Contratto di affitto: registrazione, tipi, disdetta

Contratto di affitto: ecco i diversi tipi e i vincoli esistenti. Che differenza c’è con il contratto di locazione? Come funzionano registrazione e disdetta?

3' di lettura

Esistono diversi tipi di contratto di affitto? Che differenza c’è con il contratto di locazione? Quali sono i vincoli standard che prevede questo accordo? Di seguito una panoramica della questione (Consulta le nostre guide su come risparmiare sulle tasse) (Leggi anche la nostra pagina speciale sui bonus).

(Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Indice:


Contratto di affitto e contratto di locazione: che differenza c’è?

Contratto di affitto e contratto di locazione nel linguaggio comune identificano spesso lo medesimo accordo ma in realtà sono due cose molto diverse. Quando il proprietario di un immobile lo cede temporaneamente a un altro soggetto per uso abitativo o non abitativo (in breve, per farne un’attività commerciale) si parla di locazione, mentre quando un proprietario cede un proprio bene produttivo (un terreno coltivabile, per esempio) si parla di contratto di affitto.

Detto ciò, sia nel caso di un contratto di affitto che in quello di un contratto di locazione si paga una certa somma con regolarità, in pratica, il canone.

Contratto di affitto: principali tipologie e condizioni standard. Una panoramica
Esistono diversi tipi di contratto di affitto? Che differenza c’è con il contratto di locazione? Quali sono i vincoli standard?

Contratto affitto transitorio: la durata del vincolo

Oltre al pagamento di un canone l’altro elemento comune a contratto di locazione e contratto di affitto è il vincolo della durata. Per quanto riguarda la durata del contratto di locazione di un immobile ad uso abitativo, la legge precisa che può essere di 4 anni con possibilità di rinnovo automatico per ulteriori 4 oppure di 3 anni con rinnovo automatico di 2.

Nel caso di locazione di immobile ad uso commerciale il contratto deve essere di minimo 6 anni (con rinnovo automatico per ulteriori 6), invece, la durata minima di un contratto di affitto di un terreno agricolo è fissata a un minimo di 15 anni. D’altra parte, si può sottoscrivere anche un contratto transitorio con durata compresa tra 1 e 18 mesi.

Disdetta contratto affitto tra i diritti dell’inquilino

A proposito del vincolo della durata è da precisare che all’inquilino – ma non al proprietario – è data anche la possibilità di recedere in anticipo rispetto alla scadenza naturale del contratto presentando disdetta: di solito è precisato dal contratto stesso quanto tempo prima bisogna presentarla per poter lasciare l’immobile in locazione liberi da obblighi (3 mesi, 6 mesi e così via). In caso di risoluzione anticipata del contratto si paga un’imposta di registro pari a 67 euro (non è dovuto in caso di cedolare secca, un regime fiscale che permette di registrare un contratto senza pagare imposta di registro e imposta di bollo).

Registrazione contratto affitto: obbligo di legge

Il contratto di locazione con durata superiore ai 30 giorni deve essere obbligatoriamente registrato all’Agenzia delle Entrate. La registrazione del contratto prevede anche il versamento dell’Imposta di registro: nel caso degli immobili ad uso abitativo è stabilita nella misura del 2% del canone annuo per ciascuna annualità prevista dal contratto (il versamento per la prima annualità non può essere inferiore a 67 euro).

Nel caso si scelga di registrare un contratto a canone concordato (prevede un costo più conveniente per l’inquilino e una serie di agevolazioni fiscali per il proprietario) si ottiene anche una riduzione dell’imposta di registro (il 2% si calcola sul 70% del canone annuo).

Potrebbero interessarti:



Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie