Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile / Congedo legge 104, quanti anni può durare se frazionato?

Congedo legge 104, quanti anni può durare se frazionato?

Congedo legge 104, quanti anni può durare se frazionato? Vediamo se c'è un limite di tempo oltre il quale non si può andare.

di The Wam

Giugno 2022

Congedo legge 104, quanti anni può durare se frazionato? C’è un limite all’uso del beneficio per assistere un familiare disabile? (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Ci chiediamo: se la soglia massima è di due anni, consecutivi o frazionati, cosa succede se il congedo retribuito viene centellinato nel corso del tempo, e se c’è, quindi, una scadenza, una data limite oltre la quale non è più possibile fruirne?

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Congedo legge 104: il tempo massimo frazionato

La risposta è già all’interno della norma che regola la fruizione del congedo straordinario: al dipendente che assiste un familiare con disabilità grave viene concesso nell’arco dell’intera vita lavorativa un tempo massimo di due anni.

Scopri la pagina dedicata ai benefici connessi alla Legge 104.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Definire quel tempo nell’arco dell’intera carriera di un lavoratore stabilisce di fatto anche la soglia: che è appunto, potenzialmente, l’intera vita lavorativa. E quindi se il congedo biennale straordinario retribuito può essere sfruttato anche per – facciamo un esempio – venti, trenta giorni l’anno, significa che il beneficio sarà concluso quando il conteggio dei giorni complessivi avrà raggiunto, appunto, la soglia dei due anni.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Congedo legge 104: e i permessi?

La questione di pone perché invece per i permessi retribuiti, sempre con la Legge 104, hanno un limite. Se non vengono goduti in un mese (3 giorni, interi o frazionati), non si possono poi utilizzare il mese successivo aggiungendoli a quelli che sono maturati nel frattempo. Si perdono e basta.

Il congedo legge 104 può invece essere gestito.

Molti caregiver familiari, in particolare quelli che sono a due anni dalla pensione, tendono a utilizzare il congedo legge 104 tutto insieme, si tratta di un metodo piuttosto intuitivo per anticipare l’uscita (oltretutto con i contributi figurativi non si perde un euro sul futuro importo della pensione).

Congedo legge 104: per la pensione anticipata

Il sistema è stato adottato dai caregiver che hanno avuto accesso all’indennità di accompagnamento alla pensione con Ape Sociale (anticipando di fatto la pensione a 61 anni. Leggi su invaliditaediritti.it la guida completa), o a chi ha scelto Opzione Donna (in quel caso è stato addirittura possibile una uscita iper anticipata, di fatto a 56 anni (56 + 2 di congedo straordinario, per arrivare ai 58 del requisito, ma servono 35 anni di contribuzione e si rischia un taglio non da poco sull’importo finale).

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

I caregiver familiari adottano però, quando è possibile, anche altri sistemi. Se non hanno la necessità di prendere dei lunghi periodi, si adotta un sistema di frazionamento scientifico dei due anni di congedo.

Congedo legge 104: uso scientifico

Perché scientifico? Perché scientificamente studiato in associazione con i permessi retribuiti.

Ovviamente per utilizzare questo sistema è sempre consigliabile (per non incrinare i rapporti) un confronto con il datore di lavoro che, se ha la voglia e la possibilità, può sia agevolare il lavoratore, sia organizzare al meglio il flusso aziendale.

Ci spieghiamo: si può frazionare il congedo lavorando il venerdì e il lunedì, in questo modo non vengono conteggiati il sabato e la domenica. Così facendo il congedo si allunga fino a oltre i tre anni, ma non solo: si maturano anche le ferie per poter andare in vacanza. E nel conteggio non abbiamo inserito i tre giorni di permesso retribuito.

Ma si tratta di un calcolo.

Congedo legge 104: fare attenzione

La verità per molti caregiver familiari è spesso molto diversa: e quei due anni di congedo vengono utilizzati per intero o per molti mesi consecutivi perché lo richiedono le esigenze della persona da assistere (che resta ovviamente il centro di una legge articolata come la 104).

Sia il congedo legge 104, sia i permessi retribuiti, si sono rivelati dei pericolosi boomerang per lavoratori che li hanno utilizzati con estrema superficialità, ovvero mettendo in primo piano le esigenze personali rispetto a quelle del familiare da assistere.

In molti casi, infatti, si è arrivati al licenziamento per giusta causa del dipendente e alla denuncia penale per truffa.

Sulla questione c’è una lunga giurisprudenza che si è formata nel corso degli anni, stabilendo in modo preciso quali sono i confini entro i quali deve muoversi un lavoratore che usufruisce dei permessi e dei congedi straordinari.

Congedo legge 104: vacanze

Un esempio, che è attuale perché riguarda le vacanze: un caregiver in congedo non può andare in vacanza e lasciare da solo (o in compagnia di altri parenti) il familiare da assistere, ma – qualora sia possibile – può andare con lui in una località di villeggiatura. In quel caso si rientra in pieno nei principi che sono alla base della legge 104.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1