Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per Partite Iva / Contributi a fondo perduto alternativi: come fare domanda

Contributi a fondo perduto alternativi: come fare domanda

Come fare domanda per i contributi a fondo perduto alternativi introdotti dal Decreto Sostegni bis? Scoprilo in questa guida.

di The Wam

Luglio 2021

Da lunedì 5 luglio 2021 è possibile inviare la domanda online per i contributi a fondo perduto alternativi contenuti nel Decreto Sostegni bis (D.l. 73/21).

Da mercoledì 7 luglio 2021 si potrà presentare richiesta attraverso i canali telematici Entratel-Fisconline dell’Agenzia delle Entrate. 

Si tratta del contributo a fondo perduto, alternativo a quello automatico in larga parte già erogato, che spetta a: titolari di Partita Iva, soggetti che esercitano attività di arte, impresa, professione e di reddito agrario. Vediamo come fare domanda.

INDICE

  1. Contributi a fondo perduto alternativi: a chi spettano?
  2. Contributi a fondo perduto alternativi: come fare domanda?
  3. Contributi a fondo perduto alternativi: quanto spetta?
  4. Ultime notizie sui contributi a fondo perduto alternativi

Contributi a fondo perduto alternativi: a chi spettano?

Il contributo a fondo perduto alternativo spetta a chi non ha avuto ricavi e compensi superiori ai 10 milioni di euro del 2019 e ha registrato un calo mensile medio del fatturato e dei corrispettivi di almeno il 30% nel periodo compreso fra il 1 aprile 2021 al 31 marzo 2021, rispetto agli stessi mesi degli anni precedenti.

Quali categorie riceveranno i contributi?

Nello specifico gli aiuti, erogati dall’Agenzia delle Entrate, spettano a chi esercita attività d’impresa, arte e professione e di reddito agrario, titolari di partita Iva residenti o stabiliti In Italia.

Il contributo può essere chiesto anche da enti religiosi civilmente riconosciuti e enti non commerciali del terzo settore, rispetto alle attività commerciali svolte. (Se vuoi fare domande specifiche sui contributi, seguici su Instagram)

Chi non può chiedere i contributi

Il contributo a fondo perduto alternativo non spetta a chi:

  1. non ha un’attività e la partita Iva attive il 26 maggio 2021 (giorno di entrata in vigore del Decreto Sostegni bis),
  2. alle società di partecipazione,
  3. agli intermediari finanziari,
  4. agli enti pubblici.



Contributi a fondo perduto alternativi: come fare domanda

La domanda può essere presentata da lunedì 5 luglio  2021 e non oltre il 2 settembre 2021 per chi utilizza il portale Fatture e corrispettivi tramite le credenziali Spid, Cie o Cns o dal 7 luglio  per chi usa i servizi telematici Entratel e Fisconline

La richiesta di contributo può essere inviata anche dagli intermediari delegati per il cassetto fiscale (come commercialisti) o per il servizio di consultazione di fatture elettroniche o chi sia stato specificamente indicato per richiedere il contributo.

Leggi il provvedimento n. 175776/2021 dell’Agenzie delle Entrate per conoscere tutte le istruzioni per ottenere i contributi a fondo perduto alternativi. (Se vuoi ricevere tutte le news su contributi a fondo perduto, bonus e lavoro, entra nel gruppo whatsapp)

Contributi a fondo perduto: quanto spetta

Chi ha già ricevuto i contributi a fondo perduto automatici, disciplinati dai commi da 1 a 3 del decreto Sostegni bis, potrà ricevere un ulteriore contributo integrativo se:

  1. la differenza fra il fatturato medio mensile tra il 1° aprile 2020 e il 31 marzo 2021 e quello tra il 1° aprile 2019 e il 31 marzo 2020 è superiore alla differenza tra il fatturato medio mensile nell’anno solare 2020 e quello generato tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019. 
    • In tal caso il contributo viene calcolato moltiplicando la differenza fra i fatturati registrati nei due periodi per i coefficienti dimensionali:
      • 60% fino a 100.000 euro;
      • 50% da 100.000 a 400.000 euro;
      • 40% da 400.000 a un milione;
      • 30% da uno a 5 milioni;
      • 20% da 5 a 10 milioni.



Se chi fa domanda non ha mai ricevuto aiuti, la somma dei contributi sarà uguale alla differenza tra il fatturato medio mensile tra il 1° aprile 2020 e il 31 marzo 2021 e quello tra il 1° aprile 2019 e il 31 marzo 2020 moltiplicata per:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp