Liberato, vi racconto il suo concerto Instagram: fra Carosone e Madonna

Liberato, il 9 maggio, è stato protagonista di un concerto su Instagram

2' di lettura

Arrivò il 9 maggio 2020 per i fan di Liberato, il misterioso cantante senza volto che da tre anni è interprete di un nuovo sound Made in Naples, che non è ascrivibile al neomelodico, alla trap o al rap. Il linguaggio che usa Liberato, chiunque egli sia, è un melting pot di lingua napoletana con l’inglese e la sua musica è definita dalla critica con un vago “indie“, visto che genere e nicchia di appartenenza sono ancora argomento di dibattito.

Liberato ha dato prova della sua cultura musicale in un happening avvenuto sulla sua pagina instagram con una diretta alle ore 20:00 di ieri. Tutti si aspettavano un nuovo mini album come avvenuto l’anno scorso con “Capri Rendez-vouz“, autentica opera d’arte audiovisiva a firma di Francesco Lettieri; invece all’ora di cena arriva una notifica: “Liberato1926 trasmetterà un video in diretta“.

Liberato, il concerto Instagram

Difficile ancora dire quanti abbiano visto il concerto, ma si suppone almeno centomila utenti. Il cantante misterioso dopo otto minuti di schermo bianco arricchito da una rosa (il suo marchio di fabbrica), ha cominciato a dare prova della sua vasta cultura musicale, oltre alla sua bravura di musicista. Quaranta minuti di concerto on-line inframezzate da immagini di Napoli, del Napoli calcio e spezzoni dei suoi video diretti da Lettieri.

Liberato però non ha eseguito solamente sue canzoni, ma ha omaggiato anche altri artisti napoletani di oggi e del passato come Renato Carosone, Nino D’Angelo e Mario Merola. E artisti italiani e internazionali inserendo elementi musicali di Madonna, Justin Timberlake, Coolio, Gigi D’Agostino, Ed Sheeran e altri nei suoi successi “Guagliò”, “Je te voglio bene assaje” e “Niente”

Liberato: musica e social network

Ventiquattro tracce eseguite al pianoforte, in cui è interessante notare anche l’esecuzione della ormai famosissima “Paracetamolo” di Calcutta, cantante indie di Latina, sul quale per almeno un anno si è speculato che Liberato e Edoardo D’Erme (vero nome di Calcutta), fossero in realtà la stessa persona. Infine il cantante napoletano si è prodigato in un gran finale in cui spiccano “We come from Napoli“, “Rione Terra” e “‘O core nun ten padrone“, pezzi estratti dalla colonna sonora di “Ultras“, film di Lettieri pubblicato su Netflix da poco più di un mese. Ovviamente, non poteva mancare “Nove maggio“, la canzone che lo ha reso celebre, uscita il 14 febbraio 2017.

Liberato con questo evento a metà strada tra una diretta social, un concerto e un flash mob si rivela ancora una volta capace di usare al meglio i social network per comunicare al suo pubblico fatto di giovani e non, ormai non solo in Italia.

A conferma che in momenti di crisi come questo un concerto, seppure privato dell’emozione fisica, può rivelarsi ben efficace nel lasciare un ricordo concreto. Dopo il grande concerto al “Rock in Rome” del 22 giugno 2019, erano state infatti programmate due date a Milano al Forum D’Assago previste per il 25 e 26 aprile, ben presto slittate al 26-27 novembre a causa dell’emergenza Covid-19. Speriamo questa volta senza ulteriori rinvii.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie