Conto corrente cointestato con pignoramenti e divorzi

Conto corrente cointestato: può essere uno strumento utile per ridurre del 50% l'impatto dei pignoramenti, quando è utile e se conviene. Il conto corrente cointestato può essere a firma congiunta e disgiunta: le differenze. Cosa accade in caso di divorzio o di morte. Quando è utile aprire un conto corrente cointestato e quando la soluzione non è consigliata.

5' di lettura

Il conto corrente cointestato è uno degli strumenti finanziari più comuni tra le famiglie italiane. E non solo. Può essere infatti utilizzato anche tra soci di una società o tra altri gruppi di persone. Vediamo insieme come funziona, quali sono i potenziali vantaggi e gli svantaggi. Insomma andiamo a verificare se questa tipologia di conto corrente può essere indicata per le vostre esigenze o se è meglio pensare ad altro.

Prima di continuare, precisiamo subito (ma ne parleremo tra qualche paragrafo): il conto corrente cointestato può rivelarsi utile a salvare parte del patrimonio in caso di pignoramento.

Un conto corrente di questo tipo può essere aperto solo in presenza di tutti i cointestatari.

E quindi le due o più persone che hanno intenzione di aprire un conto corrente cointestato dovranno recarsi in banca insieme, naturalmente muniti di carta d’identità e codice fiscale.

La presenza di tutti i cointestatari è fondamentale anche perché è necessario che ognuno depositi la propria firma originale.

Oltre al conto corrente cointestato è possibile aprire anche un conto corrente postale cointestato.

Può anche essere attivato online, si può fare da casa scannerizzando e inviando le firme.

Conto corrente cointestato a firma disgiunta

Il conto corrente cointestato può essere di due tipi.

A firma disgiunta: in questo caso sul conto corrente possono operare tutti i soggetti allo stesso modo e con gli stessi diritti. In linea di massima è questo il conto corrente cointestato più adatto a una coppia. Con questo strumento è più semplice gestire il bilancio familiare e si evita di aprire un altro conto corrente.

Con il conto corrente cointestato tutti gli intestatari possono eseguire bonifici, prelievi, accreditare lo stipendio o domiciliare le utenze.

Conto corrente cointestato a firma congiunta

L’altra tipologia di conto corrente cointestato è a firma congiunta. In questo caso per compiere qualsiasi operazione bancaria è indispensabile la presenza di tutti i cointestatari. Anche per prelevare denaro, emettere assegni o fare bonifici.

Il conto corrente cointestato a firma congiunta può avere i suoi vantaggi, ma bisogna essere consapevoli che qualsiasi operazione bancaria deve essere fatta solo alla presenza di tutti i cointestatari. Potrebbe essere una buona soluzione per una società con due, tre soci.

In qualsiasi caso, comunque, un conto corrente cointestato a firma congiunta può essere trasformato a firma disgiunta e viceversa.

È anche possibile cointestare un conto corrente già aperto in precedenza,

Contesto corrente cointestato e il pignoramento

Cosa succede ai soldi in deposito su un conto corrente cointestato in caso di pignoramento?

Beh, iniziamo col dire che il titolare del diritto di credito viene tutelato, e cioè si può procedere al pignoramento. Ma con un limite preciso: non oltre il 50% delle somme che sono in deposito.

L’altro 50% può essere prelevato dai correntisti, quindi sia dall’intestatario non coinvolto nella procedura di pignoramento, sia dallo stesso debitore.

Ma non è tutto. Si potrà anche prelevare il denaro che è stato depositato dopo il pignoramento (come potrebbe accadere per gli accrediti degli stipendi).

Ma non è tutto. Le somme che possono essere pignorate non possono superare il credito aumentato della metà.

Conto corrente cointestato: se uno dei due muore?

Ma cosa succede a un conto cointestato se uno dei tue intestatari muore?

Le possibilità sono due e dipende anche dalla tipologia di conto corrente cointestato.

Se il conto è a firma disgiunta, resta bloccata, fino a quando non si decide l’eredità, solo la parte che si può considerare del defunto (quindi se il conto è intestato a due persone, il 50%).

Se invece il conto è a firma congiunta le somme vengono congelate fino a quando non si conclude la procedura di successione. A quel punto si decide la quota del cointestatario.

Conto corrente cointestato: il divorzio

Come abbiamo visto il conto corrente cointestato è d’uso comune per molte coppie. Offre infatti molti vantaggi e rende più semplice la gestione dei conti familiari. Ma anche in questo caso c’è da chiedersi: cosa accade al conto corrente cointestato in caso di divorzio?

In genere la soluzione più semplice è una equa spartizione: 50% a testa. Ma non è tutto così scontato. Se si dimostra che le somme venivano depositate solo da uno dei componenti della coppia, perché l’unica persona a lavorare, e che quindi il conto cointestato serviva per consentire all’altro coniuge di gestire le spese familiari, beh, in quel caso molti giudici hanno deciso che le somme sul conto corrente cointestato non andavano divise ma spettavano solo al componente della coppia che aveva alimentato il conto con i guadagni del suo lavoro.

Il discorso è analogo anche per un’altra situazione tipica: le somme dovranno essere affidate a uno solo due due coniugi se si dimostra che erano provento di una eredità. In questo caso, addirittura, si può chiedere un provvedimento di urgenza per sequestrate le somme depositate sul conto e impedire a chi non ne aveva diritto di ritirarle.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie