Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Economia e Finanza / Come scegliere il prestito personale migliore per sé

Come scegliere il prestito personale migliore per sé

Come scegliere l'offerta più conveniente per un prestito personale e quali fattori valutare prima di firmare la proposta della banca.

di The Wam

Dicembre 2022

Nella maggior parte dei casi, quando si ha bisogno di un prestito per far fronte a una spesa, il tempo a disposizione per valutare l’effettiva convenienza dei prestiti personali disponibili sul mercato è veramente poco.

Tuttavia, la scelta di un prestito personale richiede tempo e una serie di accorgimenti che permettono di valutare qual è l’offerta migliore e a quale istituto di credito affidarsi.

Seppure è risaputo nessun istituto può garantire un prestito conveniente in assoluto, è possibile trovare l’offerta più vantaggiosa che soddisfi a pieno le proprie esigenze. Per farlo è possibile rivolgersi alla propria banca di fiducia, ad esempio cercando esempi di prestiti personali con BPER, e confrontare le offerte con le principali soluzioni disponibili attualmente.

Prestiti personali: come scegliere l’offerta più conveniente

Il miglior modo per velocizzare i tempi di valutatine dei prestiti personali disponibili, soprattutto quando il tempo a disposizione è davvero poco, è ricorrere alla ricerca online e individuare le principali offerte prestiti disponibili sul mercato finanziario.

Tanti sono gli strumenti online con cui paragonare le offerte dei maggiori istituti di credito, alcuni dei quali propongono soluzioni valide esclusivamente se attivate online, altre invece propongono offerte da attivare in sede con il metodo tradizionale.

Per comprendere quale tipologia di prestiti è più vantaggiosa è doveroso conoscere i fattori di valutazione tra cui:

I tassi di interesse, in particolare il TAEG

Quando si sceglie tra le diverse offerte di prestito bisogna tenere conto del costo complessivo di ciascun prestito e delle principali voci di spesa che compongono il finanziamento.

A definire il costo di un finanziamento contribuiscono, in particolar modo, i tassi di interesse TAN (Tasso Annuo Nominale) e TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale), che definisce il reale costo del prestito comprensivo degli oneri accessori.

Come scegliere il prestito personale migliore per sé
Come scegliere il prestito personale migliore per sé

Il contratto da firmare al momento della stipula

Il contratto di prestito deve contenere tutti gli elementi stabiliti dalla legge e l’istituto di credito ha l’obbligo di dichiarare con chiarezza e trasparenza le condizioni del prestito. Il contratto definisce i tempi, il numero di rate, l’ammontare delle singole rate, l’ammontare degli interessi e i tassi di interesse, ma anche altri dettagli tra cui l’obbligo e i diritti dell’istituto di credito e del contraente.

Tutto ciò che manca nel contratto non è esigibile e il contraente ha diritto a prendersi del tempo per leggere attentamente il documento e richiedere una consulenza di un esperto in grado di risolvere tutti i dubbi, richiedendo una copia del contratto prima della firma.

Inoltre, è fondamentale ricevere il modulo SECCI, obbligatorio per legge dal 2011: si tratta di un documento informativo precontrattuale che contiene una serie di informazioni standard sul finanziamento.

Caratteristiche dell’estinzione anticipata

Per legge, il soggetto che ottiene un prestito personale ha la possibilità di estinguerlo anticipatamente ed è bene verificare la commissione di estinzione anticipata descritta sul contratto di prestito.

La commissione è pari all’1% del capitale rimborsato e al massimo lo 0,5% nell’ultimo anno del prestito. Il compenso non sarà applicabile per i prestiti a tasso variabile o con capitale residuo pari o inferiore a 10.000 euro.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp