Contagi covid, micro zone rosse e mascherina all’aperto

Aumentano i contagi covid in Italia, nulla di preoccupante, ma si corre ai ripari: possibili micro zone rosse e le mascherine obbligatorie anche all'aperto. I lockdown chirurgici solo dove si registra una preoccupante diffusione dei contagi, mentre il governatore della Campania ha già emesso l'ordinanza per l'uso delle mascherine all'aperto laddove si registrano assembramenti.

4' di lettura

I contagi covid sono di nuovo in aumento in Italia, sulla scia di quello che sta accadendo in tutta Europa. Un colpo di coda del virus, sostengono gli esperti. Incrementi piccoli (rispetto al passato) e anche per questo gestibili. Ma occorre precauzione.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

I tecnici prevedono micro zone rosse laddove i tassi di contagi covid sale oltre una certa soglia, mentre alcuni governatori, come Vincenzo De Luca in Campania, stanno iniziando ad imporre la mascherina anche all’aperto, almeno nelle zone dove si verificano degli assembramenti.

Contagi covid: quest’inverno l’ultima battaglia

«Ma se non emergeranno nuove varianti e restiamo prudenti si può superare questo inverno e forse sarà l’ultima battaglia», ha dichiarato il virologo Pregliasco.

Già l’ultima battaglia, e dopo? «Ci sarà la convivenza con il covid, ma non avremo più gli scenari del passato».

E questo, ha aggiunto il virologo, per due motivi:

  • la campagna di vaccinazione;
  • l’atteggiamento prudente adottato fino a oggi in Italia.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Contagi covid: la Gran Bretagna induce all’ottimismo

Per paradosso è la situazione che si sta vivendo in Gran Bretagna a suscitare un certo ottimismo. Nel Regno Unito ci sono tantissimi contagi (da tempo oltre i 40.000 al giorno), ma la proporzione dei morti è molto più ridotta rispetto al passato.

In pratica: è possibile ammalarsi senza mettere sotto pressione il sistema sanitario del Paese. Che è poi la conseguenza più preoccupante di questa pandemia (con gli ospedali pieni aumentano i morti e non si riesce ad intervenire in modo adeguato per chi ha altre patologie).

Contagi covid: aumento prevedibile

L’aumento dei contagi covid in questa stagione era prevedibile, nonostante i vaccini. Chiaro che il virus circoli con maggiore facilità quando le persone stanno molto più tempo in ambienti chiusi, le scuole sono riaperte e il lavoro è di nuovo in presenza.

Ma è un aumento che al momento è del tutto gestibile. Non suscita cioè la stessa preoccupazione degli anni scorsi. E se i ricoveri, anche in terapia intensiva, sono i leggero aumento, restano comunque molto al di sotto del limite che il governo ha posto come soglia di guardia.

Insomma, i contagi covid sono un segnale da non sottovalutare, ma che non deve allarmarci. Soprattutto se si continuerà a essere prudenti.

Contagi covid: in Campania mascherine obbligatorie all’aperto (ma non sempre)

A proposito di prudenza rispetto ai contagi covid, uno dei governatori che più si è segnalato per la prudenza è stato Vincenzo De Luca, presidente della Giunta regionale campana.

Tanto prudente da sollevare in più di qualche occasione anche un coro di critiche.

De Luca ha emesso una ordinanza che proroga l’obbligo di indossare mascherine anche all’aperto fino al prossimo 31 dicembre per «contenere la diffusione del virus».

Mascherine anche all’esterno, ma non sempre: «Dove si configurino – si legge nell’ordinanza – assembramenti e affollamenti e in ogni situazione on cui non possa essere comunque garantito il distanziamento interpersonale».

Contagi covid: mascherine obbligatorie, ecco quando

«L’utilizzo delle mascherine – continua l’ordinanza – resta pertanto obbligatorio, sul territorio regionale, in ogni luogo non isolato – ad es. nei centri urbani, nelle piazze, sui lungomari nelle ore e situazioni di affollamento – nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all’aperto, nonché nei contesti di trasporto pubblico all’aperto».

Contagi covid: mascherine e sanzioni

Ma non solo. L’ordinanza di De Luca, dispone anche la proroga di tutte le misure che erano state previste nel settembre scorso.

E infatti, dalle 22 alle 6 «è fatto divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali».

L’ordinanza vieta anche affollamenti per il consumo di qualsiasi tipo di genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Sono state confermate anche le sanzioni per il mancato rispetto delle disposizioni contenute nell’ordinanza: il pagamento di una multa da 400 a 1000 euro.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie