Contributi a fondo perduto: pagamento da oggi. Per chi?

Contributi a fondo perduto: pagamento atteso da oggi. Scopri modalità, date e a chi spettano i nuovi aiuti per Partite Iva e imprese.

5' di lettura

Contributi a fondo perduto: oggi è il giorno atteso per i pagamenti. C’è grande attesa per i bonifici dell’Agenzia delle Entrate dopo gli annunci del governo. Si tratta del pagamento automatico degli aiuti previsti nel Decreto Sostegni bis.

L’Agenzia delle Entrate, intanto, ha ribadito che non bisogna restituire il fondo perduto in due casi che analizzeremo.

Riguardano chi è titolare di Partita Iva con domicilio fiscale o sede operativa in un territorio in stato di emergenza. Vale anche per chi non ha registrato cali di fatturato.

Il Ministro dell’Economia, Daniele Franco, in un’audizione presso la Commissione Bilancio della Camera, ha spiegato che i pagamenti in automatico del fondo perduto sono attesi proprio da oggi 16 giugno.

Dopo sette giorni dovrebbe poi essere attivato il servizio di domanda previsto dal decreto n.73/2021. Per chi ha registrato una perdita di fatturato fra aprile 2021-marzo 2021 e l’anno precedente.

In questo articolo vediamo tutte le date per i pagamenti e le domande.

INDICE

Contributi a fondo perduto: cosa sono?

Il Decreto Sostegni bis ha riproposto i contributi a fondo perduto per imprese e titolari di partita Iva danneggiati dal Covid. Si tratta di soldi dati senza obbligo di restituzione.

Le cifre sono calcolate in base a diversi fattori come differenza del fatturato medio fra l’anno appena trascorso e quello precedente.

Contributi a fondo perduto partita Iva: pagamento automatico da oggi 16 giugno 2021

Il pagamento dei contributi a fondo perduto in automatico è previsto da oggi mercoledì 16 giugno 2021. Spetta a chi ha già ricevuto i primi aiuti previsti nel decreto n 41/2021 (Sostegni) entro il 28 maggio 2021.

Fra i beneficiari del fondo perduto ci sono i titolari di Partita Iva fino a 10 milioni di ricavi e compensi che hanno avuto un calo di fatturato di almeno il 30 per cento fra il 2019 e il 2020.

Le modalità di pagamento sono identiche a quelle adottare col Decreto Sostegni. L’accredito avverrà con un bonifico dell’agenzia delle Entrate.

L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che i pagamenti in automatico spettano anche ai titolari di Partita iva, con domicilio fiscale o sede operativa in un territorio in stato d’emergenza (come l’Italia) anche in assenza del calo di fatturato.

Ad annunciare i tempi dei bonifici disposti dall’Agenzia delle Entrate è stato il Ministro dell’Economia Daniele Franco. Nel prossimo paragrafo vedremo i tempi per chi deve presentare la domanda relativa ai contributi a fondo perduto.

In questa guida scopri come attivare velocemente la Partita Iva online. Di seguito scarica la risposta dell’agenzia delle Entrate. Oggetto: “Interpello articolo 11, comma 1, lettera a), legge 27 luglio 2000, n. 212 – contributo a fondo perduto ex articolo 1 decreto Ristori – soggetto con domicilio fiscale o sede operativa in un territorio colpito da un evento calamitoso

Contributi a fondo perduto Partita Iva con integrazione: quando si potrà fare domanda?

Da mercoledì 23 giugno 2021 dovrebbe essere possibile richiedere l’integrazione del sostegno prevista dal decreto n. 73/2021.

L’importo è la differenza del medio mensile di fatturato e i corrispettivi registrato tra aprile 2021 e marzo 2021 rispetto ai 12 mesi precedenti.

Contributi a Fondo perduto: a chi spettano?

Il Decreto Sostegni-bis (Dl 73/2021) ha previsto degli aiuti per gli esclusi dai precedenti aiuti nel Decreto Sostegni.

I commi da 5 a 15 dell’articolo 1 disciplinano una nuova misura, calcolata misurando la flessione del fatturato fra il 1° aprile 2020-31 marzo 2021.

Il requisito del calo di almeno il 30% sarà perciò riferito al nuovo periodo di riferimento. Bisognerà inoltre essere titolari di:

  • una partita Iva attiva alla data del 26 maggio 2021
  • o di un reddito agrario o l’esercizio di attività d’impresa o arte e professione. E avere ricavi o compensi, nel secondo periodo d’imposta antecedente a quello in corso al 26 maggio 2021, non superiori a 10 milioni di euro. 


Contributi a fondo perduto: quanto spetta? Calcolo dell’importo

Per capire a quanto ammontano gli aiuti a fondo perduto bisogna tenere in considerazione 5 fasce percentuali in base al reddito: 

  • 90% per le imprese con fatturato fino a 100.000 euro;
  • 70% per le imprese con fatturato tra 100.000 e 400.000 euro;
  • 50% per le imprese con fatturato tra 400.000 e un milione;
  • 40% per le imprese con fatturato tra uno e 5 milioni;
  • 30% per le imprese con fatturato tra 5 e 10 milioni.

Hai già ricevuto le disposizioni di pagamento dei contributi a fondo Perduto per Partite Iva? Scrivici alla mail bonuselavorothewam@gmail.com.

Non perderti le prossime notizie sui bonus per liberi professionisti e il Decreto Sostegni bis: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 74mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie