Sconfinamento bancario: cosa rischio con il conto in rosso

Sconfinamento bancario: dal 1° gennaio 2021 sono aumentati i rischi per i correntisti. Ecco cosa si rischia se il conto è in "rosso".

2' di lettura

Sconfinamento bancario: cosa si intende con questa espressione? (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Cosa si rischia quando il proprio conto corrente risulta in rosso?

Ecco una panoramica su tutto quello che c’è da sapere in merito alla questione. Se sei interessato, continua a leggere.

Sconfinamento bancario: di cosa si tratta?

Sconfinamento bancario: cosa si intende con questa espressione? Quando si parla di sconfinamento bancario ci riferiamo a uno “scoperto” sul conto corrente: in modo gergale c’è sconfinamento quando il conto è in rosso.

È una situazione che non capita raramente. Basti considerare il caso di chi ha diversi addebiti automatici che pesano sul proprio conto oppure un ritardo nel percepire lo stipendio.

Anche se la situazione è piuttosto normale, dal primo gennaio 2021 è diventata più rischiosa per i correntisti. L’Italia si è adeguata alle normative europee: bastano poche centinaia di euro di debito con la banca per essere segnalati alla Centrale rischi finanziari (Crif).

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Conto corrente in rosso: cosa si rischia?

Conto corrente in rosso. In generale, nessun cliente ha il diritto di utilizzare lo scoperto come una “strategia”, quando si finisce in rosso la banca fornisce comunque credito, ma sotto forma di “cortesia”, su cui comunque applica delle commissioni.

Nonostante il cambio di regole avvenuto a inizio anno dia agli istituti la possibilità di “punire” una condotta reiterata di sconfinamento, bisogna comunque precisare che resta pur sempre un certo margine di dialogo con la propria banca.

Insomma, se lo sconfinamento rimane un episodio isolato o frutto di un periodo negativo, di una fase di sofferenza (può capitare soprattutto alle imprese), di solito, si riesce ad evitare la segnalazione e di finire nell’elenco dei cattivi pagatori.

Anzi, in genere, le banche permettono ai propri clienti di continuare ad andare in “rosso” nonostante si cominci ad essere attentamente monitorati dall’istituto di credito.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie