Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Famiglia » Lavoro / Congedo maternità anticipato anche alle autonome

Congedo maternità anticipato anche alle autonome

Congedo maternità anticipato anche alle autonome: è finalmente possibile inviare domanda all'INPS.

di The Wam

Febbraio 2023

Congedo maternità anticipato anche alle autonome in caso di gravidanza a rischio. E’ arrivato l’ok dell’INPS, contenuto nel messaggio numero 572 del 2023. (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

L’istituto di previdenza ha aggiornato la funzione online che consente di inviare le richieste di congedo a iniziare dai periodi che partono dal 13 agosto del 2022. Ovvero da quando è entrato in vigore il decreto legislativo numero 105 del 2022.

Sull’argomento potrebbe interessarti il bonus mamme dei Comuni: come ottenere l’assegno di maternità; c’è anche un post che spiega come i papà hanno diritto a più giorni per il congedo paternità; e infine c‘è un articolo che verifica come il congedo di maternità per le autonome sia stato allungato di tre mesi (come presentare la domanda).

Congedo maternità anticipato anche alle autonome: esteso il diritto

Il diritto a ricevere una indennità di maternità più estesa rispetto ai due mesi prima del parto previsti dalla precedente normativa riguarda tutte le lavoratrici autonome e in particolare:

Prima questa forma di tutela (molto importante) era concessa alle sole:

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Congedo maternità anticipato anche alle autonome: l’INPS

La novità era stata comunque anticipata dall’INPS nella circolare numero 122 del 2022, quando l’istituto ha chiarito che nell’attesa di aggiornamenti sulla procedura, sarebbe stato possibile utilizzare l’indennità anticipata (per questo è possibile presentare anche le domande a partire da agosto). Le posizioni sarebbero state regolarizzate dopo aver usufruito del diritto presentando una domanda via web sul portale INPS.

Congedo maternità anticipato anche alle autonome: domande

Come bisogna presentare la domanda? Come abbiamo accennato è possibile farlo via web collegandosi al portale dell’istituto. Prima di indicare come, un solo appunto: come mai sono stati necessari 6 mesi (da agosto 2022 a febbraio 2023) per mettere a punto un applicativo così elementare? Non aspettiamo la risposta, che infatti non arriverà, e andiamo avanti.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Per presentare la domanda disponibili i consueti sistemi:

Congedo maternità anticipato anche alle autonome: via web

Per presentare la domanda per l’indennità anticipata di maternità per gravidanza a rischio direttamente dal portale, bisogna seguire questo percorso:

Se si richiede l’indennità di maternità ordinaria basterà spuntare l’opzione “voler richiedere l’indennità di maternità ordinaria”.

Congedo maternità anticipato anche alle autonome: documenti

Nell’istanza di congedo maternità anticipato bisogna anche inserire la data nella quale si ipotizza il parto o l’eventuale interruzione della gravidanza.

L’INPS ha anche ricordato nella stessa circolare che le lavoratrici autonome non dovranno inviare il certificato di gravidanza. Viene infatti trasmesso in automatico dal medico del Servizio Sanitario Nazionale o da un professionista convenzionato (lo dispone l’articolo 21 del decreto legislativo numero 151 del 2001).

Infatti se il medico certificatore ha trasmesso il documento di gravidanza, la procedura permetterà all’INPS di ricavare il contenuto.

Qualora non fosse pervenuto il certificato, basterà indicare all’interno della domanda di congedo anticipato per gravidanza a rischio la data nella quale il medico presume si debba svolgere il parto.

Nella foto una lavoratrice incinta

Congedo maternità anticipato anche alle autonome: requisiti

Prima di inviare la domanda per il congedo anticipato bisogna ricordare questi aspetti:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp