Come scacciare il coronavirus dalla vostra auto

Come scacciare il coronavirus dalla vostra auto e guidare in sicurezza anche con un passeggero riducendo al minimo il rischio di inalare particelle di virus. Lo studio degli scienziati americani ha verificato la posizione più giusta dove sedersi e quali finestrini aprire per creare una barriera tra conducente e passeggero.

3' di lettura

Come scacciare il coronavirus dalla vostra auto. Gli scienziati di tutto il mondo si sono concentrati in questi dodici mesi di pandemia su altri ambienti potenzialmente a rischio. In particolare quelli dove si riuniscono più persone: navi da crociera, palestre, ristoranti, treni, aerei, bus. O hanno studiato, ed è comprensibile, con particolare attenzione la corretta ventilazione negli ospedali.

Delle auto si sono occupati solo di recente. Eppure è un altro ambiente di uso quotidiano, è pur vero che non trasporta gruppi di persone, e quindi non si possono verificare eventi super contagiosi, ma gli abitacoli delle automobili, sono spazi piccoli, sigillati, rendono impossibile l’allontanamento sociale e intrappolano le minuscole particelle sospese nell’aria, gli aerosol, che possono trasmettere il coronavirus.

Nell’auto gli aerosol si accumulano

«Anche se indossi una mascherina – ha dichiarato al New York Times Varghese Mathai, un fisico dell’Università del Massachusetts, ad Amherst – continui a ricevere minuscoli aerosol che vengono rilasciati ogni volta che respiri. Se si tratta di uno spazio ristretto, quelle minuscole particelle continuano si accumulano nel tempo».

La ricerca pubblicata su Science Advances

Sui rischi di contagio da coronavirus nelle automobili c’è un nuovo studio, condotto proprio dal professor Mathai con tre colleghi della Brown University – Asimanshu Das, Jeffrey Bailey e Kenneth Breuer. Hanno utilizzato delle simulazioni al computer per mappare il modo in cui le particelle di coornavirus potrebbero fluire all’interno di un’auto. I risultati sono stati pubblicati su Science Advances e consigliano di aprire determinati finestrini per creare le correnti d’aria necessarie a mantenere in sicurezza conducenti e ospiti dall’infezione da coronavirus.

La soluzione migliore

La simulazione su un’auto di media cilindrata

Per condurre lo studio il team di ricerca ha usato le “simulazioni fluidodinamiche computazionali”. Cosa sono? È molto più semplice del loro nome: tramite un computer modellano il modo con cui si muovono gas e liquidi. In genere vengono utilizzare per realizzare auto da corsa con meno resistenza all’attrito dell’area, più aerodinamiche.

Il team ha simulato il movimento degli arerosol in una vettura di media grandezza e media cilindrata, guidata a una velocità di 50 chilometri orari e con solo due occupanti: il conducente, naturalmente seduto sul sedile anteriore sinistro, e un ospite, seduto dietro, a destra. Le posizioni che assicurano la giusta distanza di sicurezza e che sono raccomandate quando si prende un taxi.

Il movimento degli aerosol

Nella fase iniziale della ricerca, gli studiosi hanno scoperto in che l’aria che circola all’interno dell’abitacolo tende a fluire dal retro verso la parte anteriore.

Da questa base di partenza, e simulando il movimento degli aerosol, hanno poi verificato diverse combinazioni di finestrini aperti o chiusi, con l’aria condizionata attiva in tutte le ipotesi.

Con i finestrini chiusi

Chiaro che il tasso di ventilazione era più basso quando tutti i finestrini erano chiusi. In questo caso, circa l’8-10% degli aerosol espirati da uno degli occupanti dell’auto è capace di raggiungere l’altra persona.

Con tutti i finestrini aperti

Con i finestrini completamente aperti i tassi di ventilazioni aumentano, è ovvio, in modo vertiginoso e l’afflusso di aria fresca fa uscire dall’auto molte delle particelle sospese. Solo una percentuale tra lo 0.2 e il 2% degli aerosol simulati si muove tra il passeggero e il conducente (e viceversa).

E la soluzione migliore

Sarebbe questa la soluzione più sicura, ma non è molto pratico – soprattutto in inverno – viaggiare con i finestrini spalancati. I ricercatori hanno quindi modellato altre opzioni.

Hanno scoperto che la strategia migliore per cacciare gli aerosol dall’abitacolo era quella di aprire i finestrini opposti per ciascun occupante dell’auto: quindi aprire solo quello di destra del guidatore, e solo quello di sinistra del passeggero. In questo caso, oltre a far defluire all’esterno l’aerosol, si crea anche una barriera tra conducente e passeggero.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie