto scritto che attesta l’impegno del debitore a saldare il debito tramite un importo concordato, che può essere anche più basso del debito iniziale, ma di cui il creditore si accontenta pur di chiudere la questione.

Ad accordo avvenuto, sarà premura del creditore comunicare la rinuncia alla procedura esecutiva e permettere la cancellazione del pignoramento.

Se le prime due modalità non hanno sortito alcun effetto, al debitore che vuole rientrare in possesso del suo conto corrente, non resterà che fare opposizione.

Certo questo è il modo più ostico per ottenere la cancellazione del pignoramento, ma è l’ultima possibilità. L’opposizione al pignoramento avviene tramite ricorso al giudice che si occupa dell’esecuzione già in essere. Di questo procedimento se ne parla in modo dettagliato in questo articolo.

In questo caso c’è da ricordare un aspetto importantissimo: per fare opposizione ci deve essere un vizio formale nella procedura di pignoramento messa in atto.

Facciamo un esempio pratico: se il creditore è persona diversa da colui che era legittimato a chiedere il pignoramento del conto perché possedente un titolo esecutivo, questo è un vizio di forma abbastanza grave e permette al debitore di fare opposizione.

Il procedimento di opposizione può far iniziare un processo che si concluderà con una sentenza del giudice e dopo di essa la cancellazione avverrà automaticamente.

Come sapere se un conto è pignorato?

Come sapere se un conto è pignorato? Il procedimento è abbastanza semplice: un atto di pignoramento viene notificato sia alla banca che al debitore.

Questa modalità di comunicazione consente ad ogni debitore e istituto di credito di venire a conoscenza, in tempo reale, dello stato del proprio conto e del fatto che sia stato pignorato o meno. Ecco come sapere se un conto è pignorato.

Di solito la notifica avviene contestualmente, alla banca e al correntista. Ma non si esclude che possa arrivare in tempi leggermente diversi.

Come sapere se un conto è pignorato
Come sapere se un conto è pignorato.

Come sapere se un conto è pignorato; avviene che, non appena la banca riceve la notifica del pignoramento, sottrae dal saldo sul conto l’importo indicato nell’atto di pignoramento.

Tali importi vengono accantonati dalla banca in vista dell’ordine del giudice che stabilirà gli importi spettanti al creditore. In quel frangente di tempo ci ritroveremo con importi sottratti dal conto.

Riassuntivamente coma sapere se un conto è pignorato?

Alla fine della fiera, possiamo dire che non vi è altro modo di sapere se il proprio conto corrente è stato pignorato se non tramite notifica dell’atto di pignoramento o un estratto conto della banca, se abbiamo un dubbio.

Come sapere se un conto è pignorato? Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp