Congedo straordinario 104, prepararsi per le vacanze

Congedo straordinario 104, prepararsi per le vacanze: vediamo se, come e quando è possibile andare in ferie. Sul punto la normativa è piuttosto vaga. Di certo non si può andare in villeggiatura lasciando sola la persone con disabilità. Quali sono le alternative che non tradiscono le direttive della legge 104 e consentono i trascorrere qualche giorno in vacanza. Come organizzarsi.

5' di lettura

Con il congedo straordinario 104 è possibile andare in vacanza? In alcuni casi sì, ma solo a determinate condizioni. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

La questione del congedo straordinario legge 104 e le vacanze è molto delicata, sul punto la normativa è piuttosto sfumata e il rischio di subire conseguenze gravi è dietro l’angolo.

Congedo straordinario 104 se il coniuge convivente è anziano

Come sapete chi infrange determinate regole può incorrere il un licenziamento immediato (per giusta causa) e in sanzioni di carattere penale (truffa ai danni dello Stato). E dunque, non si scherza.

Scopri la pagina dedicata ai benefici connessi alla Legge 104.

Congedo straordinario 104: assistenza continua

Per capire come funziona la legge 104 e quindi verificare se, come e quando è possibile andare in ferie mentre si gode del periodo di assenza retribuita, è opportuno ricordare qual è la finalità specifica di questa normativa: il caregiver familiare deve garantire alla persona con disabilità una assistenza globale, costante e continuativa.

Cosa che è vera sia per i permessi retribuiti sia per il congedo straordinario biennale.

Leggiamo bene: assistenza globale, costante e continuativa.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Congedo straordinario 104: doveri

Per cui: è del tutto impensabile per un lavoratore che usufruisce del congedo straordinario legge 104 andare al mare e non prendersi cura del familiare che deve assistere.

Ribadiamo, deve assistere: perché nel momento stesso in cui si chiede il beneficio del congedo biennale retribuito quel dovere non è più solo morale (nei confronti del familiare), ma diventa un dovere preciso anche nei confronti del datore di lavoro e dell’Inps che eroga lo stipendio ogni mese.

Congedo straordinario 104: la vacanza è possibile?

E quindi, chi usufruisce del congedo straordinario 104 può andare in vacanza e nel caso, come prepararsi?

IL congedo straordinario 103 può essere interrotto?

Precisiamo subito meglio un punto (che dovrebbe essere già sufficientemente chiaro): il caregiver familiare può partire per la vacanza ma solo se nel contempo riesce a garantire la necessaria assistenza al familiare con una disabilità grave.

Se ne deduce che in vacanza chi beneficia del congedo straordinario 104 può andare, ma solo se la villeggiatura è stata organizzata per consentire alla persona con disabilità di trascorrere dei giorni a respirare una benefica aria di mare o di montagna (è solo un esempio).

In nessun modo la presenza del familiare da assistere deve essere utilizzata come stratagemma o scusa per andare in ferie.

È questo un presupposto fondamentale, anche perché – come accennato – la normativa è piuttosto vaga sul punto e stranamente non sono neppure intervenute sentenze della Cassazione che invece, per altri aspetti, hanno ben delimitato i limiti connessi ai permessi retribuiti e allo stesso congedo straordinario 104.

Congedo straordinario 104: la vacanza per la persona con disabilità

Risulta dunque evidente che per evitare problemi chi gode del congedo biennale dovrà organizzare una vacanza dove è ben chiara la finalità principale: consentire alla persona da assistere la possibilità di trascorrere qualche giorno lontano dalla sua quotidianità senza però far venir meno il dovere di cura continuativa e globale.

Congedo straordinario 104: come scegliere la località

È quindi importante anche la scelta della località e dell’albergo o della casa vacanze dove si intende trascorrere le ferie.

Congedo straordinario 104, come triplicare il periodo

Se ad esempio il familiare da assistere non è in grado di deambulare e si decide di trascorrere qualche giorno al mare:

  • scegliere luoghi dove non ci siano barriere architettoniche;
  • con un accesso alla spiaggia molto agevole;
  • la casa dovrebbe avere servizi igienici adeguati a una persona che ha difficoltà negli spostamenti;
  • se il familiare potrebbe avere bisogno di cure mediche scegliere una località dove sono garantite con velocità ed efficienza.

Insomma, bisogna organizzare la vacanza intorno alle necessità della persona da assistere. Solo così sarà possibile giustificare una villeggiatura mentre si usufruisce di un congedo straordinario 104.

Congedo straordinario 104: i 4 principi

Non vengono infatti tradite, né le disposizioni di legge che regolano il congedo biennale e neppure i 4 principi che sono alla base della Legge 104. Ve li ricordiamo in sintesi:

  • garantire il rispetto della dignità umana e dei diritti della persona con disabilità in tutti gli ambiti della vita sociale: famiglia, scuola, lavoro, società;
  • prevenire ed eliminare tutte quelle situazioni che destabilizzano l’autonomia della persona con disabilità impedendo la piena realizzazione dei suoi diritti, civili, politici e patrimoniali;
  • ottenere, per quanto è possibile, il recupero della persona con disabilità grazie a servizi e prestazioni che possono essere anche di natura giuridica ed economica;
  • contrastare in ogni modo l’emarginazione della persona con disabilità.

Ebbene il tipo di vacanza descritto rientra a pieno titolo in questi presupposti.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie