Contributi a fondo perduto: devi dichiararli entro dicembre

Contributi a fondo perduto: devi dichiararli entro dicembre. In cosa consiste l'obbligo di autodichiarazione dei bonus ricevuti e quali sono le soglie previste.

3' di lettura

Contributi a fondo perduto – Sta per arrivare il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che obbligherà chiunque abbia preso aiuti di Stato ad auto-dichiararlo all’Agenzia delle Entrate (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Tutti gli aiuti ricevuti nel periodo pandemico (2020-2021), dai contributi a fondo perduto all’esenzione dell’Imu per alcune categorie, sono soggetti ad alcuni limiti imposti dall’Unione Europea.

Le autocertificazioni serviranno proprio a certificare che non si sono sforati quei limiti e che tutto è stato fatto secondo le norme.

In questo articolo spiegheremo bene cos’è questo nuovo obbligo che sarà introdotto nei prossimi giorni e quanto tempo hanno i contribuenti per mettersi in regola.

Contributi a fondo perduto, i bonus da dichiarare

La bozza di decreto, che verrà pubblicato nei prossimi giorni, obbliga la produzione dell’autodichiarazione per cittadini e imprese che abbiano usufruito di:

  • Esenzione Irap (decreto Rilancio);
  • Contributi a fondo perduto (decreto Rilancio, decreto Ristori, decreto anti-Covid per ristoratori, decreto Sostegni, decreto Sostegni bis;
  • Bonus affitti (decreto Rilancio);
  • Bonus locazione immobili non ad uso abitativo;
  • Bonus adeguamento luoghi di lavoro (decreto Rilancio);
  • Esenzione Imu (decreto Rilancio per settore turistico, decreto Agosto per settore turistico e dello Spettacolo, decreto Ristori, Legge di Bilancio e decreto Sostegni per alcuni beneficiari);
  • Definizione agevolata avvisi bonari (decreto Sostegni);
  • esenzione canone Rai per le strutture ricettive (decreto Sostegni).

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Contributi a fondo perduto: devi dichiararli entro dicembre

L’autodichiarazione andrà compilata e inoltrata entro fine anno.

Andrà fatto su una piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, che probabilmente si servirà di una sezione del suo sito creata appositamente per l’evenienza.

Si dovrà dichiarare, oltre alle informazioni basilari (denominazione, partita Iva e altri dati societari):

  • Ammontare complessivo del fatturato rilevanti per i bonus percepiti;
  • Calo del fatturato di almeno il 30% in caso di contributi a fondo perduto, rispetto al periodo del 2019;
  • La dichiarazione di non aver superato, con quei bonus ricevuti, il 70% dei costi fissi nel periodo compreso fra il 1° marzo 2020 e il 31 dicembre 2021 (la percentuale sale al 90% per micro e piccole imprese).
Contributi a fondo perduto: devi dichiararli entro dicembre
Contributi a fondo perduto: devi dichiararli entro dicembre

Contributi a fondo perduto, i limiti

L’autodichiarazione serve comunque a certificare che non siano stati superati i limiti di aiuti previsti dall’Unione Europea, che possiamo schematizzare così:

Per aiuti ricevuti dal 19 marzo 2020 al 27 gennaio 2021:

  • 800.000 euro per impresa unica;
  • 120.000 euro imprese dei settori della pesca e dell’acquacoltura;
  • 100.000 euro per le imprese nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli;

Invece, per gli aiuti dal 28 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021:

  • 1.800.000 euro per impresa unica;
  • 270.000 euro per nel settore della pesca e dell’acquacoltura;
  • 225.000 euro per le imprese nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie