Conto corrente bloccato senza preavviso: è legale?

Conto corrente bloccato senza preavviso: scopri qui se l’ente di credito può davvero avviare un pignoramento di conto senza preannunciarlo 

3' di lettura

È possibile ritrovarsi con il conto corrente bloccato senza preavviso? Vediamo nel dettaglio cosa aspettarsi nel caso in cui si risulti pagatori inadempienti (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

INDICE

Conto corrente bloccato senza preavviso: si può fare?

Il pignoramento del conto corrente postale o bancario da parte di un creditore o dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione non arriva mai senza essere accompagnato da qualche tipo di comunicazione ufficiale.

Il debitore, infatti, riceve più di un’intimazione di pagamento per evitare di dover ricorrere a metodi di recupero coercitivi.

Tuttavia, non è detto che l’ente creditore abbia un obbligo specifico nel dover comunicare le misure che vuole intraprendere.

Questo significa che, prima di procedere con il pignoramento, il creditore o L’agenzia delle Entrate-Riscossione dovrà notificare degli atti senza necessariamente specificare quale conto o che parte di esso andrà a bloccare.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Le comunicazioni che precedono il pignoramento

Per portare avanti una proceduta di pignoramento del conto corrente, è necessario che al debitore venga notificato un titolo esecutivo da parte di un giudice. 

Nell’eventualità in cui l’atto venga notificato al vecchio indirizzo postale del debitore o che quest’ultimo non sia in casa, si riceverà una notifica dalla Casa Comunale.

Successivamente si passa alla notifica del precetto, ossia una diffida che intima al debitore di aver solo altri 10 giorni per saldare il suo debito.

Allo scadere dei 10 giorni, l’ente creditore può procedere al recupero forzato della somma.

Nel caso in cui il creditore sia l’Agenzia delle Entrate-Riscossione è importante sapere che quest’ultima agisce senza necessità di notificare l’atto di precetto.

In questo caso infatti si riceverà una cartella di pagamento.

Tutte le comunicazioni descritte non danno al debitore informazioni precise su quali beni subiranno un pignoramento.

Questo vuol dire che il debitore non saprà se a essere pignorati saranno i beni materiali, le proprietà o il conto.

In questo senso è possibile ritrovarsi con il conto corrente bloccato senza preavviso.

Con l’atto di blocco del conto corrente si comunicherà al debitore anche la data dell’udienza con cui il giudice stabilirà quali somme andranno assegnate al creditore.

La risposta alla domanda circa la legalità di un conto corrente bloccato senza preavviso è quindi affermativa.

In caso di insolvenza, infatti, è possibile che non arrivi alcuna comunicazione riguardo al bene che verrà pignorato.

Il debitore a questo punto non ha possibilità di agire in nessun modo e l’atto di pignoramento del conto corrente gli verrà notificato solo quando il conto sarà già inutilizzabile.

Se hai dubbi o domande in riferimento al conto corrente bloccato senza preavviso, non esitare a scriverci su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie