Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare?

Con l'usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Può essere uno strumento adatto per sottrarre ai creditori un appartamento o un locale? Lo vedremo insieme in questo articolo, spiegando in modo semplice cos'è l'usucapione e quali sono le procedure più o meno adatte allo scopo.

5' di lettura

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Esiste quindi uno strumento legale per aggirare l’assalto dei creditori e salvare, con questo strumento, il pignoramento di un vostro immobile, sia esso un locale o una abitazione?

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Di cosa si tratta

Lo vedremo insieme in questo articolo. Ma prima capiamo in poche battute che cos’è l’usucapione.

È molto semplice. L’usucapione si concretizza quando una persona occupa per 20 anni un immobile che appartiene ad altri e si comporta da proprietario assoluto senza che il reale titolare abbia mai qualcosa da obiettare.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Quando…

Affinché si verifichi l’usucapione, la persona che occupa l’immobile deve compiere sul bene degli interventi che sono di solito competenza del legittimo proprietario. E deve farlo apertamente, senza cioè nasconderlo al titolare del bene.

In pratica: può effettuare delle ristrutturazioni, piccole costruzioni, cambiare la serratura e non dare le chiavi al proprietario, e così via.

Abbiamo capito cos’è, ma ora cerchiamo di comprendere se con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare.

Una premessa: il pignoramento dei beni di un debitore possono essere effettuati solo sui beni che sono in suo possesso. E questo ci sembra ovvio. Infatti se quei beni il debitore li ha precedentemente venduti o donati il creditore non può nulla. E quindi: niente pignoramento.

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Azione revocatoria

A dire il vero il creditore potrebbe avere un’altra chance: l’azione revocatoria.

Di che si tratta? Si tratta di un’azione giudiziaria che ha l’obiettivo di rendere nullo il trasferimento del bene in questione (per renderlo di nuovo pignorabile).

Si dovrebbe comunque dimostrare che quella vendita o cessione è stata fatta al solo scopo di sottrarre il bene al creditore. Possibile, ma non sempre agevole. In particolare se il bene in questione è stato donato o venduto prima dell’avvio del procedimento di pignoramento.

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Retroattivo

Come si inserisce l’usucapione in una dinamica di questo tipo, cioè quella che ha come fine la sottrazione del bene al creditore?

L’usucapione è necessariamente retroattivo. Bisogna dimostrare che il possesso di un immobile è iniziato 20 anni prima. E quindi molto tempo in anticipo rispetto all’avvio del pignoramento.

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Cosa serve

Sembra una soluzione inattaccabile. Ma cosa serve?

Una persona che si presti a sostenere l’usucapione (in questo caso ovviamente finto);

Iniziare la procedura di accertamento della mediazione.

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Un esempio

Facciamo un esempio:

  • Una persona si è indebitata con una banca per 150.000 euro
  • Non riesce a far fronte al debito e teme che la sua casa venga pignorata
  • Chiede a un familiare di agire contro di lui chiedendo l’accertamento dell’usucapione sul bene che non vuole finisca in mano alla banca
  • Testimoni confermeranno che il parente del proprietario utilizzava l’immobile a suo piacimento
  • In tribunale il debitore (vero proprietario dell’immobile) non si difenderà in modo adeguato e verrà riconosciuto l’usucapione sull’immobile.

Sembra tutto facile vero? Anche troppo.

Infatti questa strategia potrebbe complicarsi.

Vediamo insieme.

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Le due procedure

L’usucapione viene riconosciuto con due procedure che sono simili ma con effetti, vedremo, molto diversi.

  • La prima: deve essere un giudice a stabilire se sussistano le prove che c’è stata un’usucapione. In pratica al magistrato poco interessa se le parti sono in accordo o meno sull’eventuale trasferimento della proprietà del bene.
  • La seconda: la procedura di mediazione. E cioè, un soggetto terzo stabilisce un eventuale accordo tra le parti (in questo caso il debitore e un suo familiare). Il verbale che scaturisce da questa “udienza” ha lo stesso valore di una setenza.

È stata proprio questa seconda procedura a far ritenere che l’usucapione poteva essere una strumento valido e difficilmente aggirabile per evitare il pignoramento di un bene.

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Le sentenze

Una serie di sentenze però sembra andare contro la legittimità di questa procedura (quella con la mediazione).

Infatti il risultato raggiunto con la mediazione è un semplice accordo tra le parti. Non c’è stato un magistrato che, dopo aver visionato le documentazioni e ascoltato le parti, ha deliberato la sussistenza dell’usucapione.

Con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare? Conclusione

E quindi, con l’usucapione si evita il pignoramento immobiliare?

Sì, ma solo a una condizione. Che sia un giudice a stabilirlo. In caso contrario, con la semplice mediazione, sarà più semplice per un creditore smontare quel procedimento: un accordo tra le parti sembra in modo troppo evidente un sistema per tentare di sottrarre un bene al pignoramento.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie